Martedì 2 Marzo 2021
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
CONTATTI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
News
american-woman-banner.jpg
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
L’ombra del sicomoro NEWS
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
richard_jewell_banner.png
Imbattibile PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 2
ScarsoOttimo 
Scritto da Andrea D'Addio   
martedì 30 gennaio 2007

Imbattibile
USA: 2006. Regia di: Ericson Core Genere: Drammatico Durata: 105'
Interpreti: Mark Wahlberg, Greg Kinnear, Elizabeth Banks, Kevin Conway, Michael Kelly, Nicoye Banks, Stink Fisher, Jack Kehler, Michael Rispoli
Recensione di: Andrea D'Addio

invincible.jpgCerto che se non ci fosse lo sport ad offrire storie su storie all'industria cinematografica statunitense i film d'oltreoceano sarebbero quasi dimezzati. Che sia basket, baseball, hockey, ginnastica artistica, danza o football come nel caso di "L'imbattibile", poca cambia. Storie di uomini o squadre che quando davano tutti perdenti ce la fanno a raggiungere quell'obiettivo che li fa passare dall'altra parte di quella barricata vincenti/perdenti che divide le società statunitensi.
Perché la vittoria sportiva è anche e soprattutto realizzazione personale, giustificazione di tutti i sacrifici sostenuti prima. Solo per citare i lavori d'ambiente football, così alla rinfusa: "Ogni maledetta domenica", "Il sapore della vittoria", "Le riserve", "I mastini del Dallas", "Quella sporca ultima meta" (e il recente remake), "The program", "Varsity blues", "Waterboy", "Il Paradiso può attendere" e "Il Campione". Cambiano alcune variabili, il periodo storico e l'origine del soggetto: vera o inventata? Nel caso di "Imbattibile" è storia realmente accaduta e cioè quella di un trentenne senza lavoro di Philadelphia che prova ad entrare nella squadra della propria città per esordire nella lega professionistica.
Una piccola ricerca della felicità (per descriverla alla Muccino) con sceneggiatura prevedibile come uno svarione di Luca Giurato di prima mattina, che cerca di pompare fino alla canonica ora e mezza una storia che per quanto sia interessante in quanto vera, non regge sulla distanza del lungometraggio. Un problema probabilmente avvertito dagli stessi autori che cercano in tutti i modi di far coincidere il successo del proprio protagonista con quello di una città (Philadelphia) coinvolta nella recessione statunitense del 74-75. Palese è l'intento di rendere tutto epico, a partire dal football e così escono frasi del tipo: "Quel touchdown mi fece sperare 30 anni". Nulla toglie comunque al fatto che ci si possa emozionare (quantomeno nel finale) o ad aspetti tecnici come la rappresentazione visiva dell'epoca: fotografia, costumi e scenografie sono curate e funzionali al racconto. Regia convenzionale di un esordiente fino ad oggi direttore della fotografia (che cura lui stesso anche qui). Bella presenza scenica per Marc Wahlberg, e semplice timbro del cartellino per Greg Kinnear.

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
Il giorno sbagliato
Quando l'amore brucia l'anima. Walk The Line
7 ore per farti innamorare
Donnie Brasco
La forma dell'acqua - The Shape of Water
Re per una notte
Il re di Staten Island
La casa dalle finestre che ridono
È per il tuo bene
La gente che sta bene
Festival
Il primo Natale
Odio l'estate
Empire State
La ragazza che sapeva troppo
The vast of night
Dark Places. Nei luoghi oscuri
Honey boy
I miserabili
Quadrophenia
Parasite
La dea fortuna
Bombshell. La voce dello scandalo
D.N.A. decisamente non adatti
The gambler
Runner, runner
Il fuoco della vendetta
Death sentence – sentenza di morte
L’uomo invisibile
La Notte ha Divorato il Mondo
Ora non ricordo il nome
Cattive acque
Animali notturni
Rosso mille miglia
Gioco d'amore
All eyez on me
Gli anni più belli
Lontano lontano
L'uomo dei sogni
Rocketman
RICERCA AVANZATA
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere