Lunedì 26 Ottobre 2020
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
CONTATTI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
Recensioni Blu Ray
uomo-invisibile-160x600.png
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
L’ombra del sicomoro NEWS
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
richard_jewell_banner.png
Holy Motors PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 42
ScarsoOttimo 
Scritto da Francesca Caruso   
martedì 11 giugno 2013

Titolo: Holy Motors
Titolo originale: Holy Motors
Francia, Germania: 2012. Regia di: Leos Carax Genere: Drammatico Durata: 115'
Interpreti: Denis Lavant, Edith Scob, Eva Mendes, Kylie Minogue, Cordelia Piccoli, Elise Lhommeau
Sito web ufficiale: www.holymotorsfilm.com
Sito web italiano:
Nelle sale dal: 06/06/2013
Voto: 6,5
Trailer
Recensione di: Francesca Caruso
L'aggettivo ideale: Insolito
Scarica il Pressbook del film
Holy Motors su Facebook

holymotors_leggero.pngIl nuovo film di Leos Carax ha partecipato al Festival di Cannes e a parecchi altri festival, riscuotendo un’ondata di consensi positivi. Le Cahier du cinéma lo ha eletto il miglior film del 2012. In “Holy Motors” il regista fa suo e mette in immagini il concetto espresso dallo scrittore Jorge Luis Borge in “Everything and Nothing”: “Io che sono stato tanti uomini invano, vorrei esserne solo uno: me stesso”.

Il film segue il protagonista, il signor Oscar, per 24 ore.
L’uomo va in giro per Parigi e dintorni in limousine, in cui trova tutto il necessario per trasformarsi di volta in volta in personaggi diversi. Il signor Oscar come un attore si siede di fronte a uno specchio e ogni volta crea e distrugge il proprio personaggio.
La prima impressione che si avverte entrando in contatto con “Holy Motors” è che il protagonista stia interpretando dei ruoli e per calarsi completamente nella parte li prova nella realtà, con persone comuni e allo scuro di tutto, come il mendicante o il signor Merda (protagonista del segmento del film “Tokyo!” del 2008), che rapisce una modella su un set fotografico e la porta con sé nelle fognature della città.

Nonostante ciò man mano che i personaggi scorrono davanti agli occhi si nota la partecipazione attiva degli altri interlocutori e come questa sia un’abile messa in scena, ma in campo non c’è la macchina da presa. Il regista mostra l’arte che si mescola alla vita, rendendo invisibili i confini tra le due. Il signor Oscar anche durante l’ultimo incontro recita l’ennesima parte. Quella intrapresa è una sorta di espiazione, il signor Oscar fa i conti con i propri demoni. L’epilogo diviene la chiave di volta e sintetizza splendidamente il pensiero dell’autore.
La limousine ha un ruolo fondamentale, importante tanto quanto il suo viaggiatore. Per 24 ore saranno inseparabili, l’auto rappresenta il suo rifugio, il suo camerino, la sua casa. La sua onnipresenza e il suo utilizzo richiamano alla mente “Cosmopolis” di David Cronenberg.
Per Carax le limo sono dei motori sacri che traghettano “gli uomini nei loro ultimi viaggi, i loro ultimi lavori”. Tutte con un destino comune e nel momento in cui due dei loro viaggiatori si incontrano condividono lo stesso sogno. In “Holy Motors” ci si trova davanti a tante interpretazioni di generi diversi, legate fra loro dall’attore che da loro forma: il bravissimo Denis Lavant.
Dieci travestimenti, dieci incontri, dieci ‘missioni’ da portare a compimento prima che la limousine torni nella propria casa: il garage. Sono dieci modi diversi di intendere l’esistenza, nessuna delle quali sembra essere quella di Oscar. Leos Carax si domanda “Ma dov’è la vera dimora di ciascuno? Forse le nostre vere case sono già i nostri computer?”.

Il film spinge a riflettere e a porsi delle domande: Quando ci rapportiamo agli altri siamo davvero noi stessi? O forse non siamo un po’ tutti – chi più chi meno – il signor Oscar e ad ogni incontro indossiamo una maschera e mostriamo una parte alterata di noi? “Holy Motors” è un film particolare e insolito, non va incontro ai gusti di tutti, esige una predisposizione mentale verso la sua storia un po’ sopra le righe.

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
Il giorno sbagliato
Quando l'amore brucia l'anima. Walk The Line
7 ore per farti innamorare
Donnie Brasco
La forma dell'acqua - The Shape of Water
Re per una notte
Il re di Staten Island
La casa dalle finestre che ridono
È per il tuo bene
La gente che sta bene
Festival
Il primo Natale
Odio l'estate
Empire State
La ragazza che sapeva troppo
The vast of night
Dark Places. Nei luoghi oscuri
Honey boy
I miserabili
Quadrophenia
Parasite
La dea fortuna
Bombshell. La voce dello scandalo
D.N.A. decisamente non adatti
The gambler
Runner, runner
Il fuoco della vendetta
Death sentence – sentenza di morte
L’uomo invisibile
La Notte ha Divorato il Mondo
Ora non ricordo il nome
Cattive acque
Animali notturni
Rosso mille miglia
Gioco d'amore
All eyez on me
Gli anni più belli
Lontano lontano
L'uomo dei sogni
Rocketman
RICERCA AVANZATA
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere