Domenica 24 Settembre 2017
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cinemalia Menù
HOME
Recensioni Novità
Anteprime Gratuite
I film che usciranno
Recensioni film
Recensioni dvd
Gli Inediti
Cult Movie
Sorridi con noi
Prossimamente
Luoghi Comuni
Articoli Cinema
Cinema & Curiosità
Il Cinema Asiatico
Libri & Cinema
Collabora con noi
Contattaci
Staff
Feed Rss
News & Rumors
Serie Tv
Recensioni Blu Ray
Cerca in Cinemalia
Pubblicità
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
Gli assalti alle panetterie
Bianca come la luna
Theodore Boone – Mistero in aula
Rashōmon
L’angelo della tempesta
Vento & Flipper
Guida cinica alla cellulite
I Sette Savi del Bosco di Bambù
Diario di Murasaki Shikibu
Moby Dick
Vita di un ragazzo di vita
Lost souls. Storie e miti del basket di strada
Grotesque
Il ventaglio di Lady Windermere
L'avvocato canaglia
La strana biblioteca
Radio Imagination
L’odore della notte
Theodore Boone – Il fuggitivo
Il gigante sepolto
Più gentile della solitudine
Prossimamente
A casa nostra PDF Stampa E-mail
Scritto da Ciro Andreotti   
mercoledì 03 maggio 2017

Titolo: A casa nostra
Titolo originale: Chez nous
Francia, Belgio 2017 Regia di: Lucas Belvaux Genere: Drammatico Durata: 117'
Interpreti: Émilie Dequenne, André Dussollier, Guillaume Gouix, Catherine Jacob, Anne Marivin, Patrick Descamps, Charlotte Talpaert, Mateo Debaets
Sito web ufficiale:
Sito web italiano:
Nelle sale dal: 27/04/2017
Voto: 7
Recensione di: Ciro Andreotti
L'aggettivo ideale: Politico
Scarica il Pressbook del film
A casa nostra su Facebook

acasanostra_1_leggero.pngPauline Duhez è una madre single e un’infermiera domiciliare di grande professionalità, stimata da colleghi, pazienti e apprezzata dal padre, un vecchio sindacalista di sinistra malato e in pensione. Il dottor Berthier, suo collega, conoscendola per una persona molto seria le propone di candidarsi a sindaco del suo paese per “il Blocco”, un partito di profonda destra per il quale Berthier la giudica perfetta.
Al tempo stesso Pauline oltre a essere molto combattuta per l’opinione che questa sua scelta potrebbe scatenare nel padre ha da poco ripreso a frequentare Stéphane, allenatore di calcio del figlio e a sua insaputa uno xenofobo dedito a pestaggi notturni.

Una commedia degli equivoci giocata su due piani: Politico e ideologico da un lato e sentimentale dall’altro. Belvaux fa uscire oltralpe la propria pellicola, basata sul controverso romanzo “Le Bloc”, di Jérôme Leroy, con il chiaro intento di sabotare il tentativo dell’ultra destra di arrivare alla vittoria nel corso delle elezioni presidenziali francesi, è difatti sin troppo facile intravedere nella figura della combattiva Agnès Dorgelle, fondatrice del Front National, analogie sin troppo evidenti con quel che ora sta accadendo in Francia.

Il risultato finale è una storia lenta e psicologica ove le buone intenzioni, la purezza politica e ideologica di Pauline si deve inevitabilmente scontrare con la vita di ogni giorno e dove quel che lei giudica onesto diventa lentamente quello che maggiormente la allontanerà da amicizie e dai propri sentimenti.
Un film progettato a tavolino in occasione dell’ultima pellicola diretta dal regista Belga, “Sarà il mio tipo? e altri discorsi sull'amore”, l’ultimo sforzo di Belvaux merita di essere visto anche se si sofferma colpevolmente troppo a lungo sugli aspetti politici tralasciando volontariamente la vita di Pauline, una eccellente Émilie Dequenne.

Una pellicola quindi da prendere come un prodotto ben costruito, ideale per descrivere alla perfezione i dietro le quinte della politica ma anche altrettanto faziosamente schierato.

Trailer

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png mail_logo.png



Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere