Mercoledì 28 Settembre 2022
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
News
10_giorni_senza_mamma_banner_160x600.png
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
Prima Persona Singolare NEWS
L’ombra del sicomoro
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
gemini_man_banner_728x140.jpeg
Giraffada PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 22
ScarsoOttimo 
Scritto da Francesca Caruso   
venerdì 23 maggio 2014

Titolo: Giraffada
Titolo originale: Giraffada
Italia, Francia, Germania, Palestina: 2014. Regia di: Rani Massalha Genere: Drammatico Durata: 85'
Interpreti: Saleh Bakri, Laure De Clermont, Roschdy Zem, Ahmed Bayatra, Mohammed Bakri, Loutof Nuweiser, Roschdy Zem
Sito web ufficiale:
Sito web italiano:
Nelle sale dal: 29/05/2014
Voto: 7,5
Trailer
Recensione di: Francesca Caruso
L'aggettivo ideale: Vitale
Scarica il Pressbook del film
Giraffada su Facebook

giraffada_leggero.pngIl film diretto da Rani Massalha (suo anche il soggetto) è stato coprodotto da Francia, Germania e Italia ed è ambientato in Palestina. Yacine e suo figlio Ziad vivono in Palestina al confine con la West bank, vicino al muro che li separa dagli israeliani.
L’uomo è un veterinario e lavora all’interno di uno zoo, dove Ziad ha fatto amicizia con una coppia di giraffe, Rita e Brownie.
Una sera - durante la festa di compleanno del direttore dello zoo - avvengono scontri ed esplosioni che spaventano molto Brownie. L’animale preso dall’agitazione va a sbattere e muore. Il morale di Rita è a terra, si rifiuta di mangiare e Ziad decide di fare lo stesso.
L’unica soluzione è portare da Rita un altro compagno. Yacine escogita un piano rischioso per avere una giraffa dall’amico israeliano Yohav, che lavora anche lui in uno zoo, facendosi aiutare da Laura, una giornalista. Il cuore e motore della storia è il rapporto padre/figlio.

Nell’amore che l’uno nutre per l’altro e nel vicendevole sostegno risiede la bellezza di questo film tenero, soave, che non tralascia di mostrare le tensioni tra i palestinesi e gli israeliani e di come i primi vivano in una ‘gabbia’, delimitata dal muro di separazione.
Nel descrivere ciò che accade alle giraffe, Massalha e lo sceneggiatore Xavier Nemo mostrano la condizione in cui vive questa comunità. I due animali sono vulnerabili tanto quanto gli uomini, la perdita del compagno per Rita equivale alla perdita della moglie/mamma per Yacine e Ziad.

La violenza delle esplosioni subita dalle due giraffe è la medesima per la comunità di palestinesi, che quantomeno ha un rifugio dove poter trovare una momentanea salvezza. “Giraffada” esprime sentimenti universali nei quali chiunque si può identificare.
Il regista rende partecipe emotivamente in ogni istante lo spettatore, a cui stanno a cuore i personaggi e la riuscita del loro piano. Le giraffe sono protagoniste al fianco delle figure umane, inserite tutte in splendidi scorci di paesaggi che fanno capolino durante l’arco narrativo. Questa favola odierna viene interrotta in più momenti dal sopraggiungere di una realtà dolorosa e che porta con sé ingiustizia.

L’epilogo nasconde un sguardo amaro sulle conseguenze delle proprie azioni, quando si è disposti a rischiare il tutto per tutto per amore, dimostrando che ne vale sempre la pena.
È un film sincero e raccontato con sentimento. Rani Massalha lo dedica al padre. Nato in Francia da padre palestinese e madre egiziana, con “Giraffada” realizza il suo primo lungometraggio.
La scelta degli attori è ottima, Saleh Bakri e Ahmed Bayatra sono perfetti nelle vesti di padre e figlio. Si avverte la giusta complicità. È uno di quei film che sarebbe un peccato perdere.

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
Il giorno sbagliato
Quando l'amore brucia l'anima. Walk The Line
7 ore per farti innamorare
Donnie Brasco
La forma dell'acqua - The Shape of Water
Re per una notte
Il re di Staten Island
La casa dalle finestre che ridono
È per il tuo bene
La gente che sta bene
Festival
Il primo Natale
Odio l'estate
Empire State
La ragazza che sapeva troppo
The vast of night
Dark Places. Nei luoghi oscuri
Honey boy
I miserabili
Quadrophenia
Parasite
La dea fortuna
Bombshell. La voce dello scandalo
D.N.A. decisamente non adatti
The gambler
Runner, runner
Il fuoco della vendetta
Death sentence – sentenza di morte
L’uomo invisibile
La Notte ha Divorato il Mondo
Ora non ricordo il nome
Cattive acque
Animali notturni
Rosso mille miglia
Gioco d'amore
All eyez on me
Gli anni più belli
Lontano lontano
L'uomo dei sogni
Rocketman
RICERCA AVANZATA
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere