HOME arrow LE NOSTRE RECENSIONI: arrow Drammatico1 arrow ...E ora parliamo di Kevin
Giovedì 19 Maggio 2022
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
News
10_giorni_senza_mamma_banner_160x600.png
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
Prima Persona Singolare NEWS
L’ombra del sicomoro
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
nightmare-alley-728x140.jpg
...E ora parliamo di Kevin PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 5
ScarsoOttimo 
Scritto da Francesca Caruso   
giovedì 23 febbraio 2012

...E ora parliamo di Kevin
Titolo originale: We Need to Talk About Kevin
Gran Bretagna, USA: 2011. Regia di: Lynne Ramsay Genere: Drammatico Durata: 110'
Interpreti: Tilda Swinton, Ezra Miller, John C. Reilly, Jasper Newell, Rocky Duer, Ashley Gerasimovich, Siobhan Fallon, Alex Manette, Kenneth Franklin, Leslie Lyles, Lauren Fox, Ursula Parker, James Chen, Leland Alexander Wheeler, Aaron Blakely, Jennifer Kim, Anthony Del Negro, Caitlin Kinnunen, Erin Maya Darke, Joseph Melendez, Neil Hardy
Sito web ufficiale:
Sito web italiano:
Nelle sale dal: 17/02/2012
Voto: 7
Trailer
Recensione di: Francesca Caruso
L'aggettivo ideale: Coraggioso
Scarica il Pressbook del film
...E ora parliamo di Kevin su Facebook
Mi piaceCondividi questo articolo su Facebook

eoraparliamodikevin_leggero.png“E ora parliamo di Kevin”, diretto dalla regista Lynne Ramsay, è la trasposizione cinematografica del romanzo di Lionel Shriver. Mostra in maniera eloquente e schietta l’altra faccia dell’essere madre e del rapporto insano che si può venire a creare col proprio figlio.
Eva mette da parte le sue aspirazioni per crescere Kevin. Il rapporto tra madre e figlio si dimostra molto complesso e difficile fin dall’inizio.
Così mentre col padre Kevin instaura un rapporto di complicità (apparente), con la madre cerca lo scontro ogni qualvolta gli è possibile. Il gesto crudele che il Kevin quindicenne compie, porterà Eva ad accollarsi l’intera colpa che la società le impone e che lei stessa sente.

“E ora parliamo di Kevin” è un film coraggioso e ha saputo esplorare una sfera affettiva e psicologica di cui si parla poco e di cui spesso si nega l’esistenza: la mancata maternità di una donna. La regista e co-sceneggiatrice mette in evidenza come la maternità non sia un qualcosa di scontato e naturale che tutte le donne devono avere per essere ritenute delle brave ragazze.
È un dato di fatto che ci siano donne che non hanno l’istinto materno, che non sono portate per fare la mamma, eppure da sempre la società impone i suoi stereotipi e se si hanno dei pensieri diversi da quelli tradizionali si è ritenute delle cattive madri.
Eva è semplicemente una donna che non era ancora pronta e ha espresso in modo non verbale il suo sentirsi fuori posto nei confronti del figlio, il quale ha percepito la riluttanza della persona che aveva di fronte.
Dall’altra parte Ramsay mostra la facciata di buonismo e finzione nella quale vive il padre di Kevin, che si rifiuta di vedere ciò che accade davanti ai suoi occhi, intento a vivere una farsa alla quale solo lui crede.

L’attrice Tilda Swinton si è calata completamente nel personaggio di Eva, riuscendo a far emergere l’interiorità di questa donna, svuotata, colpevole, amareggiata, esausta, ma pronta ad incassare ciò che la vita le ha riservato.
Eva continua a vivere e ad affrontare un giorno alla volta, cercando di ricostruirsi un’esistenza, che “qualcuno” voleva portarle via. Tutto ciò che Kevin fa, lo fa prima di tutto contro la madre, con l’intento di infliggerle dolore.
Il film dimostra come nelle famiglie apparentemente impeccabili si annidino le peggiori mostruosità e per ogni famiglia c’è una versione diversa. Laddove l’anomalia può risiedere nel genitore che opprime il figlio come ne “L’attimo fuggente”, in “E ora parliamo di Kevin” il sentire di un genitore provoca una deviazione nel figlio.

Lynne Ramsay racconta la storia di Eva e Kevin andando a ritroso, usa il flashback saltando da un momento temporale all’altro, riuscendone a mantenere l’intensità e la forza. Ciò lo si deve anche agli interpreti, ognuno dei quali riesce ad esprimere le emozioni del proprio personaggio attraverso lo sguardo e la gestualità.
Tilda Swinton è talmente spiazzante da meritare di essere inserita tra le cinque nomination all’Oscar 2012, peccato non ne faccia parte.

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
Il giorno sbagliato
Quando l'amore brucia l'anima. Walk The Line
7 ore per farti innamorare
Donnie Brasco
La forma dell'acqua - The Shape of Water
Re per una notte
Il re di Staten Island
La casa dalle finestre che ridono
È per il tuo bene
La gente che sta bene
Festival
Il primo Natale
Odio l'estate
Empire State
La ragazza che sapeva troppo
The vast of night
Dark Places. Nei luoghi oscuri
Honey boy
I miserabili
Quadrophenia
Parasite
La dea fortuna
Bombshell. La voce dello scandalo
D.N.A. decisamente non adatti
The gambler
Runner, runner
Il fuoco della vendetta
Death sentence – sentenza di morte
L’uomo invisibile
La Notte ha Divorato il Mondo
Ora non ricordo il nome
Cattive acque
Animali notturni
Rosso mille miglia
Gioco d'amore
All eyez on me
Gli anni più belli
Lontano lontano
L'uomo dei sogni
Rocketman
RICERCA AVANZATA
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere