Giovedì 25 Febbraio 2021
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
CONTATTI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
News
american-woman-banner.jpg
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
L’ombra del sicomoro NEWS
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
richard_jewell_banner.png
The bridge PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 2
ScarsoOttimo 
Scritto da Luna Saracino   
lunedì 13 agosto 2007

The bridge
Titolo originale: The bridge
USA: 2006. Regia di: Eric Steel Genere: Documentario Durata: 93'
Interpreti:
Sito web:
Voto: 8
Recensione di: Luna Saracino

thebridgeleggero.jpgUn documentario riesce il piu delle volte a farti riflettere, ma difficilmente arriva a scioccarti, a scuoterti, e a volte a farti star male.
E questo è il pregio di “The bridge”, il primo documentario scritto, diretto e prodotto da Eric Steel, che nel 2004 ha posizionato le sue telecamere nei pressi del Golden Gate bridge di San Francisco, con lo scopo di catturare su pellicola l'enorme paradosso di una delle sette meraviglie delle mondo, che detiene il tragico primato del maggior numero di suicidi all'anno (solo nel 2004 il regista è riuscito a catturarne 23). Ispirato all'articolo “Jumpers” pubblicato sul New Yorker nel 2003 da Tad Friend, “The Bridge” racconta in modo sterile e glaciale (così come sono i colori della magistrale fotografia del film) le storie delle persone che nel 2004 hanno attraversato quel ponte, e che per un motivo o per un altro lo hanno eletto come palcoscenico per mettere in scena l'ultimo atto della loro esistenza. Il documentario raccoglie le interviste di parenti, amici e testimoni oculari involontari delle vittime della società americana: perchè coloro che decidono di compiere un gesto così estremo, quale è il suicidio, celano dietro le loro azioni insofferenze, odi, dissapori, intolleranze, le cui colpe il più delle volte sono da imputare all'ambiente in cui sono inseriti.
Sullo schermo scorrono immagini del ponte, dal ponte e sul ponte, miste a immagini e voci dei parenti, degli amici, visibilmente distrutti, e forse in qualche modo logorati dal senso di colpa, per non essere riusciti a impedire ai loro cari di porre fine alla loro vita.
Non è un mero tentativo voyeuristico di entrare nella vita degli altri violandola.
Il progetto di Steel è ben più ambizioso, o forse, semplicemente, non ha alcuna ambizione, se non la voglia di raccontare e far luce sulla società americana, così apparentemente perfetta, ma al contempo così fragile e così intimamente affranta.
Vincitore del Tribeca Film Festival di New York, il documentario è stato presentato lo scorso ottobre 2006 alla prima edizione della Festa del Cinema di Roma, senza riscuotere numerosi consensi, ma riuscendo certamente nel suo obiettivo: perchè la verità fa male, e in qualche modo fa paura, e “The bridge” è un film che dopo la sua visione non ti permette di dormire tranquillo.
È un film che ti cambia la vita, mostrandoti ciò che forse in cuor tuo già sapevi, ma che con lo stesso cuore hai preferito non approfondire.
Da vedere, capire e apprezzare.
Assolutamente.

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
Il giorno sbagliato
Quando l'amore brucia l'anima. Walk The Line
7 ore per farti innamorare
Donnie Brasco
La forma dell'acqua - The Shape of Water
Re per una notte
Il re di Staten Island
La casa dalle finestre che ridono
È per il tuo bene
La gente che sta bene
Festival
Il primo Natale
Odio l'estate
Empire State
La ragazza che sapeva troppo
The vast of night
Dark Places. Nei luoghi oscuri
Honey boy
I miserabili
Quadrophenia
Parasite
La dea fortuna
Bombshell. La voce dello scandalo
D.N.A. decisamente non adatti
The gambler
Runner, runner
Il fuoco della vendetta
Death sentence – sentenza di morte
L’uomo invisibile
La Notte ha Divorato il Mondo
Ora non ricordo il nome
Cattive acque
Animali notturni
Rosso mille miglia
Gioco d'amore
All eyez on me
Gli anni più belli
Lontano lontano
L'uomo dei sogni
Rocketman
RICERCA AVANZATA
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere