Giovedì 25 Febbraio 2021
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
CONTATTI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
News
american-woman-banner.jpg
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
L’ombra del sicomoro NEWS
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
richard_jewell_banner.png
In memoria di me PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 2
ScarsoOttimo 
Scritto da Mauro Corso   
mercoledì 07 marzo 2007

In memoria di me
Italia: 2006. Regia di: Saverio Costanzo Genere: Drammatico Durata: 115'
Interpreti: Christo Jivkov, André Hennicke, Marco Baliani, Fausto Russo Alesi, Filippo Timi, Stefano Antonucci, Rocco Andrea Barone
Recensione di: Mauro Corso 

inmemoriadime.jpgIl dubbio, la crisi dello spirito, la perdita del senso sono i tratti tipici dell'uomo moderno, anche se vengono più o meno abilmente rimossi nella routine quotidiana e dietro lo specchio della normalità e dei valori condivisi. In questo "In memoria di me" Saverio Costanzo affronta in modo diretto tali questioni di ampio respiro morale, riprendendo (anche se in maniera molto diversa) il discorso sul recupero della libertà già presente nel precedente Private.
Andrea è un giovane in crisi spirituale che decide di entrare in seminario per dedicarsi al sacerdozio. Non sappiamo le ragioni della sua crisi e del resto non sono importanti nell'economia della pellicola; quello che è davvero di grande rilevanza è il percorso interiore di Andrea, il suo rapporto con gli altri novizi e con il mondo di questo seminario veneziano (anche se non si vedono che rari scorci degli esterni). Le atmosfere sono claustrofobiche, i colori sospesi tra oscurità più totale e nitore accecante, rappresentazione delle incertezze di chi percorre il difficile sentiero della ricerca interiore. Andrea è un personaggio problematico, dai modi misteriosi e nei confronti di tutto quello che lo circonda curioso fino all'indiscrezione. Questo favorisce un processo di identificazione perché la curiosità e l'indiscrezione del protagonista diventano "nostre", mentre ci addentriamo in un microcosmo molto somigliante a una realtà militare. Questo non deve stupire perché il linguaggio della fede fin dai primordi ha attinto copiosamente dalla sfera lessicale bellica; ad esempio San Paolo così esortava gli efesini "Rivestitevi dell'armatura di Dio, per resistere alle insidie del Diavolo" (Efesini 6:11). Del resto dietro a questo "In memoria di me" c'è una ricerca approfondita sulla storia della chiesa e della spiritualità cristiana, da Sant'Agostino fino al Grande Inquisitore di Dostoevskij, evocato nella scena finale.
Costanzo, nonostante abbia corso qualche rischio, evita abilmente molti dei clichè in cui rischiava di cadere, soprattutto grazie ad un cambiamento continuo di prospettiva sia nella trattazione dei personaggi che nell'uso - davvero molto curioso - della colonna sonora. I religiosi infatti ascoltano valzer viennesi durante i pasti, particolare che secondo il regista è copiato dalla realtà ad esempio presso i gesuiti che usano la musica come forma di condivisione. Ad una seconda lettura questa musica chiaramente non religiosa rappresenta la pressione del mondo esterno sulla saldezza delle scelte di vita e di fede dei novizi. Tuttavia Costanzo non vuole dare risposte né facili vie di uscita in questo lavoro che forse ai più risulterà anche ostico, ma porre sul piatto una serie di problemi sulle scelte di vita che riguardano cattolici, laici e non credenti allo stesso modo. Il cast è all'altezza di questo compito particolarmente gravoso, ma tra tutti spicca un magnifico André Hennicke nel ruolo del Padre superiore, un personaggio sfaccettato ed umanissimo, che sa essere severo ed intransigente ma anche compassionevole e delicato.

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
Il giorno sbagliato
Quando l'amore brucia l'anima. Walk The Line
7 ore per farti innamorare
Donnie Brasco
La forma dell'acqua - The Shape of Water
Re per una notte
Il re di Staten Island
La casa dalle finestre che ridono
È per il tuo bene
La gente che sta bene
Festival
Il primo Natale
Odio l'estate
Empire State
La ragazza che sapeva troppo
The vast of night
Dark Places. Nei luoghi oscuri
Honey boy
I miserabili
Quadrophenia
Parasite
La dea fortuna
Bombshell. La voce dello scandalo
D.N.A. decisamente non adatti
The gambler
Runner, runner
Il fuoco della vendetta
Death sentence – sentenza di morte
L’uomo invisibile
La Notte ha Divorato il Mondo
Ora non ricordo il nome
Cattive acque
Animali notturni
Rosso mille miglia
Gioco d'amore
All eyez on me
Gli anni più belli
Lontano lontano
L'uomo dei sogni
Rocketman
RICERCA AVANZATA
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere