HOME arrow HOME VIDEO: arrow Drammatico arrow L'ora più bella (Blu Ray)
Giovedì 22 Agosto 2019
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
CONTATTI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
Recensioni Blu Ray
peppermint_banner.jpeg
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
L'ora più bella (Blu Ray) PDF Stampa E-mail
Scritto da Luca Orsatti   
lunedì 20 maggio 2019

Titolo: L'ora più bella
Titolo originale: Their Finest
Caratteristiche del Blu Ray in vendita dal 14 Marzo 2019.
Acquista l'edizione Blu Ray al miglior prezzo!

Film
Con la città di Londra priva di uomini, tutti impegnati al fronte, Catrin Cole ottiene un lavoro come scrittrice per unlora_pi_bella_blu_ray.jpg film di propaganda che necessita di un tocco femminile. Il suo talento naturale viene notato dal focoso produttore cinematografico Buckley, che non la avrebbe nemmeno presa in considerazione in tempo di pace.
Con a cuore il morale della nazione, Catrin, Buckley e la loro colorata squadra di lavoro, lavorano intensamente per dare vita a un film che scaldi gli animi di tutti quanti. Sul set, mentre le bombe devastano la città, Catrin scoprirà come ci sia dramma, commedia e passione, tanto dietro la macchina da presa quanto davanti....
lora_pi_bella_1.pngAncora una piccola delusione per l’ultimo film della Sherfig, la quale, dopo aver pescato un buon jolly nel 2009 con “An Education”, pare non voglia uscire da quel solco di un cinema poco importante e formalmente piuttosto superficiale nel quale si è inserita con tutti i suoi lavori successivi.
Questa volta tenta con un prodotto di metacinema, raccontando la costruzione di un film voluto dalla propaganda politica al tempo della seconda guerra mondiale. Ma nemmeno questa impronta a sfondo sociale riesce a dare vero spessore a “Their Finest”, ed inutili sono le pur buone prove d’attore di Gemma Arterton in primis, e di tutto un cast in cui è impossibile non veder brillare un Bill Nighy sorprendente in ogni fotogramma ed in ogni minima posa da grande attore che recita, per di più, il ruolo di un attore. Anche la coralità sfaccettata del gruppo di personaggi sarebbe piuttosto azzeccata, se non che anche questa sceneggiatura pecca di scarsa empatia, e la buonalora_pi_bella_2.png mano della Sherfig dietro la macchina da presa si perde di nuovo in mille intenzioni piccole piccole, tanto piccole da risultare noiose e a volte vagamente insulse, e che soprattutto impediscono al film di trovare un nerbo centrale forte attorno al quale far girare tutta la scena.
In più la Sherfig continua a volersi imprigionare nel cimentarsi con sceneggiature che prevedano tutte quante, chissà perché, la solita graffiata esageratamente drammatica satira nel prefinale, come se le sue commedie, perché di commedia sostanzialmente si tratta, non potessero mai trovare uno sbocco diverso dalla tegola che cade in testa senza preavviso, e perché no, senza motivo. In un film che vorrebbe appassionare lo spettatore al lavoro degli sceneggiatori cinematografici, proprio la sceneggiatura ha i limiti più evidenti....

Video
Il film viene editato e distribuito per il mercato Home Video da Koch Media e presentato nel formato di 2,35:1 con codifica a 1080 p. La confezione, graficamente molto gradevole, è l'intramontabile amaray realizzata con un suggestivo artwork interno dove troviamo il volto dei protagoisti. Il film, dalle poche informazioni a disposizione, dovrebbe essere stato ripreso in digitale con telecamera Arri Alexa e riversato in un master intermediate 2k.
La qualità del Blu Ray è elevata, con un quadro video sempre pungente e brillante. Gran parte del film gode di una illuminazione particolare che vira dal giallo miele ambrato al seppia,il tutto per evocare in modo preciso l'epoca storica in cui si svolge. Gli esterni risultano sempre perfetti e dettagliati e la tavolozza dei colori in più occasioni risulta satura. Ci troviamo di fronte a un disco di qualità, che per la tipologia di film, risulta perfetto!

Audio
Audio al top. Una pista sonora che, per la tipologia di film, ci regala un'esperienza d'ascolto coinvolgente e precisa. Troviamo, come sempre, due tracce lossless in formato 5.1 DTS HD sia per l'italiano che l'inglese concrete e dalla buona dinamica. L'uso dei canali surround e ben bilanciato e capace di creare un corposo effetto di amebienza. L'uso del Subwoofer è equilibato. I dialoghi risultano sempre chiari.

Extra
Comparto extra sostanzialmente assente, infatti troviamo solo il Trailer. Peccato!

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png  
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere