HOME arrow LE NOSTRE RECENSIONI: arrow Drammatico1 arrow Broadway Danny Rose
Giovedì 19 Luglio 2018
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
CONTATTI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
Recensioni Blu Ray
tomb_raider_banner_160x600.jpeg
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
Gli assalti alle panetterie
Bianca come la luna
Theodore Boone – Mistero in aula
Rashōmon
L’angelo della tempesta
Vento & Flipper
Guida cinica alla cellulite
I Sette Savi del Bosco di Bambù
Diario di Murasaki Shikibu
Moby Dick
Vita di un ragazzo di vita
Lost souls. Storie e miti del basket di strada
Grotesque
Il ventaglio di Lady Windermere
L'avvocato canaglia
La strana biblioteca
Radio Imagination
L’odore della notte
Theodore Boone – Il fuggitivo
Il gigante sepolto
Più gentile della solitudine
Prossimamente
Broadway Danny Rose PDF Stampa E-mail
Scritto da Ciro Andreotti   
giovedì 12 luglio 2018

Titolo: Broadway Danny Rose
Titolo originale: Broadway Danny Rose
USA 1984 Regia di: Woody Allen Genere: Drammatico Durata: 86'
Interpreti: Woody Allen, Mia Farrow, Nick Forte, Sandy Baron, Jackie Gayle, Morty Gunty, Howard Storm, Danny Aiello, Paul Greco
Sito web ufficiale:
Sito web italiano:
Nelle sale dal: 20/09/1984
Voto: 6,5
Recensione di: Ciro Andreotti
L'aggettivo ideale: Delicato...
Scarica il Pressbook del film
Broadway Danny Rose su Facebook

broadway_danny_rose.jpgLa vita di un anonimo agente di Broadway viene narrata, nel corso di una cena, da coloro che hanno lavorato con lui. Il racconto si sofferma in particolare sul rapporto che legava Danny al cantante italo americano Lou Canova.

Per una volta Allen non fa necessariamente ridere ma riflettere sul senso del dietro le quinte del mondo dello spettacolo, popolato da un sottobosco di attori e saltimbanchi uniti attorno al tavolo a narrare dei rispettivi successi e di un assente celebre, l’agente teatrale Danny Rose, ex attore e battutista esattamente come molti dei presenti e passato successivamente a dirigere le vite professionali di molti di loro con un particolare ricordo del legame, fra vittima e carnefice, che lo legò all’ingrato cantante Lou Canova, velocemente reso celebre e per il quale Danny sacrificò letteralmente tutto sé stesso.

Fra talenti sprecati e talenti assenti e un legame fraterno che per tutta una vita può unirti ai tuoi sodali, in una sorta di limbo che ti può imprigionare nel sottobosco di un mondo a luci e ombre, composto da coloro che ce l’hanno quasi fatta ma senza veramente farcela, il film viene attraversato per tutta la sua breve durata da una sana vena malinconica per il dietro le quinte di un mondo ormai scomparso.
Commetterebbe quindi un grave errore chi vi s’avvicinasse pensando di ridere a ogni piè sospinto, e non che Allen si faccia attendere, ma sempre con il fine mai nascosto di farti pensare.
Un’opera delicata e dedicata come sempre a New York e alla giovinezza del regista. Non va dimenticato che proprio Allen proviene da quel mondo di mezzo che ancora vive accompagnato dal suo fido clarinetto. Eccellente la scelta di riprendere in un bianco e nero necessario per fare risaltare i tempi passati.

Di certo una pellicola meno celebre e celebrata di altre ma altrettanto godibile ed efficace; con una Mia Farrow, all’epoca compagna del regista, per una volta nella inconsueta veste di femme fatale e un manipolo di ottimi caratteristi a fare da spalla a Danny Woody Rose.

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
Schegge di paura
Broadway Danny Rose
Il giovane Karl Marx
Come un gatto in tangenziale
La truffa del secolo
La truffa dei Logan
Monitor
Dogman
Un sogno chiamato Florida
Ippocrate
End of Justice - Nessuno è innocente
Ogni maledetta domenica
Paterno
Made in Italy
Rimetti a noi i nostri debiti
Abracadabra
Benvenuto in Germania
Avengers: Infinity War
I segreti di Wind River
Molly's Game
Il premio
Tonya
Strange Days
Omicidio al Cairo
Fà la cosa giusta
Good Time
La forma dell'acqua - The Shape of Water
Scappa - Get Out
La casa di famiglia
Metti la nonna In freezer
Fabrizio De Andrè - Principe libero
Il contagio
La vedova Winchester
Non è un paese per giovani
La fratellanza
Veloce come il vento
Tre manifesti a Ebbing, Missouri
Napoli velata
Morto Stalin, se ne fa un altro
Star Wars: Gli Ultimi Jedi
Tutti i Soldi del Mondo
Prima di domani
Smetto quando voglio - ad honorem
Wonder
Suburbicon
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png  
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere