Martedì 2 Marzo 2021
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
CONTATTI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
News
american-woman-banner.jpg
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
L’ombra del sicomoro NEWS
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
richard_jewell_banner.png
Io non ho paura PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 1
ScarsoOttimo 
Scritto da Francesco Manca   
giovedì 24 giugno 2010

Io non ho paura
Titolo originale: Io non ho paura
Italia: 2003. Regia di: Gabriele Salvatores Genere: Drammatico Durata: 95'
Interpreti: Diego Abatantuono, Dino Abbrescia, Aitana Sánchez-Gijón, Giuseppe Cristiano, Mattia Di Pierro
Sito web:
Nelle sale dal: 12/03/2003
Voto: 8
Trailer
Recensione di: Francesco Manca
L'aggettivo ideale: Emozionante
Scarica il Pressbook del film
Io non ho paura su Facebook

Io non ho pauraIndubbiamente il miglior film di Gabriele Salvatores, che traendo spunto dall’omonimo romanzo di Niccolò Ammaniti, realizza un‘opera emozionante e struggente, compatta ed impeccabile nella forma e per nulla dispersiva nella scrittura.
Al centro di essa, vi è la storia di un rapimento, ma prima ancora vi è la storia di Michele, un ragazzino come tanti altri, che passa le sue giornate a giocare con gli amici e la sorellina scorazzando negli sconfinati campi di grano. Il destino vuole che Michele scopra che all’interno di un profondo fosso scavato per terra ci sia un suo coetaneo tenuto prigioniero niente meno che da suo padre e dai suoi soci in attesa di un riscatto. Tra i due nasce una forte amicizia, e Michele farà tutto il possibile affinché il suo nuovo amico riesca a salvarsi e a tornare dalla sua famiglia.

Alla sua undicesima prova registica, Salvatores conferma di essere un Autore con la maiuscola, affrontando un tema difficile con decisione e con la giusta fermezza, evitando tutti i cliché e i facili moralismi che ne sarebbero potuti derivare e dimostrando inoltre di saper applicare a storie di forte intensità drammatica come questa il suo notevole virtuosismo già manifestato, anche se non pienamente condiviso, con il precedente “Amnèsia”, cogliendo in pieno con la macchina da presa le emozioni di tutti i personaggi e concedendo il giusto tempo alla spettacolarità. Grande importanza non è infatti dedicata soltanto agli attori ma anche al reparto tecnico dove possiamo ammirare, in particolar modo, una fotografia pirotecnica ad opera di Italo Petriccione.
Straordinari anche tutti gli attori che sono indubbiamente uno dei punti forti della pellicola, a cominciare dai giovanissimi protagonisti, Giuseppe Cristiano e Mattia Di Pierro, a quali va dato merito di aver fornito al film un’immensa naturalezza e un’invidiabile genuinità che altri attori maggiormente esperti non sarebbero riusciti minimamente ad eguagliare.
Notevole anche Dino Abbrescia nel ruolo del padre di Michele (Cristiano) e finalmente un bravissimo Diego Abatantuono che, proprio grazie al suo regista più affezionato, regala qui l’interpretazione che vale tutta la sua carriera, interpretando magistralmente il capo dei rapitori, che gli permette di sfoggiare, oltre alla sua indiscussa versatilità, anche il suo impareggiabile accento nordico dimostrando una volta di più che, nonostante il cognome, lui è un Milanese Doc.

Salvatores, che già aveva vinto un Oscar nel 1992 grazie al suo “Mediterraneo”, ha rischiato di ricevere con “Io non ho paura” un’altra nomination, ma purtroppo non è successo.
Ad ogni modo, quando si riscoprono certi gioielli della nostra cinematografia dello scorso decennio, la rabbia è sempre tanta, perché da film come questo si evince la presenza in Italia di artisti che sono veramente in grado di raccontare delle storie sincere e che vanno apprezzate per quello che sono, ma purtroppo queste storie e soprattutto questi artisti vengono offuscati da altri a cui viene dedicata maggiore attenzione e considerazione solo perché si pensa che sia giusto seguire le mode e che quindi sia giusto fare così.
Salvatores gira film per evadere, evadere dalla triste realtà che ci circonda alla ricerca di nuovi mondi e zone incontaminate dalla società del consumismo, e lo fa anche se, come in questo caso, i personaggi dei suoi film non compiono viaggi in senso fisico ma lo fanno solo con la mente, e se volete compiere insieme al suo cinema una significativa evasione dalla realtà, “Io non ho paura” è senz’altro il film che fa per voi.

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
Il giorno sbagliato
Quando l'amore brucia l'anima. Walk The Line
7 ore per farti innamorare
Donnie Brasco
La forma dell'acqua - The Shape of Water
Re per una notte
Il re di Staten Island
La casa dalle finestre che ridono
È per il tuo bene
La gente che sta bene
Festival
Il primo Natale
Odio l'estate
Empire State
La ragazza che sapeva troppo
The vast of night
Dark Places. Nei luoghi oscuri
Honey boy
I miserabili
Quadrophenia
Parasite
La dea fortuna
Bombshell. La voce dello scandalo
D.N.A. decisamente non adatti
The gambler
Runner, runner
Il fuoco della vendetta
Death sentence – sentenza di morte
L’uomo invisibile
La Notte ha Divorato il Mondo
Ora non ricordo il nome
Cattive acque
Animali notturni
Rosso mille miglia
Gioco d'amore
All eyez on me
Gli anni più belli
Lontano lontano
L'uomo dei sogni
Rocketman
RICERCA AVANZATA
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere