HOME arrow Recensioni film arrow Drammatico1 arrow Hell or high water
Giovedì 19 Ottobre 2017
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cinemalia Menù
HOME
Recensioni Novità
Anteprime Gratuite
I film che usciranno
Recensioni film
Recensioni dvd
Gli Inediti
Cult Movie
Sorridi con noi
Prossimamente
Luoghi Comuni
Articoli Cinema
Cinema & Curiosità
Il Cinema Asiatico
Libri & Cinema
Collabora con noi
Contattaci
Staff
Feed Rss
News & Rumors
Serie Tv
Recensioni Blu Ray
Cerca in Cinemalia
Pubblicità
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
Gli assalti alle panetterie
Bianca come la luna
Theodore Boone – Mistero in aula
Rashōmon
L’angelo della tempesta
Vento & Flipper
Guida cinica alla cellulite
I Sette Savi del Bosco di Bambù
Diario di Murasaki Shikibu
Moby Dick
Vita di un ragazzo di vita
Lost souls. Storie e miti del basket di strada
Grotesque
Il ventaglio di Lady Windermere
L'avvocato canaglia
La strana biblioteca
Radio Imagination
L’odore della notte
Theodore Boone – Il fuggitivo
Il gigante sepolto
Più gentile della solitudine
Prossimamente
Hell or high water PDF Stampa E-mail
Scritto da Ciro Andreotti   
mercoledì 29 marzo 2017

Titolo: Hell or high water
Titolo originale: Hell or high water
USA 2016 Regia di: David Mackenzie Genere: Drammatico Durata: 102'
Interpreti: Dale Dickey, Ben Foster, Chris Pine, William Sterchi, Jeff Bridges, Katy Mixon, Gil Birmingham
Sito web ufficiale: www.hellorhighwater.movie/
Sito web italiano:
Nelle sale dal: Inedito
Voto: 6,5
Recensione di: Ciro Andreotti
L'aggettivo ideale: On the road
Scarica il Pressbook del film
Hell or high water su Facebook

hell_or_high_water_leggero.pngDue fratelli, di cui uno appena uscito di prigione, rapinano banche per salvare la fattoria di proprietà della loro famiglia. Sulle loro tracce si mette un esperto ranger prossimo alla pensione. Un po’ Butch Cassidy e Sundance Kid, con una colonna sonora che affonda le proprie radici nel profondo sud.
Un Jeff Bridges imbolsito e prossimo alla conclusione della carriera ma pur sempre efficace con il suo fare lentamente caracollante. Il sogno americano che s’infrange contro un muro di debiti contratti con banche e agenzie di mutui, facile intravedere fra le pieghe di paesaggi industriali i cartelli delle agenzie di prestito vera rovina del sogno a stelle e strisce di cui sopra.

Date queste premesse lo scozzese David Mackenzie, alla sua prima pellicola in territorio USA, riesce a narrare una storia di disperazione on the road che affonda i propri ricordi nel passato di una famiglia spiantata e con interlocutrici altre vite che affondano le loro esistenze nella medesima disperazione fatta di povertà e polvere del deserto.

Una caccia all’uomo alla fine del tutto ignorata dalla notte degli Oscar e dalla distribuzione di casa nostra, in Italia la pellicola è disponibile solo sulla piattaforma Netflix, ma anche una storia già narrata in altri frangenti: Paul Newman e Robert Redford nel ruolo tragicomico di Cassidy e Sundance, ma anche da Michael Douglas in Un giorno di ordinaria follia.
Lo sceneggiatore Taylor Sheridan traduce la disperazione degli USA in una storia esaltata da una fotografia che offre piani americani e campi lunghi capaci di enfatizzare la vastità desertica di paesaggi ai margini della civiltà. Oltre a questo, un’ eccellente colonna sonora scritta da Nick Cave e Warren Ellis, e all’ottimo Bridges, la pellicola purtroppo non si sofferma molto sui rapporti di solidarietà familiare o lavorativa, offrendo quindi troppo poco per ambire a qualche premio significativo nonostante una storia ben narrata e con tutti i prodromi del western sui generis.

Trailer

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png mail_logo.png



Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere