HOME arrow Fantascienza arrow Viola di mare
Venerdì 7 Ottobre 2022
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
News
10_giorni_senza_mamma_banner_160x600.png
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
Prima Persona Singolare NEWS
L’ombra del sicomoro
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
gemini_man_banner_728x140.jpeg
Viola di mare PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 8
ScarsoOttimo 
Scritto da Mauro Missimi   
mercoledì 28 ottobre 2009

Viola di mare
Titolo originale: Viola di mare
Italia: 2009 Regia di: Donatella Maiorca Genere: Drammatico Durata: 105'
Interpreti: Lucrezia Lante della Rovere, Giselda Volodi, Valeria Solarino, Isabella Ragonese, Maria Grazia Cucinotta, Ennio Fantastichini, Corrado Fortuna, Marco Foschi, Ester Cucinotti, Alessio Vassallo
Sito web:
Nelle sale dal: 16/10/2009
Voto: 6
Trailer
Recensione di: Mauro Missimi
L'aggettivo ideale: Incompiuto

violadimare_leggero.jpgTorna sul grande schermo Donatella Maiorca che, dopo l'esordio con Viol@, sceglie di raccontare una storia, tratta dal romanzo Minchia di Re di Giacomo Pilati, una storia vera su un amore lesbo in un'isoletta siciliana di fine '800, con le sue vecchie e radicate tradizioni.
In concorso al Festival Internazionale del Cinema di Roma proprio in questi giorni, il film tra strepitose e suggestive location sicule, per la verità non sfruttate appieno, narra la storia di Sara e Angela che molto amiche da bambine, finiscono per diventare amanti in età adultà, soprattutto su impulso di Angela, ribelle e maschio mancato, quasi un disonore per la famiglia.

Grazie alle ottime interpretazioni di Valeria Solarino ma anche di Isabella Ragonese ( nei ruoli ovviamente di Angela e Sara ), il film scorre via piuttosto bene seppure vi sono carenze sia registiche che di scelta della fotografia: le due donne, prima osteggiate pesantemente dalle famiglie, sono costrette per rimanere insieme ad un incredibile stratagemma. Angela diventa "per magia" Angelo: il tutto realizzato con un taglio di capelli da uomo e vestiti da uomo. Essendo, dopo il Marchese dell'isola, la famiglia di Angela la più potente e che dà lavoro a mezzo paese, la gente fingerà di cadere all'inganno per paura e omertà e addirittura si potranno sposare in Chiesa perchè il parroco anche ha dei segreti da nascondere che non vuole si sappiano.

Le mancanze del film sono però anche concettuali: doveva essere un film su una incredibile storia d'amore oppure un film quasi di denuncia sulla diversità o ancora sulla condizione terribilmente medievale della donna in Sicilia a fine '800?
Saranno state le influenze televisive ma l'impressione è che spesso la regista tratti la storia più come una soap che come una grande storia sociale e se non fosse per la grande forza espressiva delle due protagoniste, capaci di infondere dolcezza e umanità, ma anche di catturare lo spettatore nel vortice del loro amore saffico, la pellicola avrebbe sicuramente perso molti punti a suo favore.
Estremamente suggestiva la scelta del titolo Viola di Mare, in riferimento puramente simbolico al pesce ermafrodita che porta questo nome, chiaro rimando alla doppia identità ( ma in verità una sola!!!) che la protagonista del film Angela è costretta ad assumere pur di stare vicino alla persona amata.

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
Il giorno sbagliato
Quando l'amore brucia l'anima. Walk The Line
7 ore per farti innamorare
Donnie Brasco
La forma dell'acqua - The Shape of Water
Re per una notte
Il re di Staten Island
La casa dalle finestre che ridono
È per il tuo bene
La gente che sta bene
Festival
Il primo Natale
Odio l'estate
Empire State
La ragazza che sapeva troppo
The vast of night
Dark Places. Nei luoghi oscuri
Honey boy
I miserabili
Quadrophenia
Parasite
La dea fortuna
Bombshell. La voce dello scandalo
D.N.A. decisamente non adatti
The gambler
Runner, runner
Il fuoco della vendetta
Death sentence – sentenza di morte
L’uomo invisibile
La Notte ha Divorato il Mondo
Ora non ricordo il nome
Cattive acque
Animali notturni
Rosso mille miglia
Gioco d'amore
All eyez on me
Gli anni più belli
Lontano lontano
L'uomo dei sogni
Rocketman
RICERCA AVANZATA
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere