HOME arrow LE NOSTRE RECENSIONI: arrow Drammatico arrow Misure straordinarie
Venerdì 26 Febbraio 2021
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
CONTATTI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
News
american-woman-banner.jpg
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
L’ombra del sicomoro NEWS
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
richard_jewell_banner.png
Misure straordinarie PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 14
ScarsoOttimo 
Scritto da Dario Carta   
lunedì 03 maggio 2010

Misure straordinarie
Titolo originale: Extraordinary Measures
USA: 2010. Regia di: Tom Vaughan Genere: Drammatico Durata: 105'
Interpreti: Brendan Fraser, Harrison Ford, Keri Russell, Jared Harris, Courtney B. Vance, Meredith Droeger, Diego Velázquez, Sam Hall, Patrick Bauchau, Lily Mariye, P.J. Byrne, Jeanine Jackson, Ayanna Berkshire, Gavin Bristol, Robert Blanche, G.J. Echternkamp, Jana Lee Hamblin, Brennan Claire, Landon Brooks, Dee Wallace, Jeanette McMahon, Sharonlee McLean, Peter Young, Alan Ruck, David Clennon, Andrea White
Sito web: www.extraordinarymeasuresthemovie.com
Nelle sale dal: 23/04/2010
Voto: 6
Trailer
Recensione di: Dario Carta
L'aggettivo ideale: Asfittico
Scarica il Pressbook del film

Misure straordinarieCinema e patologie mediche in "Misure straordinarie",rarefatto esame di una condizione sociale sacrificata ai processi di ricerca delle multinazionali farmaceutiche condotti a beneficio del reddito e sovente a scapito del servizio alla terapia.
La sindrome di Pompe è una forma di distrofia muscolare che conduce al deterioramento della struttura motoria dell'uomo e che colpisce giovani e bambini,in forma letale o di paralisi.

"Misure straordinarie" è ispirato alla vera storia di John Crowley,(Brendan Fraser) uomo chiave nello sviluppo di una grande azienda americana.
Sposato a Aileen (Keri Russell), John è padre di tre ragazzini,dei quali i due più piccoli sono affetti dal morbo di Pompe e,aiutato dalla moglie,dà il meglio di sè per poter trovare la cura alla malattia.
Sfidando la logica del buon senso e persino rinunciando al proprio lavoro,in una corsa contro il tempo John si rivolge al dott. Robert Stonehill (Harrison Ford),scienziato fuori dai riflettori ma brillante e geniale,per promuovere una ricerca affinata all'isolamento e l'utilizzo di un enzima grazie al quale poter sconfiggere il male.
In un clima che vede l'opinione pubblica americana prendere posizione di fronte agli interventi di Obama nei confronti della struttura sanitaria del Paese,è possibile che "Misure straordinarie" possa reclamare per sè un indice di attenzione altrimenti ignorato in assenza di un argomento oggi di scottante attualità e non solo nelle riforme americane.
La denuncia alle stutture sanitarie inclusi i monopoli arrogati dalle organizzazioni farmaceutiche,non sono temi nuovi nel cinema ("Coma profondo","Anestesia cosciente","The Constant Gardnerer") e posseggono la proprietà di aprire negli animi spiragli di inquietudine ed irrequietezza di fronte alla oscura gestione degli istituti di cura della salute e delle aziende di produzione dei medicinali.

Il film si innesta in questa corrente,aggiungendo la componente emotiva di una condizione famigliare fortemente provata da situazioni ove il dolore sembra travalicare ogni altra realtà.
"L'olio di Lorenzo" ha lasciato negli occhi le lacrime di una afflizione inguaribile,come la pena del bambino,vittima del male oscuro.
Il candore colpito è il segno del dolore,luogo dell'eterno dilemma sul rapporto fra innocenza e sofferenza.
Nel film di Vaughan,la sceneggiatura di Robert Nelson Jacobs si ispira ad una storia realmente accaduta,modificandone i contorni ambientali e cronologici e racconta la tragedia di una famiglia colpita nella sua più profonda realtà.
Purtroppo alle buone intenzioni segue una serie di argomenti fictionali ed esagerati movimenti narrativi più simili ad enfatiche ampollosità che al racconto di un dramma. Alla narrazione manca il respiro di una sorpresa artistica o di una vera pièce umana.
Nulla di ciò cui si assiste pare veritiero ed ogni elemento sembra usurpato da un senso di prevedibile contraffazione.
Ogni aspetto della narrazione abbandona il senso del realismo e non abbraccia il dramma,tracciando una trama intessuta di più sottotesti,ma non maturandone alcuno fino in fondo.
La collaborazione fra i due protagonisti,due età diverse e due mentalità divergenti non approfondisce e non umanizza le rispettive più intime motivazioni,quelle di un padre e di uno scienziato e il rapporto fra i due pare esaurirsi in un sodalizio fra ricerca e conduzione aziendale.

Vaughan draga nelle torbide acque del businness farmaceutico americano,denunciando la secondarietà delle necessità e dei bisogni dei malati rispetto all'interesse che muove le promozioni dei medicinali.
E' il tema del boicottaggio commerciale,ove il valore della vita è subordinato al reddito ed al profitto.
Quando l'interesse speculativo prevarica la dignità umana,i dottori chiedono "quale tasso di mortalità possa definirsi una perdita accettabile",cioè l'incidenza delle perdite delle vite umane rapportato al margine di guadagno su cui poter lucrare.
E' la denuncia ad un organismo amorale che il regista filtra attraverso lo stimolo alla compassione verso i bambini vittime delle sperequazioni commerciali.
Ma ne esce un processo inerte,privo di pathos e sentimento e quanto resta è un piatto resoconto di cronaca,privata di ogni senso di commozione.
La corsa contro il tempo di Fraser,il conflitto fra la ricerca di una soluzione per i figli ed il tempo passato con loro,non innerva alcuna tensione emotiva e non lascia spazio ad alcuna forma di partecipazione.
I temi dell'impegno sociale e dell'affetto si amalgamano,ma lasciano una struttura irrisolta e insoddisfacente.
Poca empatia in questo scarno dramma con il target demografico evidentemente rivolto alle madri di famiglia,disposte a lasciarsi commuovere da una storia ispirata ad un evento realmente accaduto ma che,conclusosi il racconto,porta con sè ogni possibile lacrimuccia semmai versata.

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
Il giorno sbagliato
Quando l'amore brucia l'anima. Walk The Line
7 ore per farti innamorare
Donnie Brasco
La forma dell'acqua - The Shape of Water
Re per una notte
Il re di Staten Island
La casa dalle finestre che ridono
È per il tuo bene
La gente che sta bene
Festival
Il primo Natale
Odio l'estate
Empire State
La ragazza che sapeva troppo
The vast of night
Dark Places. Nei luoghi oscuri
Honey boy
I miserabili
Quadrophenia
Parasite
La dea fortuna
Bombshell. La voce dello scandalo
D.N.A. decisamente non adatti
The gambler
Runner, runner
Il fuoco della vendetta
Death sentence – sentenza di morte
L’uomo invisibile
La Notte ha Divorato il Mondo
Ora non ricordo il nome
Cattive acque
Animali notturni
Rosso mille miglia
Gioco d'amore
All eyez on me
Gli anni più belli
Lontano lontano
L'uomo dei sogni
Rocketman
RICERCA AVANZATA
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere