HOME arrow LE NOSTRE RECENSIONI: arrow Drammatico arrow Luce dei miei occhi
Venerdì 26 Febbraio 2021
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
CONTATTI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
News
american-woman-banner.jpg
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
L’ombra del sicomoro NEWS
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
richard_jewell_banner.png
Luce dei miei occhi PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 1
ScarsoOttimo 
Scritto da Samuele Pasquino   
sabato 23 gennaio 2010

Luce dei miei occhi
Titolo originale: Luce dei miei occhi
Italia: 2001  Regia di: Giuseppe Piccioni  Genere: Drammatico Durata: 120'
Interpreti: Luigi Lo Cascio, Sandra Ceccarelli, Silvio Orlando
Sito web:
Nelle sale dal: 7 Settembre 2001
Voto: 6,5
Trailer
Recensione di: Samuele Pasquino
L'aggettivo ideale: Emblematico

Luce dei miei occhiAntonio (Luigi Lo Cascio) è un autista con clienti importanti, appassionato di fantascienza e single. Maria (Sandra Ceccarelli) gestisce un negozio di surgelati, è divorziata e ha una figlia, Lisa.
Una sera i due si incontrano per una circostanza fortuita, trascorrono la notte insieme, ma la donna, a causa della difficile situazione familiare e oberata dai debiti, respinge l’amore di Antonio.
Quest’ultimo decide di aiutarla prendendo in carico un secondo lavoro al soldo di un estorsore, Saverio (Silvio Orlando), implicato in affari clandestini.

Il film di Giuseppe Piccioni, considerato da molti un piccolo capolavoro dal notevole valore culturale, è in tutto e per tutto da interpretare come un profondo dramma della solitudine che affonda le sue radici nel passato di chi lo vive. L’occhio della cinepresa scruta discretamente nelle esistenze che si mostrano estremamente diverse fra loro, ma simili in termini emotivi e sostanzialmente confrontabili.
Antonio è una persona sola, instancabile lavoratore, che ama film e romanzi di fantascienza assumendo un tono e un atteggiamento pacati ma un po’ fuori dal mondo, sopiti entro una coltre di lieve timidezza.
Piccioni dedica la prima parte del film proprio a lui, accompagnando le sue gesta e il suo girovagare con la sua stessa voce fuori campo, che narra la storia di un terrestre in terra aliena, l’esatta descrizione della sua vita con una connotazione moderna evidentemente edulcorata.
Vediamo Antonio compensare la solitudine nella ricerca di luoghi affollati, traendo una sorta di beneficio laconico dalla convivialità e dalla tendenza alla collettività delle persone che gli stanno intorno. L’incontro con Maria e sua figlia Lisa gli forniscono una motivazione esistenziale che infrange la monotonia opprimente ed imperante fino a quel fatidico evento personale.
Anche la donna, tuttavia, porta i pesanti fardelli di scelte sbagliate: il negozio di surgelati che gestisce rappresenta metaforicamente la sua esistenza triste, relegata in un limbo stantio, una situazione drammatica e intimamente sconcertante. “Luce dei miei occhi” appare come un titolo emblematico, dal quale può emergere soltanto un sentimento, l’amore, di cui Maria ha una paura latente, causata dalla perdita di fiducia nei confronti dell’universo maschile, che le ha riservato solo delusioni.
Quello di Piccioni è un film d’introspezione, un’indagine sull’importanza del passato raccontata con propensione al futuro. Morgan, personaggio del romanzo fantascientifico letto da Antonio, non è che una proiezione astratta del protagonista.

Da questo assunto si alternano sequenze quasi trascendentali ma impregnate di realtà, dove in una gita in barca si configura un’immagine ideale, un accenno di stabilità familiare, e nel pianto sotto la pioggia una sottomissione al destino avverso.
La dicotomia di situazioni si riassume nella scena in cui ha un impeto improvviso il dialogo fra Antonio e Maria in macchina, dialogo che sprigiona lo stato d’animo della donna e l’esasperazione silenziosa dell’uomo.
Saverio rappresenta l’incognita, la mina vagante della vicenda, che trascina Antonio nei suoi affari illeciti. Lisa è in tutto ciò vittima delle frustrazioni e dei fallimenti degli adulti, a tal punto da considerare sua madre un’estranea in alcuni momenti.
Piccioni indovina il contenuto, che non è speciale ma nel suo percorso inflazionato trova lo stile e la sceneggiatura consona ad una storia di grande impatto emotivo, poiché trattata con dolcezza e realismo doveroso.
Luigi Lo Cascio, Sandra Ceccarelli e Silvio Orlando, senza dimenticare la piccola Barbara Valente, costituiscono un cast raffinato ed incisivo, capace di un’interpretazione sottovoce che sa ispessire i toni facendo riflettere su una storia ordinaria dall’epilogo significativo.

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
Il giorno sbagliato
Quando l'amore brucia l'anima. Walk The Line
7 ore per farti innamorare
Donnie Brasco
La forma dell'acqua - The Shape of Water
Re per una notte
Il re di Staten Island
La casa dalle finestre che ridono
È per il tuo bene
La gente che sta bene
Festival
Il primo Natale
Odio l'estate
Empire State
La ragazza che sapeva troppo
The vast of night
Dark Places. Nei luoghi oscuri
Honey boy
I miserabili
Quadrophenia
Parasite
La dea fortuna
Bombshell. La voce dello scandalo
D.N.A. decisamente non adatti
The gambler
Runner, runner
Il fuoco della vendetta
Death sentence – sentenza di morte
L’uomo invisibile
La Notte ha Divorato il Mondo
Ora non ricordo il nome
Cattive acque
Animali notturni
Rosso mille miglia
Gioco d'amore
All eyez on me
Gli anni più belli
Lontano lontano
L'uomo dei sogni
Rocketman
RICERCA AVANZATA
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere