HOME arrow RECENSIONI: arrow Espiazione
Lunedì 26 Settembre 2022
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
News
10_giorni_senza_mamma_banner_160x600.png
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
Prima Persona Singolare NEWS
L’ombra del sicomoro
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
gemini_man_banner_728x140.jpeg
Espiazione PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 19
ScarsoOttimo 
Scritto da Sara Sagrati   
martedì 02 ottobre 2007

Espiazione
Titolo originale: Atonement
Gran Bretagna, USA: 2007 Regia di: Joe Wright Genere: Drammatico Durata: 123'
Interpreti: Keira Knightley, James McAvoy, Romola Garai, Saoirse Ronan, Brenda Blethyn, Vanessa Redgrave, Juno Temple, Gina McKee, Michelle Duncan, Vivienne Gibbs
Sito web: www.cinema.universalpictures.it/website/espiazione
Voto: 7
Recensione di: Sara Sagrati

64venezia_piccolo.jpg

 

 

espiazione_leggero.jpgInghilterra, estate 1935. La ricca famiglia Tallis vive in uan grande casa di campagna con parco e servitù. Nella serata del ritorno a casa del primogenito, le due sorelle si preparano a festeggiare degnamente l’evento. La giovane Briony, 13 anni, talentuosa scrittrice vuole mettere in scena una commedia usando come attori i giovani cugini ospiti della casa. L’universitaria Cecilia decora la casa con dei fiori e cerca di stare alla larga da Robbie, il figlio della governante. Robbie, diligente e studioso, ha la simpatia del Sig. Tallis che ha deciso di pagare per lui gli studi universitari. Cecilia e Robbie sono innamorati, ma lei non riesce ad ammetterlo nemmeno con se stessa a causa delle convenzioni sociali che vorrebbero i due separati per destino di nascita. I sentimenti sono però troppo forti e durante il pomeriggio avranno un incontro rivelatore. Dalla finestra Briony li vede equivoca la situazione pensando che Robbie abbia cercato di abusare di lei, convincendosi che Robbie sia un maniaco sessuale, finendo con l’accusarlo ingiustamente dell’aggressione avvenuta ai danni della giovane cugina. Quella bugia avrà ripercussioni sulla vita di tutti: Cecile lascierà la famiglia per stare vicino a Robbie mantenendosi facendo l’infermiera, Robbie finirà in prigione e poi al fronte, mentre Briony dovrà imparare a vivere con la sua colpa alla disperata ricerca di espiazione.
Ci sono certi film che partono svantaggiati: si sa già che non piaceranno ancor prima di vederli.
Si tratta di pregiudizi verso il regista, verso il genere o magari verso il tipo di operazione. Espiazione fa parte di questa categoria: una storia d’amore tragica ambientata a cavallo della Seconda Guerra Mondiale tra una ricca signorina dell’alta società inglese e il dotato figlio della governante. Se si aggiunge che la storia è tratta da un libro di culto di Ian McEwan e che il regista è lo stesso dell’ultimo adattamento di Orgoglio e pregiudizio, non si può che temere di stare per assistere ad un film da museo. E invece no.
Espiazione, il libro, godeva di uno stile avvincente e unico, in cui salti temporali e mutamenti di punti di vista, portavano il lettore a non staccarsi dalle pagine per soffrire le stesse pene dei protagonisti ognuno dipinto attraverso le proprie verità e le proprie esperienze.
Lo sceneggiatore Christopher Hampton, nell’adattare la storia, non cade nella trappola dei salti temporali in avanti e indietro, ormai abusata nel cinema, ma predilige, soprattutto nella prima parte, la scelta di mostrare i diversi punti di vista. Cosa è accaduto daavvero vicino a quella fontana? Cecilia, Briony e Robbie vivono quello stesso momento a loro modo dando allo spettatore le coordinate per seguire lo sviluppo che quello stesso evento scatenerà nelle vite di ognuno di loro. Così, senza neanche rendersene conto, la geometrica e pittorica regia del giovane Joe Wright, riesce a conquistare anche il giudice più severo finendo col commuovere anche i cuori più duri. Mentre sembra che si stia ammirando solo la perfezione degli ambienti, le impeccabili coreografie dei personaggi, non si può che non partecipare al dramma della piccola Briony che mente sapendo di mentire, fino al punto da sentirsi sollevati quando, da anziana, riuscirà (forse) ad espiare la sua colpa.
Una scelta registica ben precisa che usa alternativamente movimenti e staticità, per sottolineare le condizioni e gli stati d’animo dei personaggi. I lunghi spostamenti della piccola Briony tra i seriosi corridoi della grande casa paterna sono una metafora del suo ingabbiamento, come se lei vivesse all’interno di un labirinto, che non è solo sociale, ma anche emotivo. Un preludio al suo destino da infermiera che continua a muoversi tra gli asettici corridoi di un ospedale, fino a quando, ormai scrittrice famosa, sarà finalmente immobile, mentre parla di sè davanti ad una telecamera. Al contrario la sorella Cecile sembra parte di un tableau vivant.
La sua vita si svolge all’interno di una cornice fino a quando non le verrà portato via il suo amore. Perfetto anche il momento dell’abbandono ai sensi, in una delle scene più sensuali che si siano mai viste al cinema fatta di mani che si incrociano, luci soffuse, labbra che si cercano. Lussuria e dolcezza al tempo stesso. Poi la bugia irrompe, le convenzioni sociali del ricco verso il povero hanno la meglio e tutto si frantuma. Il quadro non c’è più, i colori cambiano e la guerra divide ancor di più i giovani amanti, creando due nuovi Romeo e Giulietta divisi, non dall’odio delle rispettive famiglie, ma dalle ipocrisie di una società e dalla stupidità della guerra.
Il pregiudizio era corretto, il film è patinato, freddo, distaccato.
Eppure sa farsi strada astutamente entrando dagli occhi e arrivando giù, fino in fondo all’anima.

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
Il giorno sbagliato
Quando l'amore brucia l'anima. Walk The Line
7 ore per farti innamorare
Donnie Brasco
La forma dell'acqua - The Shape of Water
Re per una notte
Il re di Staten Island
La casa dalle finestre che ridono
È per il tuo bene
La gente che sta bene
Festival
Il primo Natale
Odio l'estate
Empire State
La ragazza che sapeva troppo
The vast of night
Dark Places. Nei luoghi oscuri
Honey boy
I miserabili
Quadrophenia
Parasite
La dea fortuna
Bombshell. La voce dello scandalo
D.N.A. decisamente non adatti
The gambler
Runner, runner
Il fuoco della vendetta
Death sentence – sentenza di morte
L’uomo invisibile
La Notte ha Divorato il Mondo
Ora non ricordo il nome
Cattive acque
Animali notturni
Rosso mille miglia
Gioco d'amore
All eyez on me
Gli anni più belli
Lontano lontano
L'uomo dei sogni
Rocketman
RICERCA AVANZATA
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere