HOME arrow Fantascienza arrow Il cattivo tenente - Ultima Chiamata New Orleans
Mercoledì 28 Settembre 2022
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
News
10_giorni_senza_mamma_banner_160x600.png
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
Prima Persona Singolare NEWS
L’ombra del sicomoro
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
gemini_man_banner_728x140.jpeg
Il cattivo tenente - Ultima Chiamata New Orleans PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 10
ScarsoOttimo 
Scritto da Nicola Picchi   
venerdì 18 settembre 2009

Il cattivo tenente - Ultima Chiamata New Orleans
Titolo originale: Bad Lieutenant: Port of Call New Orleans
USA: 2009 Regia di: Werner Herzog Genere: Drammatico Durata: 121'
Interpreti: Nicolas Cage, Val Kilmer, Eva Mendes, Fairuza Balk, Jennifer Coolidge, Brad Dourif, Shawn Hatosy, Denzel Whitaker, Shea Whigham, Xzibit
Sito web:
Nelle sale dal: 11/09/2009
Voto: 6,5
Trailer
Recensione di: Nicola Picchi
L'aggettivo ideale: Eccentrico

ilcattivotenente_leggero.jpgDurante l’uragano Katrina, il sergente Terence McDonaugh salva dall’annegamento un detenuto intrappolato in una prigione, guadagnandosi la promozione a tenente ma anche forti dolori alla schiena, che gli procureranno una dipendenza da Vicodin e droghe assortite.
Quando si trova ad indagare sulla strage di una famiglia di afroamericani legata al traffico di droga, Terence è certo di riuscire ad incastrare il colpevole.

A scanso di equivoci, questo remake truffaldino dell’omonimo capolavoro di Abel Ferrara non ha nulla a che spartire con l’originale. E per fortuna, verrebbe da aggiungere, visto che la sola idea appariva non solo blasfema e ridicola, ma anche fortemente rischiosa per qualsiasi regista si trovasse ad affrontarla. Risultano così un po’ sterili le polemiche successive, in cui Ferrara maledice i responsabili di cotanto oltraggio mentre il pacatissimo Herzog, che dichiara di non conoscerlo e di non avere mai visto “Il cattivo tenente”, invita il collega ad una chiaccherata pacificatrice davanti a un buon whisky.
Unico punto di contatto tra i due film, l’avere come protagonista un poliziotto corrotto e sessuomane, nonchè consumatore compulsivo di qualsiasi droga gli capiti a tiro.

Fin dalle prime immagini, risulta chiaro che Herzog è totalmente disinteressato alla struttura convenzionalmente noir imbastita dallo sceneggiatore televisivo William Filkenstein, sia pure nei limiti dell’esercizio di stile.
La New Orleans post-Katrina in cui è ambientata la vicenda è osservata con occhio tra il documentaristico e l’allucinato, un sistema urbano sull’orlo del collasso non molto dissimile dalla giungla di Aguirre e Fitzcarraldo o dai ghiacci di “Encounters at the End of the World”. Il tenente Terence McDonaugh, costantemente sotto l’influsso di sostanze stupefacenti, si muove in un mondo immerso in un chiarore abbacinante, che contraddice tutti gli stilemi del genere. Abito di due taglie più grandi e pistola perennemente infilata nei pantaloni, è un surreale Buster Keaton strafatto, eppure paradossalmente lucidissimo, sempre alla ricerca di qualcosa che acquieti temporaneamente la sua dipendenza, che si tratti di sesso, di droga o di denaro per pagare il suo allibratore. E’ dunque conseguenziale che la trama da poliziesco di quart’ordine, l’indagine sull’omicidio di cinque senegalesi ad opera del trafficante Big Fate, scivoli immediatamente in secondo piano, mentre il film si disperde in mille rivoli seguendo un percorso erratico e imprevedibile, sul filo dell’assurdo.

Anche le scene che ai detrattori parranno troppo autoreferenziali (l’alligatore investito, le iguane) hanno una loro ragion d’essere all’interno di questo programmatico “detour”, che oscilla tra l’acida parodia e l’amore per l’eccentrico.
La narrazione si sfilaccia in una miriade di frammenti inaspettati (il rapporto di Terence con Frankie, prostituta d’alto bordo, e con il padre ex alcolista) e di personaggi sopra le righe (l’allibratore Brad Dourif, il cliente di Frankie), perdendo qualsiasi baricentro per abbandonarsi liberamente al piacere di un’esplorazione priva di vincoli di sorta, un viaggio che lo spettatore è invitato ad intraprendere fin dalla prima inquadratura, che segue lo spostamento sinusoidale di un serpente acquatico.
Nicolas Cage, attore gigionesco quant’altri mai, è assolutamente perfetto per il ruolo di Terence McDonaugh, naturalmente augurandosi che non l’abbia preso sul serio.
Vederlo quando digrigna i denti spianando la pistola in faccia a un’anziana signora in sedia a rotelle, o mentre strabuzza gli occhi ricevendo favori sessuali da una ragazza fermata all’uscita di una discoteca raggiunge vertici assoluti di comicità, si spera volontaria.

Detto questo, è da una ventina d’anni che Herzog dà il meglio di sé nei documentari o presunti tali, e “Il cattivo tenente”, pur con tutti i suoi pregi, non fa eccezione alla regola. Abbandonando il titanismo romantico di Aguirre, Fitzcarraldo o Nosferatu, per inseguire il pallido outsider  Terence McDonaugh, slavata incarnazione in sedicesimo dei suoi predecessori, il regista è convincente a metà, e quella che resta è un’apprezzabile, ironica ma in parte svogliata, variazione sul tema.

Ami il Cinema? Vuoi vedere le ultimissime novità senza spendere un centesimo? Accedi con eMule Official alla lista di tutti i film che puoi scaricare gratis e usa Speed Downloading per velocizzare tutto in modo semplice!

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
Il giorno sbagliato
Quando l'amore brucia l'anima. Walk The Line
7 ore per farti innamorare
Donnie Brasco
La forma dell'acqua - The Shape of Water
Re per una notte
Il re di Staten Island
La casa dalle finestre che ridono
È per il tuo bene
La gente che sta bene
Festival
Il primo Natale
Odio l'estate
Empire State
La ragazza che sapeva troppo
The vast of night
Dark Places. Nei luoghi oscuri
Honey boy
I miserabili
Quadrophenia
Parasite
La dea fortuna
Bombshell. La voce dello scandalo
D.N.A. decisamente non adatti
The gambler
Runner, runner
Il fuoco della vendetta
Death sentence – sentenza di morte
L’uomo invisibile
La Notte ha Divorato il Mondo
Ora non ricordo il nome
Cattive acque
Animali notturni
Rosso mille miglia
Gioco d'amore
All eyez on me
Gli anni più belli
Lontano lontano
L'uomo dei sogni
Rocketman
RICERCA AVANZATA
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere