Giovedì 1 Dicembre 2022
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
News
10_giorni_senza_mamma_banner_160x600.png
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
Prima Persona Singolare NEWS
L’ombra del sicomoro
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
gemini_man_banner_728x140.jpeg
Defiance - I giorni del coraggio PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 1
ScarsoOttimo 
Scritto da Samuele Pasquino   
sabato 31 gennaio 2009

Defiance - I giorni del coraggio
Titolo originale: Defiance
USA: 2008 Regia di: Edward Zwick Genere: Drammatico Durata: 129'
Interpreti: Daniel Craig, Liev Schreiber, Jamie Bell, George MacKay, Mia Wasikowska, Tomas Arana, Rolandas Boravskis, Alexa Davalos, Mark Feuerstein
Sito web: www.defiancemovie.com
Nelle sale dal: 23/01/2009
Voto: 9
Trailer
Recensione di: Samuele Pasquino

defiance1941. I Tedeschi rastrellano i paesi dell'Europa orientale a caccia di ebrei. I fratelli Bielski, Tuvia (Daniel Craig), Zus (Liev Schreiber), Asael (Jamie Bell) e Aron, trovano la loro famiglia massacrata nella loro casa nelle campagne della Bielorussia e si rifugiano nei boschi meditando vendetta.
Dopo aver ucciso un ufficiale nazista, a loro si uniscono alcuni ebrei, ai quali se ne aggiungono altri in breve tempo. Tuvia decide di offrire loro protezione, mentre Zus, in disaccordo col fratello, li abbandona per unirsi ai partigiani russi.
Il gruppo deve combattere contro il rigido inverno, la fame e gli stenti, cercando di sopravvivere braccato dalle truppe naziste.  

Da un fatto storico realmente accaduto nasce il libro "Defiance, gli ebrei che sfidarono Hitler" di Nechama Tec; Edward Zwick ne fa un film, "Defiance, i giorni del coraggio", nel quale narra con pregevole esercizio di stile e straordinaria intensità la storia dei fratelli Bielski, tre uomini che affrontarono l'odio antisemita con le armi e il coraggio, riuscendo a proteggere ed infine salvare circa 1.200 ebrei dallo sterminio.
La vicenda inizia con una vendetta da portare a termine, un massacro da non lasciare impunito, tuttavia la questione muterà quasi subito, con un'imprevedibile varietà di situazioni, a cominciare dall'arrivo di alcuni ebrei nel rifugio dei protagonisti.
Zwick ambienta la storia nei boschi bielorussi, ben conosciuti dai quattro fratelli in quanto terreno dei loro giochi da bambini, in un clima freddo, originante poi un inverno rigido e lungo.
La permanenza nei boschi è destinata a protrarsi per anni, le complicazioni dovute al numero crescente degli ebrei che si uniscono ai Bielski causano profonde divergenze di opinione tra Tuvia e Zus, costretti a far fronte a problemi di serissima entità quali la fame, le poche munizioni e le condizioni avverse del rifugio. Zwick enfatizza il loro contrasto accentuandone pian piano i toni, fino a creare un diverbio fisico assai ecclatante.
Tuvia resta a guidare il folto gruppo di fuggiaschi, riuscendo perfino a liberarne altri dal ghetto nel quale erano confinati. L'incredibile ma vera storia dei Bielski è un esempio di coraggio, riassunto per motivi di durata filmica dall'opera cinematografica di Zwick, esempio che trova nel libro di Nechama Tec il suo meritato elogio, un'indagine approfondita e sapientemente fedele al fatto storico.
L'antisemitismo è stato già ampiamente trattato dal cinema in più occasioni di certo memorabili, ma le opportunità per descriverne le mille e tristi sfaccettature non devono mai potersi esaurire.
La lotta all'odio razziale messa in scena deve servire da monito ed insegnamento alle generazioni attuali e future come spunto di riflessione mai scontata. Zwick è di norma un regista capace di film caratterizzati da epica azione e dimostrazione di valori, e fa piacere che anche questo grande cineasta abbia voluto omaggiare coloro che si sono battuti per imprescindibili ideali umani quali la libertà, l'uguaglianza e la dignità, indagando nei meandri di una storia che spesso ha nascosto eroiche gesta, legate però a fatti purtroppo sconosciuti.
I fratelli Bielski si fanno testimoni dell'ennesima crudeltà dei nazisti, il cui teatro si sposta questa volta nelle terre della Bielorussia, paese colpito come la Polonia dalla furia di un insensato movimento politico teso all'annientamento di un'intero popolo. Grazie anche ai partigiani, perchè di loro spesso si narrano le vicissitudini, abbiamo il privilegio di conoscere la cultura ebrea, pregna di religione e valori profondamente radicati, e quindi di conservarla avendo rispetto di tutti coloro che divennero vittime dell'Olocausto.
Daniel Craig, solitamente freddo e statico in quanto a stile recitativo, questa volta non delude ed offre un'interpretazione carismatica.
Il film è ben fatto, si avvale di una sceneggiatura solida e non ricorre ad un ostentato buonismo. Edward Zwick cerca concretezza e la trova, conseguendo un ottimo risultato.

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
Il giorno sbagliato
Quando l'amore brucia l'anima. Walk The Line
7 ore per farti innamorare
Donnie Brasco
La forma dell'acqua - The Shape of Water
Re per una notte
Il re di Staten Island
La casa dalle finestre che ridono
È per il tuo bene
La gente che sta bene
Festival
Il primo Natale
Odio l'estate
Empire State
La ragazza che sapeva troppo
The vast of night
Dark Places. Nei luoghi oscuri
Honey boy
I miserabili
Quadrophenia
Parasite
La dea fortuna
Bombshell. La voce dello scandalo
D.N.A. decisamente non adatti
The gambler
Runner, runner
Il fuoco della vendetta
Death sentence – sentenza di morte
L’uomo invisibile
La Notte ha Divorato il Mondo
Ora non ricordo il nome
Cattive acque
Animali notturni
Rosso mille miglia
Gioco d'amore
All eyez on me
Gli anni più belli
Lontano lontano
L'uomo dei sogni
Rocketman
RICERCA AVANZATA
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere