Venerdì 26 Febbraio 2021
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
CONTATTI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
News
american-woman-banner.jpg
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
L’ombra del sicomoro NEWS
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
richard_jewell_banner.png
Ben Hur PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 2
ScarsoOttimo 
Scritto da Samuele Pasquino   
domenica 08 febbraio 2009

Ben Hur
Titolo originale: Ben Hur a tale of Christ
USA: 1959.  Regia di: William Wyler  Genere: Drammatico  Durata: 212'
Interpreti: Charlton Heston, Jack Hawkins, Haya Harareet, Stephen Boyd, Hugh Griffith, Giuliano Gemma, Martha Scott, Cathy O'Donnell, Sam Jaffe, Finlay Currie, Frank Thring, Terence Longdon, George Relph, André Morell, Adi Berber, Marina Berti.
Sito web:
Nelle sale dal: 1959
Voto: 9,5
Trailer
Recensione di: Samuele Pasquino

Ben HurGiudea, 30 d.C. Il principe Ben Hur (Charton Heston) riceve la visita del suo caro amico Messala, divenuto tribuno di Roma. Quando quest'ultimo gli chiede di aiutarlo a sedare le continue rivolte del popolo giudeo, Ben Hur si oppone.
Per tutta risposta viene arrestato insieme alla madre e alla sorella. Lui finirà alle galee come schiavo mentre loro verranno rinchiuse in prigione. Durante una battaglia salva la vita a un console romano, che lo adotterà come figlio e lo condurrà a Roma con tutti gli onori. Ben Hur si prepara a vendicarsi.  

Questo film, girato in più di un anno, vanta l'impiego di oltre 100.000 comparse e una regia perfetta, un successo mondiale che vinse nel 1959 la bellezza di 11 oscar, tra i quali miglior film, regia, colonna sonora, scenografia e fotografia, per citarne solo alcuni. Si tratta quindi di un kolossal a dir poco fenomenale.
La vicenda di Ben Hur si svolge negli anni della predicazione e passione di Gesù, non a caso il film reca il sottotitolo "Una storia di Cristo", a voler indicare proprio quell'evento che segnò la storia di un' intera religione. Infatti il protagonista incontra Gesù poco prima di imbarcarsi nelle galee e tale scena deve necessariamente essere posta all'attenzione con un commento particolare.
Ben Hur è stato incolpato dell'attentato al governatore da Messala e destinato alle galee. La scena si apre con l'inquadratura dell'interno di una casa, dove un falegname cessa il suo lavoro al sopraggiungere degli schiavi incatenati l'uno all'altro, che si possono scorgere dalla piccola finestra.
Wyler ci mostra degli uomini affaticati e piegati dalla sete, provati dalla lunga marcia e dal caldo opprimente. I soldati a cavallo ordinano che prima vengano abbeverati i loro destieri, dopodichè si passa agli schiavi. Tutti si dissetano, ma a Ben Hur non è permesso ed egli, in preda allo sconforto, si accascia a terra senza forza, pregando Dio di aiutarlo. In quel preciso istante entra nell'inquadratura il falegname, che intuiamo essere Gesù, il quale con grazia ed estrema dolcezza si china a rinfrescare la testa di Ben Hur con dell'acqua e lo fa bere accarezzandolo. Judah alza più volte lo sguardo verso il viso di Cristo, ringraziando senza parole il suo Salvatore. Nel mentre una guardia si accorge del fatto e intima a Gesù di smettere, ignorato. Il soldato si avvicina minaccioso con la frusta ma Gesù, alzandosi in piedi, volge lo sguardo al romano, che si ferma e rimane attonito. Wyler non fa mai vedere il viso del figlio di Dio, è lo spettatore che immagina i tratti e indaga nelle reazioni di Ben Hur e del soldato nel vederlo. Judah finisce di dissetarsi e sul suo volto torna il sorriso, quello della speranza.
Prima di rialzarsi tocca la mano di Colui che lo ha aiutato in segno di riconoscenza, poi si rimette in marcia con gli altri compagni. Nella scena segnalo anche la curiosa presenza di un'attore italiano, Lando Buzzanca, in qualità di comparsa. Sul finire del film è invece Ben Hur a dare dell'acqua a Gesù mentre procede sofferente verso il Golgota. Questi due momenti risultano a mio avviso estremamente significativi e persino commoventi. Il motivo primario di tutta la vicenda sta proprio nell'incontro simbolico fra Ben Hur e il Messia, fondamento di un credo destinato a consolidarsi nell'esistenza del protagonista, messo alla prova da numerose sofferenze. Ma considerando altri aspetti, il film si svolge lungo un percorso assai tortuoso e mai definitivo, tant'è che la vicenda sembra non trovare mai un epilogo.
La spettacolare corsa delle bighe, che ha incluso il sacrificio di molti cavalli utilizzati, conclude soltanto una parte della storia, quello che accade dopo è molto più importante. Il duello a distanza fra Ben Hur e Messalla diviene estenuante, prolisso e pregno di un odio in contrapposizione alla loro antica e fraterna amicizia, si tratta di un amaro e doloroso conflitto che si concretizza nel circo con inaudita veemenza. Come detto, la corsa conclude soltanto una parte della vicenda e ne apre un'altra contenutisticamente più fitta e complicata.
Il protagonista assiste al processo di Gesù e poi gli offre dell'acqua durante la sua salita al Golgota: è una testimonianza di fede che originerà un vero e proprio miracolo. Charton Heston rappresentava allora l'attore per eccellenza, con una presenza possente e grandi interpretazioni che ne fecero un divo di assoluto prestigio.

"Ben Hur" è una storia epica, dalla forte connotazione religiosa, straordinario capolavoro scritto, diretto ed interpretato con assoluta perfezione.

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
Il giorno sbagliato
Quando l'amore brucia l'anima. Walk The Line
7 ore per farti innamorare
Donnie Brasco
La forma dell'acqua - The Shape of Water
Re per una notte
Il re di Staten Island
La casa dalle finestre che ridono
È per il tuo bene
La gente che sta bene
Festival
Il primo Natale
Odio l'estate
Empire State
La ragazza che sapeva troppo
The vast of night
Dark Places. Nei luoghi oscuri
Honey boy
I miserabili
Quadrophenia
Parasite
La dea fortuna
Bombshell. La voce dello scandalo
D.N.A. decisamente non adatti
The gambler
Runner, runner
Il fuoco della vendetta
Death sentence – sentenza di morte
L’uomo invisibile
La Notte ha Divorato il Mondo
Ora non ricordo il nome
Cattive acque
Animali notturni
Rosso mille miglia
Gioco d'amore
All eyez on me
Gli anni più belli
Lontano lontano
L'uomo dei sogni
Rocketman
RICERCA AVANZATA
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere