Lunedì 26 Settembre 2022
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
News
10_giorni_senza_mamma_banner_160x600.png
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
Prima Persona Singolare NEWS
L’ombra del sicomoro
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
gemini_man_banner_728x140.jpeg
Umberto D. PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 0
ScarsoOttimo 
Scritto da Samuele Pasquino   
sabato 24 gennaio 2009

Umberto D.
Titolo originale: Umberto D.
Italia: 1952 Regia di: Vittorio De Sica Genere: Drammatico Durata: 90'
Interpreti: Carlo Battisti, Maria Pia Casilio, Lina Gennari
Sito web:
Nelle sale dal: 1954
Voto: 9
Trailer
Recensione di: Samuele Pasquino

umberto_d._leggero.jpg

Umberto Domenico Ferrari (Carlo Battisti) è un ex funzionario ministeriale che percepisce una pensione misera.
L'uomo vive in una stanza modesta e la padrona minaccia di sfrattarlo a causa dei troppi debiti.
Gli unici amici di Umberto sono la giovane servetta Maria (Maria Pia Casilio) e il fedele cane Flaik. 

Il sodalizio fra Vittorio De Sica e lo sceneggiatore Cesare Zavattini ha prodotto nel 1952 un altro grande capolavoro del neorealismo italiano dopo "Ladri di biciclette".
Anche in questo caso il protagonista è un uomo costretto ad affrontare le difficoltà di una vita condotta tra le miserie di una Roma post bellica, in cui ognuno cerca di sopravvivere nel più cupo egoismo.
Umberto Domenico Ferrari è un ex funzionario statale che dopo trent'anni di onorato servizio si ritrova vessato dalle stesse istituzioni che lui aveva servito con tanta dedizione, relegato in un tetro e malinconico anfratto sociale in cui regnano povertà, solitudine e indifferenza.
Lo stesso nome abbreviato con una d puntata sta ad indicare quella burocrazia tediosa che catalogava con freddo cinismo alcuni cittadini meno abbienti.
Nelle statiche ma ottimamente studiate inquadrature del grande regista romano entrano immagini e situazioni descritte con amaro ma lucido realismo, specchio dell'Italia del dopoguerra in lenta ripresa ma ancora lontana dalla prosperità.

Come in "Ladri di biciclette", la prima scena risulta emblematica: Mario Ricci usciva dalla massa di disoccupati in cerca di un lavoro per rispondere alla chiamata, qui l'anziano Umberto lascia il corteo di pensionati che protestano per la loro condizione.
In entrambi i casi De Sica sceglie il movimento di massa per estrapolarne poi il personaggio principale e la sua storia. Lungo le strade della città, Umberto si muove con il suo cane fra stenti e una compagna che non lo abbandona mai, la solitudine. Egli cerca di mantenere una certa dignità di fronte al dramma esistenziale, in qualche modo tenta di fuggire verso una realtà diversa ma irraggiungibile, idealizzando un viaggio che non riuscirà mai ad intraprendere.
De Sica si concentra su elementi filmici di assoluta bellezza, come i particolari che riempiono le inquadrature degli interni e gli enormi spazi che avvolgono l'uomo quand'egli si ritrova in strada.
Il regista, che usava far recitare attori non professionisti, scelse il protagonista dopo varie ricerche in uffici pubblici.
Carlo Battisti era un professore universitario che si mostrò entusiasta in previsione di questa sua interpretazione.
Maria Pia Casilio fu invece scelta da De Sica durante un convegno in un cinema, al quale aveva accompagnato un'amica.
Moltissimi primi piani che evidenziano la tristezza e l'umiltà del personaggio e la musica di Alessandro Cicognini rendono questo film estremamente commovente e ricco di emozioni.

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
Il giorno sbagliato
Quando l'amore brucia l'anima. Walk The Line
7 ore per farti innamorare
Donnie Brasco
La forma dell'acqua - The Shape of Water
Re per una notte
Il re di Staten Island
La casa dalle finestre che ridono
È per il tuo bene
La gente che sta bene
Festival
Il primo Natale
Odio l'estate
Empire State
La ragazza che sapeva troppo
The vast of night
Dark Places. Nei luoghi oscuri
Honey boy
I miserabili
Quadrophenia
Parasite
La dea fortuna
Bombshell. La voce dello scandalo
D.N.A. decisamente non adatti
The gambler
Runner, runner
Il fuoco della vendetta
Death sentence – sentenza di morte
L’uomo invisibile
La Notte ha Divorato il Mondo
Ora non ricordo il nome
Cattive acque
Animali notturni
Rosso mille miglia
Gioco d'amore
All eyez on me
Gli anni più belli
Lontano lontano
L'uomo dei sogni
Rocketman
RICERCA AVANZATA
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere