HOME arrow Recensioni Blu Ray arrow Drammatico arrow The Wave (Blu Ray)
Lunedì 26 Giugno 2017
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cinemalia Menù
HOME
Recensioni Novità
Anteprime Gratuite
I film che usciranno
Recensioni film
Recensioni dvd
Gli Inediti
Cult Movie
Sorridi con noi
Prossimamente
Luoghi Comuni
Articoli Cinema
Cinema & Curiosità
Il Cinema Asiatico
Libri & Cinema
Collabora con noi
Contattaci
Staff
Feed Rss
News & Rumors
Serie Tv
Recensioni Blu Ray
Cerca in Cinemalia
Pubblicità
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
Prossimamente
The Wave (Blu Ray) PDF Stampa E-mail
Scritto da Davide Sorghini   
venerdì 03 marzo 2017

Titolo: The Wave
Titolo originale: Bølgen
Caratteristiche del Blu Ray in vendita dal 09 Febbraio 2017.

Film
Kristian Eikfjord, geologo con molta esperienza, accetta un lavoro fuori città. Si prepara così a trasferirsi con lathe_wave_blu_ray_leggero.png famiglia quando con i suoi colleghi è costretto a confrontarsi con piccoli cambiamenti geologici nel sottosuolo.
Ben presto, il peggior incubo dell'uomo sembra avverarsi e il disastro è inevitabile: con meno di dieci minuti a disposizione, dovrà tentare di salvare quanta più gente possibile, compresa la sua famiglia.
La novità apportata da questo film non è certo la tematica trattata ben si il fatto che si tratta d'una pellicola realizzata con un budget piuttosto basso e porta la firma delle produzioni norvegesi.
Un disaster movie su scala decisamente più piccola di quella alla quale ci hanno abituato i cugini americani ma che non sfigura affatto e si spoglia, per una volta, di quell'etichetta che sta tanto stretta al cinema europeo di 'independent movie'. The Wave è un film con un preciso traguardo: quello di riportare l'arte americana di filmmaking in Europa e puntare sulla realizzazione, riuscita, di un film catastrofico onesto e non pretenzioso e per questo godibile. Spoglio di effetti speciali ecclatanti e inversomili, le scene sorrette dalla CGI si concentrano sopratutto nella realizzazione dell'onda anomala alla quale fa riferimento il titolo.
Per il resto tutti gli ingredienti tipicamenti americani sono presenti e la storia scorre veloce verso l'epilogo finale. "The Wave", segna probabilmente la rinascita di un certo cinema europeo "piccolo" capace di sfornare perle indipendenti e letterarie ma poco appettibili o adatte al grande pubblico. Con questo prodotto si dà il via ad una nuova generazione di cinematografia europea che una volta appresa l'arte e lo stile americano non esitano a cimentarsi in generi notoriamente collegati alle produzioni oltreoceaniche da blockbuster. Buona, oltre alla regia, anche la recitazione in pieno stile nordico, dove gli eccessi emotivi sono accuratamente evitati e il tutto mantiene una rigida compostezza anche nelle scene piu' tese e drammatiche. In definitiva, "The Wave", è una scomessa vinta ed un prodotto appetibile e riuscito di cui il suo punto di forza si concentra proprio sulla sua identità (nord-europea) e la location nella quale si svolge l'azione: quella di una Norvegia imponente e selvaggia, cupa e glaciale rendendosi immancabilmente la vera protagonista e rubando la scena agli attori stessi. Un film che intrattiene a dovere e non sfigura nel lungo filone di produzioni catastrofiche.

Video
Il film prodotto da Minerva Pictures e distribuito da Koch Media viene presentato nel formato 2,35:1
con codifica a 1080 p. La confezione è l'intramontabile Amaray, semplice ma dalla grafica gradevole e azzeccata. Di bella fattura l'artwork interno della confezione, impreziosito dall'idea di inserire nello sfondo l'immagine del Fiordo di Geiranger. "The Wave" è stato girato interamente in digitale utilizzando una fotocamere Red Epic Dragon e riversato su un master digital intermediate 2K, di conseguenza le aspettative sul fronte video sono elevate.
La qualità video è altissima restituendo immagini di pregevole fattura che esaltano il lavoro svolto in fase di encoding. Immagini brillanti e definite, con colori saturi, si alternano a immagini più morbide e colori tenui, lungo tutto il film, regalando una visione coinvolgente e gratificante. Bellissimi i panorami con una resa spettacolare.
Forte di un Bitrate medio sempre molto generoso che si attesta su oltre 25 Mbps di media il trasferimento digitale è ottimo, tutto e reso al meglio. Anche nelle situazioni con scarsa visibilità la qualità è eccellente rivelando un quadro cromatico buono e un livello del nero solido e perfettamente riprodotto. Praticamente inesistente ogni tipo di artefatto che possa disturbare la visione del film.
Molto buoni gli incarnati resi a dovere senza mai risultare artificiosi.

Audio
"The Wave" è supportato da un comparto audio tosto e coinvolgente, troviamo una traccia 5.1 DTS HD Master Audio per la lingua italiana e quna 5.1 DTS HD Master Audio per il Norvegese. Entrambe molto valide e ben realizzate.
La qualità sonora della traccia italiana è entusiasmante e l'uso dei canali surround nei momenti più concitati e nelle scene d'azione è reso al meglio con un uso del subwoofer sempre ben bilanciato e mai invadente, riecreando un effetto d'ambienza di largo respiro. Molti e prolungati i dialoghi all'interno della pellicola resi sempre in modo estremamente chiaro. Ottima la traccia in lingua originale, probabilmente con una dinamica leggermente più alta.

Extra
Per quanto riguarda il comparto degli extra, purtroppo non troviamo nulla
. Un vero peccato.

Trailer

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png mail_logo.png



Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere