Venerdì 30 Ottobre 2020
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
CONTATTI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
Recensioni Blu Ray
uomo-invisibile-160x600.png
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
L’ombra del sicomoro NEWS
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
richard_jewell_banner.png
Side by Side PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 38
ScarsoOttimo 
Scritto da Dario Carta   
giovedì 07 agosto 2014

Titolo: Side by Side
Titolo originale: Side by Side
U.S.A.: 2012. Regia di: Christopher Kenneally Genere: Documentario Durata: 99'
Interpreti: David Fincher, Keanu Reeves, Martin Scorsese, Steven Soderbergh, James Cameron, Greta Gerwig, Robert Rodriguez, Danny Boyle
Sito web ufficiale: www.sidebysidethemovie.com
Sito web italiano:
Nelle sale dal: Inedito
Voto: 7
Trailer
Recensione di: Dario Carta
L'aggettivo ideale: Intelligente
Scarica il Pressbook del film
Rivoluzione Digitale su Facebook

rivoluzione_digitale_leggero.pngNel 2012,prima delle due clamorose debacle meta asiatiche "Man of Thai Chi" e "47 Ronin", Keanu Reeves aveva coprodotto con Justin Sziasa un brillante documentario su una controversia che oggi agita le fila degli addetti al settore spettacolo,lavoro che fu poi presentato al 62° Festival Internazionale di Berlino e proiettato al Tribeca Film Festival.

Scritto e diretto da Chris Kenneally e condotto dallo stesso Reeves,il film affronta con intelligenza l'argomento spartiacque del cinema di questa epoca,una forte discriminante che si verbalizza nello scottante interrogativo sul destino della pellicola a beneficio del processo digitale.
Il film inizia e finisce con la stessa domanda:"E' la fine della pellicola?" Nel mezzo scorrono mille risposte,opinioni,commenti,pensieri,esperienze e mestieri,tutti mirati a spiegare l'espressione e il linguaggio di una forma d'arte che si sta conformando al tempo che la accoglie.

"Side By Side" è un film intelligente e pratico,che si sviluppa in una lunga serie di interviste e domande a registi,direttori della fotografia,montatori,coloristi,scrittori,addetti agli effetti speciali e a chiunque altro appartenga alla innumerevole lista di professionisti che concorrono alla realizzazione del cinema.
L'interrogativo centrale,se il processo fotochimico,cioè la pellicola tradizionale che scorre nel proiettore,stia lasciando il posto al digitale,è affrontato dai diversi punti di vista professionali e,nonostante la sua inquietante identità (è la fine del cinema come lo si è inteso fino ad oggi?),la tematica è sviscerata con il fascino delle conoscenze e delle informazioni da parte delle massime autorità in materia,dalle voci stesse di luci di ribalta al pari di Scorsese,Cameron,Lynch,Fincher,Lucas,Nolan,Soderbergh,Schumacher,Boyle,e mille altre stelle di quello stesso cielo. Pensieri,giudizi e notizie si susseguono in un'infinità di spiegazioni e aspetti dei vari mestieri e la prima cosa che suscita stupore,oltre la meraviglia della molteplicità dei lavori che compongono un titolo di cinema,è la soggettività delle opinioni.

Reeves è qui intervistatore attento e sorridente,sincero giornalista neutrale e competente,che conduce un viaggio di conoscenza e cultura di spettacolo,dove viene spiegato che il digitale non si limita al metodi di ripresa,ma si allarga alle altre discipline e forme di composizione,dal montaggio alla coloritura,dalla fotografia fino,evidentemente,ai VFX.
La partitura dell'esposizione è più che esaustiva e si arriva ad esplorare territori più complessi ed accademici,come la tecnologia d'avanguardia delle cineprese HD,la formula dell'emulsione delle pellicole ed il processo chimico che ne determina la fissazione dell'immagine,la procedura del montaggio digitale e la risoluzione del Digital Capture System in funzione del numero dei pixels,fino alle lezioni sulla coloritura. Sillabe suggestive sono gli interventi di Jim Cameron sull' HD in 3D,i ragguagli e i cambiamenti sui Dailies,le note a margine dei titoli che siglano l'apertura alle specializzazioni digitali,da "Oh Brother,Where Art Thou?",a " L'attacco dei Cloni",la parentesi riservata allo stoccaggio dei film in digitale e le personali opinioni di registi d'elite espresse in posizioni antitetiche,come quelle di Scorsese e Fincher.

In epilogo Reeves pone la stessa domanda fatta in apertura:"E' la fine della pellicola?".
Ma chi ha seguito con attenzione il film,ha ascoltato,visto e imparato molte cose,sentito pareri discordi e capito che,nonostante la diversità delle opinioni espresse,la forma del cinema si sta adattando alla sua nuova epoca e ad un nuovo palcoscenico,ne sta imparando il linguaggio che a sua volta trasmette al suo audience,percorrendo una strada che non prevede nè soste nè inversioni di marcia.
Perchè,se cambiano i mezzi,l'obiettivo del cinema è sempre fedele a chi crede che non è vero che i sogni muoiono all'alba.

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
Il giorno sbagliato
Quando l'amore brucia l'anima. Walk The Line
7 ore per farti innamorare
Donnie Brasco
La forma dell'acqua - The Shape of Water
Re per una notte
Il re di Staten Island
La casa dalle finestre che ridono
È per il tuo bene
La gente che sta bene
Festival
Il primo Natale
Odio l'estate
Empire State
La ragazza che sapeva troppo
The vast of night
Dark Places. Nei luoghi oscuri
Honey boy
I miserabili
Quadrophenia
Parasite
La dea fortuna
Bombshell. La voce dello scandalo
D.N.A. decisamente non adatti
The gambler
Runner, runner
Il fuoco della vendetta
Death sentence – sentenza di morte
L’uomo invisibile
La Notte ha Divorato il Mondo
Ora non ricordo il nome
Cattive acque
Animali notturni
Rosso mille miglia
Gioco d'amore
All eyez on me
Gli anni più belli
Lontano lontano
L'uomo dei sogni
Rocketman
RICERCA AVANZATA
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere