Giovedì 29 Settembre 2022
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
News
10_giorni_senza_mamma_banner_160x600.png
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
Prima Persona Singolare NEWS
L’ombra del sicomoro
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
gemini_man_banner_728x140.jpeg
The Wave - L'onda PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 7
ScarsoOttimo 
Scritto da Denis Zordan   
giovedì 19 febbraio 2009

The Wave - L'onda
Titolo originale: Die Welle

Germania: 2008 Regia di: Dennis Gansel Genere: Drammatico Durata: 101'
Interpreti: Jergen Vogel, Frederick Lau, Max Riemelt, Jennifer Ulrich, Christiane Paul, Elyas M'Barek, Cristina do Rego, Jacob Matschenz, Maximilian Vollmar, Max Mauff
Sito web: www.welle.info
Nelle sale dal: 27/02/2009
Voto: 6
Trailer
Clip Video
Recensione di: Denis Zordan

arrow_sprintrade.gifScarica eMule gratis e accedi alla rete P2P piú veloce del mondo!

arrow_sprintrade.gifOttieni il migliore acceleratore di download su internet e aumenta le prestazioni del tuo pc!

londa_leggero.jpegRainer Wenger è un insegnante di scuola superiore che, oltre ad allenare la squadra maschile di pallanuoto, decide di tentare un singolare esperimento con i suoi studenti.
Nel tentativo di dimostrare come si vive sotto una dittatura autocratica, induce infatti i ragazzi ad aderire ad un gioco di ruolo in cui applicare le caratteristiche di fondo dei regimi dittatoriali.
Concetti semplici e intuitivi come disciplina e comunità sono presto piegati alle esigenze dell’esperimento, di cui Wenger è il leader carismatico.
Contro le sue intenzioni, tuttavia, i ragazzi cadono in una spirale fuori controllo, fino a far nascere un vero movimento con natura paramilitare: l’Onda.
Dopo un crescendo di situazioni pericolose, Wenger è costretto dagli avvenimenti ad affrontare gli studenti, ma la cosa gli è ormai definitivamente sfuggita di mano.


Ispirato ad un fatto reale accaduto a Palo Alto in California nel 1967, L’Onda è un film che vuole far discutere.
Il regista Gansel si avvale infatti di mezzi sostanzialmente semplici per arrivare direttamente alla questione che gli sta più a cuore, ossia la possibilità che, ai giorni nostri, un’ideologia simile al nazismo faccia proseliti anche nel cuore delle più moderne democrazie (ma naturalmente Gansel guarda soprattutto alla Germania).
La sua tesi inizialmente sembra scontrarsi con la debole considerazione che i ragazzi di oggi – che egli mostra forse troppo sbrigativamente interessati solamente a cose futili – hanno della lezione storica.
Sembra un po’ improbabile vedere adolescenti dal pensiero debole, impegnati solo a scontrarsi duramente in un match di pallanuoto come a divertirsi con i video di YouTube, cominciare a salutarsi marzialmente, ad indossare una divisa (una t-shirt bianca) o ad escludere dalla loro cerchia coloro che non si adeguano alle loro, piuttosto elementari, regole e usanze.
Tuttavia, l’incredulità dello spettatore si smorza un po’ per volta, e benché appaia semplicistico il modo diretto in cui il plot si evolve (abbastanza scontato il personaggio di Karo, la ragazza che non accetta l’esaltazione del gruppo e ne denuncia il pericoloso crescendo; e l’eccessiva ingenuità del professore di fronte alla debolezza di alcuni allievi lascia perplessi), L’Onda riesce a raggiungere una certa efficacia.
Quello che è, nei fatti, niente più che un esercizio di team building sul modello di molte scuole di formazione, porta ad esiti sorprendenti: il momento in cui Wenger in una sala gremita affronta gli studenti con piglio da vero dittatore è, anche dal punto di vista della messa in scena, il più riuscito del film (e chi ha in mente la cupa iconografia delle adunate SS sa che cosa intendo).

Le buone intenzioni della regia non sono comunque sufficienti a convincere pienamente lo spettatore attento; e anche se Gansel sceglie un finale tragico (un finale alternativo, poi non montato per l’edizione definitiva, non prevedeva il suicidio di Tim, il ragazzo più complessato del gruppo), i deficit di scrittura di personaggi e situazioni emergono in forma evidente.
Più in generale, a rimanere insoluto è proprio il nodo centrale, ossia se nell’epoca di MySpace e Facebook sia verosimile la nascita di formazioni paramilitari pericolose per la vita democratica.
La risposta, considerando la quantità di problematiche sottese dal film (e lasciate colpevolmente sullo sfondo), potrebbe essere affermativa: ma L’Onda, per quanto si sforzi, non è in grado di darcela.

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
Il giorno sbagliato
Quando l'amore brucia l'anima. Walk The Line
7 ore per farti innamorare
Donnie Brasco
La forma dell'acqua - The Shape of Water
Re per una notte
Il re di Staten Island
La casa dalle finestre che ridono
È per il tuo bene
La gente che sta bene
Festival
Il primo Natale
Odio l'estate
Empire State
La ragazza che sapeva troppo
The vast of night
Dark Places. Nei luoghi oscuri
Honey boy
I miserabili
Quadrophenia
Parasite
La dea fortuna
Bombshell. La voce dello scandalo
D.N.A. decisamente non adatti
The gambler
Runner, runner
Il fuoco della vendetta
Death sentence – sentenza di morte
L’uomo invisibile
La Notte ha Divorato il Mondo
Ora non ricordo il nome
Cattive acque
Animali notturni
Rosso mille miglia
Gioco d'amore
All eyez on me
Gli anni più belli
Lontano lontano
L'uomo dei sogni
Rocketman
RICERCA AVANZATA
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere