Domenica 2 Ottobre 2022
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
News
10_giorni_senza_mamma_banner_160x600.png
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
Prima Persona Singolare NEWS
L’ombra del sicomoro
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
gemini_man_banner_728x140.jpeg
La ragazza con l'orecchino di perla PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 1
ScarsoOttimo 
Scritto da Samuele Pasquino   
lunedì 26 gennaio 2009

La ragazza con l'orecchino di perla
Titolo originale: The girl with a pearl earring
Gran Bretagna, Lussemburgo: 2003. Regia di: Peter Webber Genere: Drammatico Durata: 95'
Interpreti: Scarlett Johansson, Colin Firth, Cillian Murphy
Sito web: www.mikado.it/laragazzaconlorecchinodiperla
Nelle sale dal: 20/02/2004
Voto: 8
Trailer
Recensione di: Samuele Pasquino

la_ragazza_con_lorecchino_di_perla_leggera.jpgOlanda, 1665. La giovane Griet (Scarlett Johansson) viene mandata a servizio in casa del grande pittore Vermeer (Colin Firth).
L'artista si accorge presto che la ragazza ha un'innata predisposizione all'arte e la ritrae in un dipinto che diverrà un'icona della pittura fiamminga.

Il cinema ha saputo dimostrare nel corso della sua storia una straordinaria duttilità nel trattare soggetti diversi e generi diametralmente distanti l'uno dall'altro.
'eclettismo come prima manifestazione di estetica variegata si esprime in tutto il suo vigore in un esempio di delicata interpretazione scenica, qual è "La ragazza con l'orecchino di perla". In questo film di rara bellezza, il cineasta Peter Webber gioca con taluni stilemi adattabili all'iconografia seicentesca, epoca nella quale la vicenda si colloca.
Egli perviene ad una magistrale abilità nel descrivere le cose e gli sfondi da esse composti, concentrandosi maggiormente sui soggetti e le loro espressioni. Spicca immediatamente il pallore delle donne, tratto caratteristico che denota un'algida apparenza, vanto all'epoca soprattutto delle dame d'alto rango.
La protagonista Griet fa parte di quella classe plebea relegata a servitù in una società impietosa: nella scena iniziale vediamo la ragazza cucinare una moltitudine di verdure nella sua umile dimora, prima di essere mandata a servizio per ragioni economiche.
La madre la congeda avvertendola che ella mangerà cibo alla quale non è abituata e le chiede di non apprendere gli usi cristiani ai quali sarà costretta ad assistere.
Si evince, quindi, un primo motivo di contrasto, legato prettamente a motivi religiosi. Man mano che ci si addentra nella vicenda troviamo una Griet sempre più smarrita e riverente nei confronti della ricca famiglia che serve, in più nascono inevitabilmente dei piccoli screzi dovuti alla differenza di classe che coinvolgono la moglie di Vermeer e il figlio adolescente.
Come detto prima, Webber focalizza l'attenzione sulla descrizione delle cose, scegliendo come luogo privilegiato della sua indagine visiva lo studio del pittore. Vermeer viene introdotto nella storia molto timidamente, originando misteri e inconsuetudini legati al suo atteggiamento.
Egli è un artista chiuso in se stesso, intento a dipingere seguendo la sua ispirazione e le esigenze di un mecenate ambizioso. Si parla di arte, assistiamo perciò a tutti i riti che la compongono: Vermeer e Grit compaiono in una scena mentre preparano i colori, mostrando dimestichezza nell'uso di utensili artigianali.
L'intera fotografia del film si basa su un interessante scelta cromatica che accentua l'aura artistica della quale la storia si ammanta. Perfino le inquadrature sono meticolosamente studiate da Webber in modo tale che esse sembrino praticamente dipinti viventi, il chè presuppone una precisa collocazione degli elementi profilmici entro la virtuale cornice della cinepresa.
Osservando proprio talune inquadrature si potrà anche notare il fatto che il regista eviti la centralità delle figure, permettendo un approccio più intrigante e visivamente più ordinato, peraltro maggiormente inventivo e fuori dagli schemi.
Lo stile barocco viene colto anche nell'ottima ricostruzione storica della città olandese, polivalente a livello architettonico.
Scarlett Johansson e Colin Firth offrono delle interpretazioni inaspettatamente accattivanti, fornendo la giusta energia ai loro personaggi, tra i quali si instaura un rapporto quasi evanescente, fatto di sguardi intensi e gesti ponderati che rivelano infine un amore platonico che tale sembra destinato a restare.
In ultima analisi occorre menzionare la gestione degli effetti sonori, perfetti perchè in sintonia con la delicatezza espressa da questo affresco storico ed insieme artistico, drammatico ma soprattutto romantico.

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
Il giorno sbagliato
Quando l'amore brucia l'anima. Walk The Line
7 ore per farti innamorare
Donnie Brasco
La forma dell'acqua - The Shape of Water
Re per una notte
Il re di Staten Island
La casa dalle finestre che ridono
È per il tuo bene
La gente che sta bene
Festival
Il primo Natale
Odio l'estate
Empire State
La ragazza che sapeva troppo
The vast of night
Dark Places. Nei luoghi oscuri
Honey boy
I miserabili
Quadrophenia
Parasite
La dea fortuna
Bombshell. La voce dello scandalo
D.N.A. decisamente non adatti
The gambler
Runner, runner
Il fuoco della vendetta
Death sentence – sentenza di morte
L’uomo invisibile
La Notte ha Divorato il Mondo
Ora non ricordo il nome
Cattive acque
Animali notturni
Rosso mille miglia
Gioco d'amore
All eyez on me
Gli anni più belli
Lontano lontano
L'uomo dei sogni
Rocketman
RICERCA AVANZATA
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere