HOME arrow Fantascienza arrow I Gatti Persiani
Venerdì 7 Ottobre 2022
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
News
10_giorni_senza_mamma_banner_160x600.png
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
Prima Persona Singolare NEWS
L’ombra del sicomoro
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
gemini_man_banner_728x140.jpeg
I Gatti Persiani PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 4
ScarsoOttimo 
Scritto da Domenico Astuti   
mercoledì 21 aprile 2010

I gatti persiani
Titolo originale: Kasi Az Gorbehaye Irani Khabar Nadareh
Iran: 2009. Regia di: Bahman Ghobadi Genere: Drammatico Durata: 101'
Interpreti: Hamed Behdad, Ashkan Koohzad, Negar Shaghaghi
Sito web: 
Nelle sale dal: 16/04/2010
Voto: 6
Trailer
Recensione di: Domenico Astuti
L'aggettivo ideale: Approssimativo
Scarica il Pressbook del film

I gatti persianiBahman Ghobadi è un regista, sceneggiatore e produttore cinematografico iraniano di etnia curda, nato quaranta anni fa in una città al confine con l’Iraq. E’ stato aiuto regista di Abbas Kiarostami per “ Il film Il vento ci porterà via “e attore per Samira Makhmalbaf per il film ” Lavagne “.
Ha esordito alla regia nel 2000 con “ Il tempo dei cavalli ubriachi “ con cui ha vinto la Camera d’Oro per la migliore Opera prima al Festival di Cannes. I film successivi sono stati “ Marooned in Iraq “, “ Turtles Can Fly “ e “Half Moon “. Nel 2009 ha girato in clandestinità, in poco più di due settimane, “ I gatti persiani “ vincendo il premio speciale della giuria del Certain Regard, sempre al Festival di Cannes.

“ I Gatti Persiani “ un'opera quasi documentaristica sul mondo semi clandestino dei giovani musicisti nel Paese che ha vietato la musica. Ma in Iran è vietato anche portare fuori cani e gatti, anche se in casa la popolazione ha spesso gatti persiani che ama moltissimo. E il regista sembra paragonare i giovani protagonisti senza libertà e costretti a nascondersi per suonare la loro musica a questi animali preziosi. La storia inizia con Nader, una specie di organizzatore di concerti,
procacciatore di passaporti e visti, press agent di gruppi musicali e di tanto altro che viene fermato dalla polizia e interrogato per dei cd e una bottiglia di alcool che gli hanno sequestrato. Ha una gran parlantina e se la cava con una piccola condanna al carcere, una forte penale e nemmeno una frustata. Subito dopo vediamo e ascoltiamo uno dei cantati più conosciuti in tutto l'Iran: Hichkas, un rapper che canta le ingiustizie e gli squilibri della società della capitale iraniana.

Poi ci sono Negar e Askhan, due giovani musicisti, appena usciti di prigione per aver suonato musica occidentale proibita in Iran; forse vogliono formare un gruppo musicale moderno per andare a suonare a Londra ma lui sembra un po’ scoraggiatopoichè l’ultimo disco non ha avuto una distribuzione.
E’ l’incontro con Nader, che conosce tutti ed ha energie illimitate, li sprona e gli dà la carica giusta per tentare di nuovo: per questo iniziano a setacciare il mondo underground della Teheran di oggi in cerca di altri musicisti. Nader li porta anche da un amico anziano che fa il falsificatore di passaporti e di visti. In dieci giorni avranno ciò che gli serve.
Cercano allora di organizzare un concerto a Teheran per finanziare l'acquisto dei passaporti allo scopo di emigrare a Londra. Ma mettere su un gruppo rock è complicato e più difficile di quanto possano immaginare, la maggior parte dei musicisti che incontrano hanno tutti avuto numerosi problemi con la polizia del regime e non hanno voglia di rischiare ulteriormente. Preferiscono suonare la musica clandestinamente nelle cantine, sui tetti dei palazzi, nei cantieri edili, e la formidabile energia che producono gli basta per sostituire la voglia di libertà e il rifiuto del regime asfissiante che in tutti i modi blocca la loro creatività. Il regista ci mostra la città, il movimento continuo, ed anche inutile, di questi giovani ripresi in modo sincopato, per scene brevi, frantumate e nervose che la musica accompagna e riempie come in una serie di clips.

Osserviamo l'effervescente mondo underground di Teheran, quello di tutti gli stili musicali: hard-rock, blues, rap o world-music. Sembra comunque che il progetto per gli amici vada per il meglio ma d’un tratto tutto precipita, il vecchio falsificatore di passaporti viene arrestato, Nader sembra crollare dopo l’ennesimo fallimento e scompare, Negar e Askhan ancora inconsapevoli della sfortuna vanno a cercare l’amico, Askhan lo trova completamente ubriaco e fatto in una festa clandestina mentre Negar aspetta per strada. Giunge la polizia, c’è una retata, la tragedia è nell’aria…
Il film è a metà tra documentario, fiction e video-clip: comincia con toni realisti, per finire in una drammatizzazione simbolica, un primo piano di Negar filmata per la prima volta a testa scoperta ma senza più vita.
Tutti il film è molto parlato, con un doppiaggio a volte fastidioso, le sequenze sono frammentarie ma anche lente, forse perché la musica quasi costante e ritmate non ha un supporto coerente di immagini, che sono quasi rubate dai bassifondi di Teheran.

Ghobadi ha spiegato il motivo per cui ha realizzato “ I gatti persiani “: nel mio film ho voluto mostrare una briciola della cultura underground iraniana, poiché essa non è soltanto musica, ma anche arte, poesia, letteratura: c'è una grandissima produzioneartistica tenuta nascosta che aspetta soltanto di poter uscire fuori un giorno.
Ho tenuto i diritti del film in Iran per me e ho permesso che fosse distribuito gratuitamente per le strade, in questo modo tantissimi giovani hanno potuto vedere qual è la situazione nel nostro paese e ne sono rimasti molto turbati, e come loro tantissime altre persone che sto incontrando in questi mesi in giro per il mondo, che mi stringono la mano e mi ringraziano per avergli mostrato questa situazione".

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
Il giorno sbagliato
Quando l'amore brucia l'anima. Walk The Line
7 ore per farti innamorare
Donnie Brasco
La forma dell'acqua - The Shape of Water
Re per una notte
Il re di Staten Island
La casa dalle finestre che ridono
È per il tuo bene
La gente che sta bene
Festival
Il primo Natale
Odio l'estate
Empire State
La ragazza che sapeva troppo
The vast of night
Dark Places. Nei luoghi oscuri
Honey boy
I miserabili
Quadrophenia
Parasite
La dea fortuna
Bombshell. La voce dello scandalo
D.N.A. decisamente non adatti
The gambler
Runner, runner
Il fuoco della vendetta
Death sentence – sentenza di morte
L’uomo invisibile
La Notte ha Divorato il Mondo
Ora non ricordo il nome
Cattive acque
Animali notturni
Rosso mille miglia
Gioco d'amore
All eyez on me
Gli anni più belli
Lontano lontano
L'uomo dei sogni
Rocketman
RICERCA AVANZATA
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere