Lunedì 8 Agosto 2022
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
News
10_giorni_senza_mamma_banner_160x600.png
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
Prima Persona Singolare NEWS
L’ombra del sicomoro
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
nightmare-alley-728x140.jpg
La prima linea PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 2
ScarsoOttimo 
Scritto da Ciro Andreotti   
mercoledì 02 dicembre 2009

La prima linea
Titolo originale: La prima linea
Italia: 2009 Regia di: Renato De Maria Genere: Drammatico Durata: 96'
Interpreti: Riccardo Scamarcio, Giovanna Mezzogiorno, Fabrizio Rongione, Duccio Camerini, Lino Guanciale,Dario Aita, Michele Alhaique, Jacopo Maria Bicocchi, Piero Cardano, Francesca Cuttica, Awa Ly, Lucia Mascino, Daniela Tusa
Sito web: www.luckyred.it/laprimalinea
Nelle sale dal: 20/11/2009
Voto: 7,5
Trailer
Recensione di: Ciro Andreotti
L'aggettivo ideale: Secco

laprimalinea_leggero.jpegVenezia, 3 gennaio 1982. Sergio Segio, ex terrorista e fondatore di Prima Linea, con l’aiuto di alcuni complici cerca di far evadere dal carcere di Rovigo quattro detenute fra cui la sua fidanzata: Susanna Ronconi.

Un flash back con numerosi richiami temporali fra presente e passato.
Fra il Segio che era giovane davanti alle fabbriche a protestare e manifestare assieme all’amico Piero e quello pronto a spianare mitra e pistole davanti a vittime innocenti.
Vittime che a fine pellicola lo stesso Segio, qua interpretato in maniera convincente da Riccardo Scamarcio, ricorda con un sussulto di nostalgia, con un pathos che traspare solamente dalle parole, ma non dalle inflessioni, il tutto attraverso una sguardo che fissa nel vuoto un potenziale interlocutore, la macchina da presa. Vittime che Segio-Scamarcio assolve una per una, vittime della cui morte lui per primo si auto accusa: dal giudice Alessandrini passando per Willy il militante di prima linea troppo giovane e debole per sopportare un duro interrogatorio della polizia.

De Maria narra gli “anni di piombo” con fare non disincantato, chi si ricorda  “PAZ” (2002) sa che già nel corso di quell’operazione il regista originario di Varese aveva cercato di far rivivere i’70 attraverso lo sguardo torvo dei personaggi di Andrea Pazienza.
Qua l’operazione era però ancor più complicata ma è stata assolta con grande dignità. Il rischio era di cadere nella trappola del cattivo maestro. Nella mitologia  deviata dell’eroe cattivo.
La bravura del regista risiede invece nella capacità claustrofobica, acuita da un orologio digitale che ricorda allo spettatore l’incidere del tempo, di non schierarsi per nessuno ma di limitarsi a narrare le vicende di Segio e della sua organizzazione, compreso il legame affettivo, e ideologico, che unì Segio a Susanna Ronconi.
De Maria riesce quindi a prendere la giusta distanza da entrambi i punti di vista riesce ad  aggiungere al romanzo di Segio un personaggio indesiderato allo stesso autore: Piero, l’amico che decide di non seguir le gesta di Sergio.
Un amico tanto prezioso quanto inesistente e per questo ben poco gradito allo stesso Segio.
Il film è stato poi duramente criticato anche dalle famiglie delle vittime, per non essersi schierato apertamente contro l’ideologia terroristica. Da vedere se desiderate quindi respirare l’aria dei’70 attraverso “un terzo punto di vista”, come lo ha definito lo stesso regista. Da vedere se desiderate ammirare un bel film che di inventato non ha niente, o quasi.

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
Il giorno sbagliato
Quando l'amore brucia l'anima. Walk The Line
7 ore per farti innamorare
Donnie Brasco
La forma dell'acqua - The Shape of Water
Re per una notte
Il re di Staten Island
La casa dalle finestre che ridono
È per il tuo bene
La gente che sta bene
Festival
Il primo Natale
Odio l'estate
Empire State
La ragazza che sapeva troppo
The vast of night
Dark Places. Nei luoghi oscuri
Honey boy
I miserabili
Quadrophenia
Parasite
La dea fortuna
Bombshell. La voce dello scandalo
D.N.A. decisamente non adatti
The gambler
Runner, runner
Il fuoco della vendetta
Death sentence – sentenza di morte
L’uomo invisibile
La Notte ha Divorato il Mondo
Ora non ricordo il nome
Cattive acque
Animali notturni
Rosso mille miglia
Gioco d'amore
All eyez on me
Gli anni più belli
Lontano lontano
L'uomo dei sogni
Rocketman
RICERCA AVANZATA
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere