Giovedì 26 Maggio 2022
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
News
10_giorni_senza_mamma_banner_160x600.png
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
Prima Persona Singolare NEWS
L’ombra del sicomoro
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
nightmare-alley-728x140.jpg
Silenced PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 30
ScarsoOttimo 
Scritto da Anna Maria Pelella   
giovedì 12 aprile 2012

Titolo: Silenced
Titolo originale: Dokani
Corea del Sud: 2011. Regia di: Hwang Dong-Hyuk Genere: Drammatico Durata: 125'
Interpreti: Gong Yoo, Jung Yu-Mi, Kim Hyun-Soo, Jung In-Seo, Baek Seung-Hwan, Kim Ji-Young
Sito web ufficiale:
Sito web italiano:
Nelle sale dal: Far East
Voto: 6,5
Trailer
Recensione di: Anna Maria Pelella
L'aggettivo ideale: Doloroso
Scarica il Pressbook del film
Silenced su Facebook
Mi piace

Tratto dal romanzo "Dokani" di Kong Ji-Young

silenced_leggero.pngKang In-ho è un giovane insegnante d’arte che da Seoul si sposta a lavorare in una scuola per bambini con deficit dell’udito nella cittadina di Mujin. Dopo qualche tempo si accorge di alcuni casi di abuso ai danni dei bambini. Dapprima incredulo, decide di coinvolgere una giovane attivista per i diritti umani e con lei provare a indagare. Quello che scoprirà sarà solo l’inizio di una terribile battaglia per la verità.

Kang In-ho è una brava persona. Il lavoro lo porta in una sperduta scuola per disabili nella città di Mujin. Un giorno gli sembra di udire le urla di una ragazzina e da allora non riesce a darsi pace. In seguito scopre segni di percosse su alcuni bambini e vede un collega picchiare uno degli allievi. Cercando di fare luce scopre poi una sovrintendente che aggredisce una delle bambine, lui decide di portarla in ospedale e là, insieme a Yoo Jin, un’attivista per i diritti umani, riesce a farla parlare. La bambina racconta una terribile storia di violenza e di abusi in cui sono coinvolti il preside e alcuni insegnanti. A Kang In-ho non resta altro da fare che denunciare i fatti. Ma la polizia è insensibile ai discorsi dei due che, messi alle strette, accettano di portare i bambini in televisione.

Tratto da una storia vera avvenuta in Corea nel 2005 a seguito della quale fu modificata la normativa vigente in tema di violenza sessuale sui minori, Silenced non fa nessuno sconto allo spettatore e mette direttamente l’attenzione sugli abusi perpetrati da chi si era assunto il compito di aiutare bambini isolati dal deficit, in una nazione già di per sé generalmente poco attenta al benessere delle fasce più deboli della popolazione. Nessuno esce bene dall’impietosa analisi portata alla luce da questa storia: insegnanti, poliziotti, religiosi, familiari sono tutti, sia pure in misura diversa, colpevoli di aver taciuto, quanto non apertamente commesso, i gravissimi abusi ai danni di bambini incapaci di difendersi. Il film si divide nettamente in due parti, nella prima assistiamo con sgomento alle violenze commesse sui bambini e alla loro scoperta da parte del giovane Kang e nella seconda parte al processo/farsa intentato per placare l’opinione pubblica sconvolta dalla messa in onda delle testimonianze dei bambini.

Il senso di scoramento, dato anche dalla consapevolezza di assistere a fatti realmente accaduti, è totale. La straordinaria performance dei bambini convince lo spettatore senza nessuno sforzo, mentre il contrasto tra il candore dell’attivista Yoo Jin e la disillusione del professor Kang fa da perfetto contraltare alla meschinità di tutta la cittadina che si unisce come un sol uomo nella difesa dei “pilastri della comunità”, uomini in vista, profondamente religiosi e molto potenti che, seppur riconosciuti colpevoli, non pagheranno mai per quello che hanno commesso.

La regia sobria sottolinea con onestà anche i passaggi più pesanti di una storia destinata a far riflettere. Risulta francamente insostenibile, in casi come questi, la bizzarra pratica di concedere il perdono ai malfattori, al fine di alleviarne la pena in senso giuridico, in uso in Corea e caldeggiata dalla comunità cristiana, inizialmente pensata nel tentativo di arginare il problema della pena di morte. Se è pur vero che è cristiano porgere l’altra guancia, questo non dovrebbe mai interferire con l’applicazione della legge che, in ogni caso, prevede pene per tutti i reati, indipendentemente dalla predisposizione al perdono da parte delle vittime o dei loro familiari.

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
Il giorno sbagliato
Quando l'amore brucia l'anima. Walk The Line
7 ore per farti innamorare
Donnie Brasco
La forma dell'acqua - The Shape of Water
Re per una notte
Il re di Staten Island
La casa dalle finestre che ridono
È per il tuo bene
La gente che sta bene
Festival
Il primo Natale
Odio l'estate
Empire State
La ragazza che sapeva troppo
The vast of night
Dark Places. Nei luoghi oscuri
Honey boy
I miserabili
Quadrophenia
Parasite
La dea fortuna
Bombshell. La voce dello scandalo
D.N.A. decisamente non adatti
The gambler
Runner, runner
Il fuoco della vendetta
Death sentence – sentenza di morte
L’uomo invisibile
La Notte ha Divorato il Mondo
Ora non ricordo il nome
Cattive acque
Animali notturni
Rosso mille miglia
Gioco d'amore
All eyez on me
Gli anni più belli
Lontano lontano
L'uomo dei sogni
Rocketman
RICERCA AVANZATA
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere