Giovedì 6 Ottobre 2022
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
News
10_giorni_senza_mamma_banner_160x600.png
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
Prima Persona Singolare NEWS
L’ombra del sicomoro
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
gemini_man_banner_728x140.jpeg
Harry Brown PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 3
ScarsoOttimo 
Scritto da Nicola Picchi   
mercoledì 09 dicembre 2009

Harry Brown
Titolo originale: Harry Brown
Gran Bretagna: 2009 Regia di: Daniel Barber Genere: Drammatico Durata: 102'
Interpreti: Michael Caine, Emily Mortimer, Charlie Creed-Miles, Ben Drew, Liam Cunningham, Iain Glen, David Bradley
Sito web:
Nelle sale dal: In dvd - Inedito Nelle Sale
Voto: 6
Trailer
Recensione di: Nicola Picchi
L'aggettivo ideale: Cupo

Harry BrownHarry Brown è un ex Royal Marine, ormai in pensione. Abita in uno squallido appartamentino dell’East End londinese, e trascorre le sue giornate tra una visita in ospedale alla moglie ammalata e una puntata al pub, dove gioca a scacchi con l’amico Leonard.
Quando la moglie muore e Leonard viene aggredito e ucciso da una banda del quartiere, Harry decide di vendicarlo.

Sospeso tra “Il Giustiziere della Notte” e “Gran Torino”, “Harry Brown” fatica a ritagliarsi uno spazio autonomo e la storia del pensionato che decide di farsi giustizia da solo e di reagire all’inarrestabile degrado del suo quartiere, in cui spadroneggiano impunemente bande di giovani spacciatori, corre il rischio di ridursi ad un’infilata di cliché.
De “Il Giustiziere della Notte” gli mancano la propensione exploitation e il desiderio di morte (“Death Wish”, appunto) del vigilante Paul Kersey. Del capolavoro di Clint Eastwood, distante anni luce, l’ironia e l’afflato umanistico. Se all’inizio la secca descrizione d’ambiente, improntata ad un sobrio realismo, e le tipologie dei personaggi ricordano un certo tipo di cinema inglese attento al sociale e dotato di uno sguardo quasi antropologico, in seguito il film si adagia sui binari tracciati dal prototipo, di cui condivide la logica giustizialista e il richiamo agli archetipi del Western. Da Ken Loach e Shane Meadows a Michael Winner, insomma, il passo è breve.

I luoghi comuni s’impongono come verità acclarate, e non c’è spazio per il dubbio o per soluzioni drammaturgiche che esulino dalla vulgata. La polizia è ovviamente impotente a risolvere il caso, oltre che in seria difficoltà davanti alle sommosse urbane, mentre i cattivi sono veramente tali, talmente cattivi che non solo si dedicano con letizia ad atti contronatura ed assumono tutte le droghe a disposizione, ma documentano gioiosamente le loro efferatezze riprendendole con il cellulare.
E via stereotipando, verrebbe da dire, se non fosse che l’asciutta regia dell’esordiente Daniel Barber, già candidato all’Oscar 2008 per il cortometraggio “The Tonto Woman”, è migliore della sceneggiatura di Gary Young nel delineare le imprese del geriatrico giustiziere. Barber impone al film un ritmo lento ma inesorabile, in cui anche la violenza è disseccata, ridotta ai minimi termini e di certo non spettacolarizzata. Niente a che vedere, tanto per ricordare le più recenti variazioni sul tema, con il survoltato “Death Sentence” di James Wan, in cui un invasato Kevin Bacon sterminava criminali per vendicare la morte del figlio, o con la giustizia preventiva alla Bush & Cheney dell’ambiguo “Il Buio nell’Anima” di Neil Jordan.

L’atmosfera è cupa e disperata, parzialmente mitigata da un relativo lieto fine, e la desolazione urbana, vividamente fotografata da Martin Ruhe (Control), del tutto avvilente. Barber è molto abile nel dare credibilità ai suoi personaggi ma anche nel costruire la suspense, come nella scena in cui Harry acquista delle armi da due tossicodipendenti: una sequenza lenta ma impeccabilmente costruita, in cui la tensione cresce progressivamente prima di esplodere in un poco catartico bagno di sangue, che  mostra una grande padronanza del mezzo cinematografico ed altrettanta sottigliezza.
Ma la crociata di “Harry Brown” non avrebbe ragione di esistere senza l’intensa interpretazione di Michael Caine, capace di passare dall’angoscia alla ferocia e dalla fragilità ad una sorda determinazione in una frazione di secondo.
Non che l’eccellenza di Caine sia una novità, ma qui l’attore sembra ritrovare, appena opacizzata dal trascorrere del tempo, la disincantata cattiveria dell’immortale “Get Carter” (1971) di Mike Hodges, dando allo stesso tempo allo spettatore un’ottima ragione per vedere il film.

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
Il giorno sbagliato
Quando l'amore brucia l'anima. Walk The Line
7 ore per farti innamorare
Donnie Brasco
La forma dell'acqua - The Shape of Water
Re per una notte
Il re di Staten Island
La casa dalle finestre che ridono
È per il tuo bene
La gente che sta bene
Festival
Il primo Natale
Odio l'estate
Empire State
La ragazza che sapeva troppo
The vast of night
Dark Places. Nei luoghi oscuri
Honey boy
I miserabili
Quadrophenia
Parasite
La dea fortuna
Bombshell. La voce dello scandalo
D.N.A. decisamente non adatti
The gambler
Runner, runner
Il fuoco della vendetta
Death sentence – sentenza di morte
L’uomo invisibile
La Notte ha Divorato il Mondo
Ora non ricordo il nome
Cattive acque
Animali notturni
Rosso mille miglia
Gioco d'amore
All eyez on me
Gli anni più belli
Lontano lontano
L'uomo dei sogni
Rocketman
RICERCA AVANZATA
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere