Martedì 7 Dicembre 2021
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
CONTATTI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
News
uomo-invisibile-160x600.png
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
Prima Persona Singolare NEWS
L’ombra del sicomoro
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
richard_jewell_banner.png
Revolutionary Road PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 2
ScarsoOttimo 
Scritto da Samuele Pasquino   
giovedì 05 febbraio 2009

Revolutionary Road
Titolo originale: Revolutionary Road
USA, Regno Unito: 2008. Regia di: Sam Mendes Genere: Drammatico Durata: 119'
Interpreti: Leonardo DiCaprio, Kate Winslet, Kathy Bates, Kathryn Hahn, Michael Shannon, Zoe Kazan, Ryan Simpkins, Ty Simpkins, Kristen Connolly
Sito web: www.revolutionaryroadmovie.com
Nelle sale dal: 30/01/2009
Voto: 7,5
Trailer
Recensione di: Samuele Pasquino

revolutionaryroad_leggero.jpegRevolutionary Hill, Anni Cinquanta. Frank (Leonardo Di Caprio) e April Wheeler (Kate Winslet) sono una giovane coppia apparentemente felice, ma in verità all'inizio di una profonda crisi.
Entrambi sono scontenti di quello che fanno, lui ha un lavoro che detesta e lei non si sente affatto realizzata come donna, nonostante una bella casa e due figli.
La coppia va incontro a numerosi quanto furiosi litigi, fino a quando decidono di trasferirsi a Parigi. L'idea porta un po' di serenità, ma un'allettante promozione esorta Frank a rimanere. Tra tradimenti e frustrazioni, i due crolleranno sotto il peso di una vita piena di delusioni ed arriveranno ad odiarsi.

La coppia DiCaprio Winslet si ritrova dopo il successo di "Titanic", riunita per un dramma che vede i due attori ormai artisticamente maturi e lontani dall'ingenuità di un tempo.
Sam Mendes porta sullo schermo la vicenda di una famiglia che reca in sè ed inconsapevolmente un'amara sorte, dettata dall'insoddisfazione e dal rimpianto. Quella di Frank ed April è una storia d'amore destinata a naufragare, ma le modalità con le quali ciò avviene si rivelano sconvolgenti e piene di dolore. In un'altalenanza di fatti ambigui e periodi letteralmente seviziati da false tregue e furiose scenate ai limiti della follia, emerge un interrogativo, il perchè di una crisi così tragicamente dirompente.
Mendes evita le lunghe attese e una suspence inappropriata per rispondere al dubbio e affrontare prontamente la volubilità dello spettatore, facendolo con un montaggio riflessivo che non vuol salvare le apparenze.
Come in "American beauty", l'occhio attento del cineasta sceglie e si sofferma sulla middle class americana, che per antonomasia non può essere perfetta ma nemmeno troppo umile, si potrebbe parlare a buon diritto di un'esistenza protesa verso una condotta senza infamia e senza lode.

Come nel precedente capolavoro di Mendes, che si presta a vari e scontati parallelismi con questa nuova storia, accade che la frustrazione prenda il sopravvento in seguito al grave fallimento di un proposito o di un sogno, tristemente concepiti per rimanere tali.
Ma la grande similitudine cinematografica non finisce qua: Mendes è avvezzo a titoli significativi che si prestano a molteplici interpretazioni. Ecco che in "Road to Perdition" c'è un padre che vuole salvare il proprio figlio dalla "perdizione" conducendolo a Perdition, cittadina ultima del loro viaggio on the road; una parola, un paradosso, due significati, ed è ciò che succede anche in "Revolutionary Road", la strada dove abitano i giovani coniugi, omonima di un destino controverso teso alla tragica rivoluzione. Sulle note di una colonna sonora eseguita da Thomas Newman, il quale non si discosta molto dall'opera che accompagnava Tom Hanks lungo le strade dei gangsters, avviene un dramma che presuppone violente e inaspettate conseguenze, pronte a travolgere un frammento di felicità.
Le plateali sfuriate di Frank e le remissive espressioni angoscianti di April si consumano in un ambiente saturo di normalità, avvolto dalle convenzioni di una società in pieno sviluppo economico, trafitta dall'ipocrisia del conformismo, riluttante allo spirito intraprendente e sognatore dei due protagonisti.

Indubbiamente un gran bel film, che non pretende di mostrare originalità, poichè quel che appare resta fondamentalmente intuibile e mai banale, approda allo sconcerto e alla consapevolezza che le certezze talvolta possono crollare per colpa di un rancore serbato per troppo tempo.
La storia di Frank ed April è al giorno d'oggi un dramma probabile che deve far riflettere sulla vita e i suoi reali aspetti.

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
Il giorno sbagliato
Quando l'amore brucia l'anima. Walk The Line
7 ore per farti innamorare
Donnie Brasco
La forma dell'acqua - The Shape of Water
Re per una notte
Il re di Staten Island
La casa dalle finestre che ridono
È per il tuo bene
La gente che sta bene
Festival
Il primo Natale
Odio l'estate
Empire State
La ragazza che sapeva troppo
The vast of night
Dark Places. Nei luoghi oscuri
Honey boy
I miserabili
Quadrophenia
Parasite
La dea fortuna
Bombshell. La voce dello scandalo
D.N.A. decisamente non adatti
The gambler
Runner, runner
Il fuoco della vendetta
Death sentence – sentenza di morte
L’uomo invisibile
La Notte ha Divorato il Mondo
Ora non ricordo il nome
Cattive acque
Animali notturni
Rosso mille miglia
Gioco d'amore
All eyez on me
Gli anni più belli
Lontano lontano
L'uomo dei sogni
Rocketman
RICERCA AVANZATA
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere