HOME arrow LE NOSTRE RECENSIONI: arrow Drammatico arrow Il papà di Giovanna
Martedì 2 Marzo 2021
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
CONTATTI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
News
american-woman-banner.jpg
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
L’ombra del sicomoro NEWS
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
richard_jewell_banner.png
Il papà di Giovanna PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 0
ScarsoOttimo 
Scritto da Samuele Pasquino   
mercoledì 11 febbraio 2009

Il papà di Giovanna
Titolo originale: Il papà di Giovanna
Italia: 2008. Regia di: Pupi Avati Genere: Drammatico Durata: 104'
Interpreti: Silvio Orlando, Francesca Neri, Ezio Greggio, Alba Rohrwacher, Serena Grandi, Gloria Cocco
Sito web: www.ilpapadigiovanna.it
Nelle sale dal: 12/09/2008
Voto: 8
Trailer
Recensione di: Samuele Pasquino

ilpapadigiovannaBologna, 1938. Michele Casali (Silvio Orlando) è un professore con una figlia adolescente problematica, Giovanna (Alba Rohrwacher), per la quale immagina un futuro felice.
La ragazza è bruttina, timida, e per tali motivi non ha corteggiatori. Anche la madre Delia (Francesca Neri) ha con lei un difficile rapporto.
Quando la giovane si innamora di un suo compagno di studi, Michele sembra intravedere un barlume di luce, ma il ragazzo, invece, corteggia la migliore amica di Giovanna.
La giovane, in preda alla gelosia, commette un omicidio che le costa l'internamento in un manicomio.
Michele affronterà una grave crisi familiare, in un periodo sconvolto dalla seconda guerra mondiale.  

Il tema dell'emarginazione viene affrontato dal regista Pupi Avati con quel carico di problematiche atte ad intensificare un dramma reale, quello della diversità.
Giovanna è una ragazza disadattata non a livello sociale ma piuttosto a livello psicologico, in preda ad una solitudine venutasi a creare a causa di una radicata natura infantile.
L'emarginazione che la giovane è costretta a subire colpisce direttamente anche il padre Michele.
L'uomo è un genitore che nutre forti speranze nei confronti della figlia ma non vive i problemi con cecità e illusione, bensì le costruisce, o almeno tenta, un mondo intorno, in cui il dolore e la sofferenza vengono tenuti lontani: è un vano tentativo, la vita irrompe con impeto crudele e infierisce sulla debole personalità di Giovanna, con un risultato tragicamente duro, l'omicidio.
Il fatto, che si consuma in un ambito drammaticamente italiano, il fascismo in quanto regime dittatoriale e tremendamente vessatorio, provoca una crisi profonda, insanabile, all'interno della famiglia stessa di Michele. La moglie Delia si allontana, emarginando lei stessa la figlia, esprimendo così il suo disprezzo nei confronti del delitto messo in atto da Giovanna.
Avati non si sofferma tanto sull'orrendo crimine, quanto sulle tristi e ovvie conseguenze, contestualizzate con storica precisione.
Michele perde il lavoro e viene etichettato come il padre di un'assassina, sprofondando in un abisso di ipocrisia e voci crudeli che si fanno radicate e quindi indelebili.
Ciò nonostante, si tratta di un uomo coraggioso e caparbio, affezionato alla figlia tanto da non abbandonarla, e in tal modo perdonarla per il suo misfatto.
Gli anni della guerra, peraltro ottimamente resa da Avati, sono per Michele gli anni più duri, ma non per la tragedia bellica, è l'isolamento della figlia in manicomio a ossessionarlo.
Con la liberazione, sembra che anche Giovanna possa ritrovare un po' di serenità, riacquisendo la libertà e la voglia di vivere.

Il regista colloca la storia nella sua amata Bologna, città di ricordi ed esperienze importanti per il cineasta italiano, un autentico maestro nel preparare le inquadrature e disporle in sequenze straordinariamente concrete.
Avati è, perciò, un pragmatico realista, che prima ancora della storia delinea i personaggi, fornendone un ritratto non ideale ma significativamente vero e ricco di sfumature. Anche per queste caratteristiche, "Il papà di Giovanna" ha avuto il merito di far riflettere su problematiche attuali che riguardano il rapporto tra genitori e figli, un'intesa non scontata e dai labili confini soprattutto psicologici.
Silvio Orlando è magnifico per la sua bravura ed intensità, completano la famiglia messa Francesca Neri nella parte della moglie e Alba Rohrwacher in quella di Giovanna. Non meno importante risulta il ruolo affidato a Ezio Greggio, l'amico poliziotto di Michele, un grande sostegno per il protagonista.
L'attore sa stupire con le sue doti recitative adatte persino ad una parte drammatica e particolarmente impegnativa.
Il film di Avati torna ad esaltare il cinema italiano e ci riesce con straordinaria naturalezza.

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
Il giorno sbagliato
Quando l'amore brucia l'anima. Walk The Line
7 ore per farti innamorare
Donnie Brasco
La forma dell'acqua - The Shape of Water
Re per una notte
Il re di Staten Island
La casa dalle finestre che ridono
È per il tuo bene
La gente che sta bene
Festival
Il primo Natale
Odio l'estate
Empire State
La ragazza che sapeva troppo
The vast of night
Dark Places. Nei luoghi oscuri
Honey boy
I miserabili
Quadrophenia
Parasite
La dea fortuna
Bombshell. La voce dello scandalo
D.N.A. decisamente non adatti
The gambler
Runner, runner
Il fuoco della vendetta
Death sentence – sentenza di morte
L’uomo invisibile
La Notte ha Divorato il Mondo
Ora non ricordo il nome
Cattive acque
Animali notturni
Rosso mille miglia
Gioco d'amore
All eyez on me
Gli anni più belli
Lontano lontano
L'uomo dei sogni
Rocketman
RICERCA AVANZATA
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere