Sabato 1 Ottobre 2022
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
News
10_giorni_senza_mamma_banner_160x600.png
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
Prima Persona Singolare NEWS
L’ombra del sicomoro
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
gemini_man_banner_728x140.jpeg
Come l'ombra PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 1
ScarsoOttimo 
Scritto da Elisa Giulidori   
domenica 24 giugno 2007

Come l'ombra
Italia: 2006. Regia di: Marina Spada Genere: Drammatico Durata: 87'
Interpreti: Anita Kravos, Karolina Dafne Porcari, Paolo Pierobon
Sito web:
Voto: 7
Recensione di: Elisa Giulidori

97.jpgClaudia è una trentenne, single che vive a Milano e lavora in un'agenzia turistica. La sua vita scorre sempre uguale, tra ufficio, casa e qualche amico. Uno scorrere lento a cui Claudia non oppone nessuna resistenza, facendosi trascinare dalla corrente, passando da una giornata all'altra senza gioia e senza angoscia. Una sera al corso di russo si presenta un nuovo insegnante di origine ucraina: Boris, di bell'aspetto, simpatico, vitale e dall'aria intelligente. Claudia rimane subito affascinata dall'uomo e anche lui ricambia le sue attenzioni.
Boris per sfuggente, non chiama, non risponde al cellulare, è sempre in giro. Una sera di fine luglio ritorna a farsi vivo ma in realtà va da Claudia con l'unico scopo di trovare un posto dove sistemare una "cugina" venuta dall'Ucraina a cercare fortuna in Italia.
Claudia non vorrebbe farsi coinvolgere, non vorrebbe mettersi in gioco ma alla fine l'insistenza di Boris la fa desistere.
Nella vita di Claudia arriva così Olga, tra le due si stabilisce, dopo una naturale diffidenza iniziale, un rapporto di complicità . Claudia riconsidera la sua esistenza stimolata dalla naturalezza con cui Olga agisce. Una sera, però , Olga non ritorna a casa.Solo la scomparsa della ragazza ucraina porterà Claudia finalmente ad agire, cercare, mettersi in gioco in prima persona.
Per raccontare la storia di questa solitudine metropolitana, come ce ne sono tante, Marina Spada costruisce un film geometrico ma non freddo, molto pensato. La costruzione dell'immagine molto accurata nel rispecchiare la personalità della protagonista. Quasi sempre l'inquadratura è limitata da linee verticali, come quinte teatrali, che bloccano una parte dell'immagine come bloccata è Claudia, incapace di andare oltre la sua quotidianità . Utilizza spesso i vetri come filtro tra Claudia e il resto del mondo e c'è anche un attento utilizzo della simbologia dei colori, tutti molto neutri, tranne la cucina rosso fiammante, ripresa quasi sempre divisa da una linea scura, la zona d'ombra che Claudia non osa attraversare per non scottarsi.
Tutto intorno a Claudia è solitudine, anche una città come Milano viene ripresa come una città quasi deserta. E' solo l'arrivo di Olga a riscuoterla a farla finalmente urlare, ubriacare ma soprattutto a farle decidere di prendere in mano la sua vita, a venire il presente senza attese.
Olga vitale, giovane, bella ma non chiassosa. Entra nella vita di Claudia delicatamente, dolcemente. E' bellissimo il suo fare shopping, non naturalmente in via Montenapoleone, ma nei negozietti cinesi di via Paolo Sarpi, per farsi poi fotografare davanti allo store di Armani.
Molto brave le due attrici protagoniste, in particolare Anita Kravos, intensa e dolce Claudia.

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
Il giorno sbagliato
Quando l'amore brucia l'anima. Walk The Line
7 ore per farti innamorare
Donnie Brasco
La forma dell'acqua - The Shape of Water
Re per una notte
Il re di Staten Island
La casa dalle finestre che ridono
È per il tuo bene
La gente che sta bene
Festival
Il primo Natale
Odio l'estate
Empire State
La ragazza che sapeva troppo
The vast of night
Dark Places. Nei luoghi oscuri
Honey boy
I miserabili
Quadrophenia
Parasite
La dea fortuna
Bombshell. La voce dello scandalo
D.N.A. decisamente non adatti
The gambler
Runner, runner
Il fuoco della vendetta
Death sentence – sentenza di morte
L’uomo invisibile
La Notte ha Divorato il Mondo
Ora non ricordo il nome
Cattive acque
Animali notturni
Rosso mille miglia
Gioco d'amore
All eyez on me
Gli anni più belli
Lontano lontano
L'uomo dei sogni
Rocketman
RICERCA AVANZATA
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere