Giovedì 18 Agosto 2022
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
News
10_giorni_senza_mamma_banner_160x600.png
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
Prima Persona Singolare NEWS
L’ombra del sicomoro
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
nightmare-alley-728x140.jpg
Blue Jasmine PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 3
ScarsoOttimo 
Scritto da Domenico Astuti   
domenica 15 dicembre 2013

Titolo: Blue Jasmine
Titolo originale: Blue Jasmine
USA: 2013. Regia di: Woody Allen Genere: Drammatico Durata: 98'
Interpreti: Cate Blanchett, Joy Carlin, Richard Conti, Glen Caspillo, Alec Baldwin, Charlie Tahan, Annie McNamara, Louis C.K., Sally Hawkins, Bobby Cannavale, Andrew Dice Clay, Peter Sarsgaard, Michael Stuhlbarg
Sito web ufficiale: www.sonyclassics.com/bluejasmine
Sito web italiano:
Nelle sale dal: 05/12/2013
Voto: 6,5
Trailer
Recensione di: Domenico Astuti
L'aggettivo ideale: Discreto
Scarica il Pressbook del film
Blue Jasmine su Facebook

bluejasmine_leggero.pngPer una parte della critica Allen è ormai bollito; per altri, sotto la cenere, riesce ancora in alcuni colpi di grande cinema.
Sicuramente a 78 anni lavora troppo e qualche volta va coscientemente a vuoto; probabilmente preferisce comunque lavorare piuttosto che aspettare un’idea e una sceneggiatura degna di nota ( infatti è di nuovo su un set a dirigere il prossimo film ).
E’ autorevolmente nella storia del Cinema e quindi non deve ‘ pensare ‘ ad una carriera e a non fare degli inciampi. Negli ultimi dieci anni ha realizzato ben 10 film, alcuni notevoli come “ Match Point “ ed altri imbarazzanti come “ To Rome with love “.

In quest’ultimo – che si pone a mezza strada – si nota una perdita di direzione degli attori, in particolare della bravissima Cate Blanchett che è quasi una coregista con la sua interpretazione: sposta l’asse dello stile Allen ( sembra più una Liv Ullmann bergmaniana che non una Diane Keaton dei vecchi film di Allen ); a questo si aggiunga che c’è una perdita della vena ironico-pungente, della comicità cinica, e soprattutto il plot della storia gira un po’ intorno a se stesso, prevedibile e un po’ fuori fuoco.

Jasmine è una signora newyorkese dell’alta borghesia, casa stupenda, vita da favola tra Europa e States. Ma non è sempre stata così, da bambina è stata adottata assieme ad una sorella non di sangue da una famiglia semplice e non ricca. Ma lei è riuscita nella vita sin da subito, sposandosi con Hal ( Alec Baldwin ) un’avventuriero della finanza. Per lui ha lasciato l’università e chiudendo tutti e due gli occhi sul lavora e la morale del marito ha iniziato a vivere nel lusso.
Ma la storia inizia con Jasmine che è ormai preda del panico ( parla da sola e ha perso qualsiasi rapporto con la realtà ), è senza un soldo perché il marito è finito in carcere per i suoi imbrogli e si è suicidato.
Prende un aereo e va a San Francisco a vivere dalla sorella Ginger ( una simpatica, brava e alleniana Sally Hawkins ) che la accoglie con generosità nonostante sia una modesta cassiera di un minimarket, abbia due figli infernali, un compagno Chili ruspante e proletario ( Bobby Cannavale ) e degli amici molto semplici se non rozzi. In Jasmine non c’è la consapevolezza del cambiamento di vita, lei continua ad essere una donna borghese prepotente e presuntuosa che vive nella menzogna sia verso gli altri che verso se stessa, e aspetta solo un’opportunità per riprendere la vita di prima: come il tutto fosse un fastidioso incidente di percorso. Ma è anche profondamente debole e così finta che ha cambiato anche nome perché il suo è banale; e sono finti i suoi sentimenti nei confronti della sorella e verso il mondo intero.

E la sua finzione emotiva e umana si svela anche davanti ad un diplomatico ricco e inconsistente che condivide gli stessi valori effimeri e superficili di lei: lui si innamora e vuole sposarla, lei si lascia corteggiare come se stesse facendo un affare e si presenta come un’arredatrice vedova di un cardiochirurgo morto di infarto.
E non pensa minimamente ad essere sincera e a raccontargli il suo dramma Tutto sembra prendere la direzione giusta per Jasmine, ma davanti alla gioielleria nella quale lui vuole comprarle un anello di fidanzamento compare l’ex marito della sorellastra Ginger, che in òoche battute livorose svela tutta la verità e mette a nudo tutte le menzogne e le ipocrisie della donna. Il fidanzato si sente tradito e la lascia immediatamente e per la donna sembra proprio finita…

Film che si lascia vedere con piacere anche se secondo noi Allen non riesce a dare alla Blanchet un tono di leggerezza necessaria ed anche quando sarebbe facile far sorridere il pubblico la ‘ bravura ‘ autorale dell’attrice cambia l’ obiettivo.
Come se si volesse rendere la Monna Lisa sexy ed erotica. Buono il cast, bella la fotografia, ottima la colonna sonora.

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
Il giorno sbagliato
Quando l'amore brucia l'anima. Walk The Line
7 ore per farti innamorare
Donnie Brasco
La forma dell'acqua - The Shape of Water
Re per una notte
Il re di Staten Island
La casa dalle finestre che ridono
È per il tuo bene
La gente che sta bene
Festival
Il primo Natale
Odio l'estate
Empire State
La ragazza che sapeva troppo
The vast of night
Dark Places. Nei luoghi oscuri
Honey boy
I miserabili
Quadrophenia
Parasite
La dea fortuna
Bombshell. La voce dello scandalo
D.N.A. decisamente non adatti
The gambler
Runner, runner
Il fuoco della vendetta
Death sentence – sentenza di morte
L’uomo invisibile
La Notte ha Divorato il Mondo
Ora non ricordo il nome
Cattive acque
Animali notturni
Rosso mille miglia
Gioco d'amore
All eyez on me
Gli anni più belli
Lontano lontano
L'uomo dei sogni
Rocketman
RICERCA AVANZATA
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere