Giovedì 25 Febbraio 2021
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
CONTATTI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
News
american-woman-banner.jpg
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
L’ombra del sicomoro NEWS
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
richard_jewell_banner.png
Bianco e nero PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 5
ScarsoOttimo 
Scritto da Wanda Castelnuovo   
sabato 19 gennaio 2008

Bianco e nero
Titolo originale: Bianco e nero
Italia: 2007. Regia di: Cristina Comencini Genere: Drammatico Durata: 100'
Interpreti: Fabio Volo, Ambra Angiolini, Aïssa Maïga, Eriq Ebouaney, Anna Bonaiuto, Franco Branciaroli, Katia Ricciarelli, Maria Teresa Saponangelo
Sito web:
Nelle sale dal: 11/01/2008
Voto: 7
Recensione di: Wanda Castelnuovo

biancoenero_leggero.jpegVenerdì 11 gennaio 2008: debutto del nuovo film di Cristina Comencini, regista e sceneggiatrice che ha nel DNA l’arte cinematografica non solo per eredità paterna, ma per aver saputo trarre dalla famiglia e dall’ambiente stimoli per educare l’intelligenza a manifestare il proprio io in modo deciso e autonomo. “Bianco e Nero”, una storia qualunque di colpi di fulmine, infedeltà e immaturità, ma con una complicanza all’apparenza non così sconvolgente: lui bianco e lei nera.
E in qualche luogo ciò non sarebbe un problema, o lo sarebbe meno, ma quante e quali sono tali isole felici? Più che di luoghi non è meglio parlare di famiglie serene perché composte da persone mature al di là dei problemi, dell’ambiente, del contesto, delle chiacchiere e dei Paesi? Racconta la regista di avere avuto l’dea della pellicola al ritorno dal Rwanda (dove ha girato il documentario ‘Il nostro Rwanda’) dopo un incontro con il giornalista e storico Jean Leonard Touadi, felicemente sposato con un’italiana da cui ha avuto tre figli, e con l’amica Jeanne, rwandese, a sua volta coniugata con un italiano e con due figli. Così nasce il film che racconta una storia, a tratti persino scherzosa e lieve, di un amore difficile. Siamo a Roma - tra Eur, piazza Vittorio e Stazione Termini - nell’ambito di una borghesia medio-alta dove le amicizie interrazziali non sono così frequenti salvo che per rapporti relativi ad attività umanitarie, anche per la Comencini che ha trovato gli ‘amici neri’ in un’Africa quasi sconosciuta. Nel parallelo e speculare quesito “Perchè non abbiamo amici bianchi?”, “Perchè non abbiamo amici neri?” è un altro livello di lettura del film. Perché Elena che pure ha fatto dell’integrazione razziale il proprio lavoro, quasi una ragione di vita non ha amici neri e l’invito alla coppia senegalese, patrocinato dal marito, è accolto con resistenza? Perché spesso il nostro impegno umanitario è frutto più della ragione che del cuore e le nostre innate diffidenze verso il ‘diverso’ qualsiasi sia il motivo di diversità: il colore della pelle, ma anche la Regione o il Paese di provenienza (dimentichiamo forse la diffidenza delle città del nord all’immigrazione dall’Italia del sud o i cartelli in cui si vietava agli Italiani di entrare in molti locali pubblici in Germania e in Svizzera?), o l’importanza sociale apparentemente inferiore a quella che riteniamo la nostra (il famoso “Lei non sa chi sono io” non è purtroppo un’invenzione da commedia comica), o a volte anche solo il modo di vestire o di apparire differente dai nostri stilemi ci fanno assumere atteggiamenti di diffidenza se non di sprezzo del tutto ingiustificati e illogici.
E figurarsi se c’è di mezzo anche il colore della pelle, un problema in più che fa paura, che desta timori ancestrali. Ecco allora scattare un razzismo reciproco, frutto di gruppi ed etnie che si autosegregano in mezzo ad altre.
Al di là di ogni considerazione sulla scarsa filmografia e non solo italiana sull’argomento e del riferimento al celebre Indovina chi viene a cena, si evidenzia nel film la volontà di mettere in luce le ‘persone’ ciascuna con dolori, gioie e atteggiamenti derivati da retaggi diversi. Due coppie con un loro vissuto: Carlo (il bravissimo Fabio Volo), tecnico informatico piuttosto semplice, viene trascinato dalla moglie Elena (un’Ambra Angiolini professionalmente seria) in una riunione sui problemi dell’Africa che gli rivoluzionerà la vita con la figura di Nadine (la bella senegalese Aїssa Maїga) - splendida donna sposata con Bertrand (il bravo e simpatico Eriq Ebouaney) - da cui è attratto: si tratta di due anime in tensione reciproca che battono all’unisono. E intorno personaggi dalle varie sfumature psicologiche per una commedia raffinata anche nelle scene d’amore.

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
Il giorno sbagliato
Quando l'amore brucia l'anima. Walk The Line
7 ore per farti innamorare
Donnie Brasco
La forma dell'acqua - The Shape of Water
Re per una notte
Il re di Staten Island
La casa dalle finestre che ridono
È per il tuo bene
La gente che sta bene
Festival
Il primo Natale
Odio l'estate
Empire State
La ragazza che sapeva troppo
The vast of night
Dark Places. Nei luoghi oscuri
Honey boy
I miserabili
Quadrophenia
Parasite
La dea fortuna
Bombshell. La voce dello scandalo
D.N.A. decisamente non adatti
The gambler
Runner, runner
Il fuoco della vendetta
Death sentence – sentenza di morte
L’uomo invisibile
La Notte ha Divorato il Mondo
Ora non ricordo il nome
Cattive acque
Animali notturni
Rosso mille miglia
Gioco d'amore
All eyez on me
Gli anni più belli
Lontano lontano
L'uomo dei sogni
Rocketman
RICERCA AVANZATA
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere