HOME arrow RECENSIONI FILM arrow Drammatico1 arrow Diaz - Non pulire questo sangue
Lunedì 22 Dicembre 2014
Cinemalia Menù
HOME
ANTEPRIME GRATUITE
FILM GRATIS
RECENSIONI NOVITA'
RECENSIONI FILM
RECENSIONI DVD
I FILM CHE USCIRANNO
GLI INEDITI
CULT MOVIE SCI-FI
SORRIDI CON NOI
PROSSIMAMENTE
LUOGHI COMUNI
ARTICOLI CINEMA
CINEMA E CURIOSITA'
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI E CINEMA
COLLABORA CON NOI
CONTATTACI
STAFF
FEED RSS
NEWS & RUMORS
SERIE TV
Cerca in Cinemalia
Newsletter Cinemalia
Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato.
Ricevi HTML?
Login Form





Password dimenticata?
Nessun account? Registrati
Pubblicità
Anteprima TFF

Retrospettiva Sono Sion
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)

Libri & Cinema
Prossimamente
Diaz - Non pulire questo sangue PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 2
ScarsoOttimo 
Scritto da Ilaria Melania Mattei   
giovedì 26 aprile 2012

Titolo: Diaz - Non pulire questo sangue
Titolo originale: Diaz - Non pulire questo sangue
Italia: 2012. Regia di: Daniele Vicari Genere: Drammatico Durata: 127'
Interpreti: Jennifer Ulrich, Elio Germano, Claudio Santamaria, Monica Barladeanu, Sarah Marecek, Ralph Amoussou, Pietro Ragusa, Alessandro Roja, Jacopo Maria Bicocchi
Sito web ufficiale: www.diazilfilm.it
Sito web italiano:
Nelle sale dal: 13/04/2012
Voto: 7,5
Trailer
Recensione di: Ilaria Melania Mattei
L'aggettivo ideale: Coraggioso
Scarica il Pressbook del film
Diaz - Non pulire questo sangue su Facebook
Mi piace

diaz_leggero.png"La più grave sospensione dei diritti democratici in un paese occidentale dopo la seconda guerra mondiale" – Amnesty International.
E non solo. In quel 21 luglio 2001 la democrazia, già precedentemente sospesa, viene ridotta in frantumi, come suggerisce la bottiglietta di vetro con la quale Daniele Vicari apre il suo film, e che ritorna più volte come una sorta di leit-motiv, filo conduttore o simbolico punto di partenza della vicenda, emblema dell' assurda distruzione che caratterizzò le giornate del Genoa Social Forum.

Vetri rotti, ossa rotte, diritti umani fatti a pezzi. E Vicari ricostruisce la follia di quel 21 Luglio proprio rimettendo insieme i pezzi delle vicende di singole persone che trovano un comune, tragico epilogo all'interno della scuola-mattatoio Diaz, e poi nella caserma-carcere di Bolzaneto, e lo fa a partire dagli atti processuali, dalle testimonianze, dalle immagini girate nel delirio dei quei giorni. I protagonisti-vittime sono il giornalista Luca (Elio Germano), l'anziano militante della Cgil Anselmo, la tedesca Alma (Jennifer Ulrich) picchiata nella Diaz e torturata nella caserma di Bolzaneto, i due anarchici francesi rifugiatisi in un bar.

E poi i tedeschi Bea e Ralf, che pensano già al ritorno, e il francese Nick, a Genova per un seminario. Ma c'è anche il vice-questore Max Flamini (Caludio Santamaria), in disaccordo sulla gestione della situazione da parte della polizia, ma comunque colpevole (nella relatà è Michelangelo Forunier, vice questore dell'epoca, che definirà la Diaz "una macelleria messicana"). Con estrema lucidità e ottima tecnica cinematografica il regista inchioda lo spettatore alla poltrona, lo trascina nella vicenda viva con un sapiente uso delle immagini di repertorio, che si rispecchiano e rifluiscono senza soluzione di continuità in quelle ricreate sul set, e con continui flashback e salti temporali, in un ritmo serrato che non concede tregua.

E quando l'epilogo è ormai imminente, quando 300 macellai travestiti da rappresentanti delle forze dell'ordine sfondano il portone della Diaz, la sensazione è quella terribile di non avere più scampo: per le vittime dentro la scuola, indifese contro la furia sanguinaria dei "tonfa", intrappolate senza alcuna via di fuga, destinate a vivere un incubo che continuerà nella caserma di Bolzaneto; e per noi dentro la sala cinematografica, indifesi contro l'orrore di quel massacro insensato e la vergogna di quella fredda pianificazione da parte del potere istituzionale, che si fabbrica alibi e giustificazioni, anche noi senza più vie di fuga da uno scempio che ha scritto una delle pagine più infami della nostra storia.

Nella sua intensa ricostruzione Vicari sfiora soltanto il tema delle responsabilità politiche, perchè l'intenzione non è quella di dare risposte, ma di tenere vive le molte domande, fra cui le più immediate: come è potuto accadere? e perchè tutti i colpevoli sono rimasti al loro posto? Un film coraggioso, dall'alto valore di testimonianza storica, da vedere per riflettere, per non dimenticare e per mantenere alta quell' indignazione che di fronte a fatti così terribili ci identifica come esseri umani.
E per impedire che accada ancora.

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
feed_home_1.png twitter_home_1.png facebook_home_1.png SiteBook


dvdstore_banner.png


Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
The White Haired Witch of Lunar Kingdom
Brotherhood of Blades
Kundo: Age of the Rampant
Broken
Obsessed
Aberdeen Far East Festival
Coming Home Cannes 2014
The Five
Montage Florence Korea Film Fest
Our Sunhi Florence Korea Film Fest
Why don’t you play in hell? Venezia 2013
Secretly, Greatly Florence Korea Film Fest
Hide and Seek Film d'apertura del Florence Korea Film Fest
Hwayi: A Monster Boy
The Face Reader
The White Storm
R100 Toronto Film Festival
The Terror Live
No Man’s Land
Real Toronto Film Festival
Unbeatable
Blind Detective Courmayeur Noir in Festival
A Woman and War Anteprima Torino film festival
Snowpiercer Festival di Roma
Gli articolii più letti
Box Office
I Top Movie del Week-End dal 5 al 7 Dicembre 2014
1 I PINGUINI DI MADAGASCAR
2 MAGIC IN THE MOONLIGHT
3 SCEMO & + SCEMO 2
4 SCUSATE SE ESISTO
5 OGNI MALEDETTO NATALE
6 HUNGER GAMES - IL CANTO DELLA RIVOLTA: PARTE 1
7 UN AMICO MOLTO SPECIALE
8 INTERSTELLAR
9 LA SCUOLA PIU' BELLA DEL MONDO
10 NARUTO - LA VIA DEI NINJA
In Blu-Ray questo mese
Brick Mansions
Nymphomaniac - Volume 2
3 Days to Kill
Transcendence
Mai così vicini
Aftershock
Tutte contro lui - The Other Woman
Cam Girl
Sabotage (2014)
Transformers 4 - L'era dell'estinzione
Jersey Boys
1303 - La paura ha inizio
Archivio per genere
Sondaggi
Il prezzo dei biglietti aumenta, cosa ne pensi?