Giovedì 26 Maggio 2022
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
News
10_giorni_senza_mamma_banner_160x600.png
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
Prima Persona Singolare NEWS
L’ombra del sicomoro
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
nightmare-alley-728x140.jpg
Friend PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 5
ScarsoOttimo 
Scritto da Nicola Picchi   
sabato 27 ottobre 2007

Friend
Titolo originale: Chingoo
Corea: 2001. Regia di: Kwak Kyung-taek Genere: Drammatico Durata: 117'
Interpreti: Yoo Oh-sung, Chang Dong-gun; Seo Tae-hwa: Joon Woon-taek
Sito web:
Voto: 7
Recensione di: Nicola Picchi

friend_leggero.jpgPresentato al Dongfang di Napoli nella retrospettiva dedicata al cinema della Corea del Sud, “Friend” fu, all’epoca della sua uscita nelle sale, uno dei maggiori incassi del cinema coreano di tutti i tempi, con oltre sei milioni di biglietti venduti, ed il primo ad attirare l’attenzione delle case di distribuzione internazionali verso una cinematografia allora assai poco considerata.“Racconto crudele della giovinezza”, citando un titolo di Oshima, ed insieme affresco generazionale, il film racconta l’amicizia di quattro ragazzi nell’arco di un ventennio, dall’adolescenza negli anni ‘70 fino ai primi anni ‘90. I quattro, intensi protagonisti sono di diversa estrazione sociale e, pur essendo molto legati, nutrono differenti aspirazioni; ad un certo punto le loro vite si divideranno drammaticamente: due intraprenderanno la carriera universitaria, uno rimanendo in patria, l’altro studiando all’estero, mentre gli altri due diventeranno gangster, membri di bande rivali. Con un respiro classico da romanzo di formazione, il film descrive con accuratezza i riti di passaggio che marcano la transizione dall’infanzia all’adolescenza, e poi alla maturità, con l’inevitabile corollario di illusioni disattese, innocenza perduta ed aspri tradimenti. Il tono adottato da Kwak Kyung-taek è chiaramente autobiografico nonché dolorosamente nostalgico, e la voce fuori campo che accompagna la narrazione è inequivocabilmente quella dello stesso regista. Nonostante non manchino le scene di azione, girate con secca maestria, la sensazione generale non è quella del tipico noir di ambientazione urbana, ma di una vera e propria immersione nel flusso dei ricordi, ancorati però ad una solida struttura drammaturgica. Ed è proprio questo tuffo senza rete nella memoria personale a donare a Friend inaspettati accenti di sincerità ed un tono elegiaco e malinconico che riesce sempre ad evitare il sentimentalismo, tono esaltato dalla splendida fotografia di Hwang Ki-seok che attinge a differenti tavolozze cromatiche per scandire le diverse epoche della vita dei quattro protagonisti. Il film è anche una panoramica sulla società coreana e sui suoi mutamenti nell’arco di un ventennio, nonché un affettuoso ritratto della città natale di Kwak Kyung-taek, Pusan, un ritratto talmente riuscito che le autorità omaggiarono la produzione rinominando alcune delle location utilizzate “street of friend”.
Gli attori, cominciando da Yoo Oh-sung nella parte di Joon-suk, figlio di un boss mafioso, offrono una prova molto sentita e convincente, che contribuisce in maniera fondamentale alla riuscita del film fornendogli la coesione necessaria ed una certa coralità di fondo.
L’unico appunto che si potrebbe fare alla regia di Kwak Kyung-taek è quello di non riservare grosse sorprese, pur essendo sempre all’altezza: ad un terzo di Friend sappiamo già che il film si chiuderà con una sequenza dei quattro protagonisti da bambini, cosa che puntualmente avviene, e questo è solo uno dei tanti esempi che si potrebbero fare.
C’è insomma un certo scollamento tra ambizioni autoriali e risultati effettivi, che restano confinati nei limiti di un cinema “medio” di facile fruibilità ma tant’è, non tutti possono essere Park Chan-wook o Kim Ki-duk.

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
Il giorno sbagliato
Quando l'amore brucia l'anima. Walk The Line
7 ore per farti innamorare
Donnie Brasco
La forma dell'acqua - The Shape of Water
Re per una notte
Il re di Staten Island
La casa dalle finestre che ridono
È per il tuo bene
La gente che sta bene
Festival
Il primo Natale
Odio l'estate
Empire State
La ragazza che sapeva troppo
The vast of night
Dark Places. Nei luoghi oscuri
Honey boy
I miserabili
Quadrophenia
Parasite
La dea fortuna
Bombshell. La voce dello scandalo
D.N.A. decisamente non adatti
The gambler
Runner, runner
Il fuoco della vendetta
Death sentence – sentenza di morte
L’uomo invisibile
La Notte ha Divorato il Mondo
Ora non ricordo il nome
Cattive acque
Animali notturni
Rosso mille miglia
Gioco d'amore
All eyez on me
Gli anni più belli
Lontano lontano
L'uomo dei sogni
Rocketman
RICERCA AVANZATA
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere