Venerdì 26 Febbraio 2021
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
CONTATTI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
News
american-woman-banner.jpg
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
L’ombra del sicomoro NEWS
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
richard_jewell_banner.png
Into the Wild PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 4
ScarsoOttimo 
Scritto da Valeria Dagianti   
martedì 12 febbraio 2008

Into the Wild
Titolo originale: Into the Wild
Titolo internazionale: Lust, Caution
USA: 2007. Regia di: Sean Penn Genere: Drammatico Durata: 148'
Interpreti: Emile Hirsch, Vince Vaughn, Kristen Stewart, William Hurt, Marcia Gay Harden, Katherine Keener, Hal Holbrook
Sito web: www.//intothewild.com
Nelle sale dal: 25/01/2008
Voto: 7
Recensione di: Valeria Dagianti

intothewild_leggero.jpgEd improvvisamente, tutto ti sembra così scontato, vuoto, inutile.
Cosa faresti se ad un tratto capissi che la tua vita, non è stata altro che un insieme di cose ammucchiate una sull’altra: una bella casa, una macchina nuova ed un ottimo libretto di risparmi per il futuro. Molti potrebbero obiettare che tutte queste parole elencate una dopo l’altra, e magari con l’aggiunta di una persona speciale, racchiudono la felicità.
E se invece la felicità fosse partire, lasciare tutto, donare i risparmi di una vita e bruciare i pochi soldi che si trovano cercandosi nelle tasche. Chi farebbe tutto questo?
Christopher McCandless è il pazzo, o saggio, che cercavamo. Into the wild, diretto da Sean Penn, ci guida alla scoperta della sua esaltante e sconvolgente storia. Chris ha tutto, ma auto annullerà la sua vita precedente lasciando il posto ad Alexander Supertramp, che diventerà il suo nuovo nome ed il suo nuovo io, lanciandosi in un viaggio solitario alla scoperta della vita. L’Alaska, la stupenda Alaska, sarà la sua meta. È un meteorite in movimento alla Jack London , nessuno lo può fermare. Sul suo cammino incontrerà persone senza scrupoli, ma anche gente fantastica, capace di donare amore e sicurezza, pur non avendo molto da offrire.
Un film emozionante, ben diretto e ben interpretato. E forse, il suo pregio più grande è quello di farci riflettere. Sono certa che una volta usciti dal cinema, ognuno di noi si ritroverà davanti una tazza di caffè o un bicchiere di birra intento a passare in rassegna la propria esistenza, ed il mondo in cui essa si muove.
Criticando o amando il nostro Alex, considerandolo totalmente folle o semplicemente saggio.
Sempre seguendo una linea di pensiero che ci vedrà muoverci, ondeggiando delicatamente, su di una linea sottile. Perché, citando Bertrand Russell, “qualcosa come la saggezza, o quella che sembra tale è soltanto lo stadio perfetto della follia?”. Arrivando, forse, alla conclusione che se si riesce a trovare un angolino sicuro, bello e magari simpatico per guardare il mondo, si potrebbe riuscire a dire che in fondo, quel mondo, è una bella prigione.


 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
Il giorno sbagliato
Quando l'amore brucia l'anima. Walk The Line
7 ore per farti innamorare
Donnie Brasco
La forma dell'acqua - The Shape of Water
Re per una notte
Il re di Staten Island
La casa dalle finestre che ridono
È per il tuo bene
La gente che sta bene
Festival
Il primo Natale
Odio l'estate
Empire State
La ragazza che sapeva troppo
The vast of night
Dark Places. Nei luoghi oscuri
Honey boy
I miserabili
Quadrophenia
Parasite
La dea fortuna
Bombshell. La voce dello scandalo
D.N.A. decisamente non adatti
The gambler
Runner, runner
Il fuoco della vendetta
Death sentence – sentenza di morte
L’uomo invisibile
La Notte ha Divorato il Mondo
Ora non ricordo il nome
Cattive acque
Animali notturni
Rosso mille miglia
Gioco d'amore
All eyez on me
Gli anni più belli
Lontano lontano
L'uomo dei sogni
Rocketman
RICERCA AVANZATA
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere