Domenica 27 Novembre 2022
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
News
10_giorni_senza_mamma_banner_160x600.png
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
Prima Persona Singolare NEWS
L’ombra del sicomoro
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
gemini_man_banner_728x140.jpeg
Il sentiero PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 1
ScarsoOttimo 
Scritto da Domenico Astuti   
lunedì 30 gennaio 2012

Il sentiero
Titolo originale: Na putu
Bosnia-Herzegovina, Austria, Germania, Croazia: 2010. Regia di: Jasmila Zbanic Genere: Drammatico Durata: 100'
Interpreti: Zrinka Cvitesic, Leon Lucev, Ermin Bravo, Mirjana Karanovic, Marija Kohn., Nina Violic, Sebastian Cavazza, Jasna Beri, Izudin Bajrovic, Jasna Zalica, Luna Mijovic
Sito web ufficiale:
Sito web italiano:
Nelle sale dal: 27/01/2012
Voto: 6
Trailer
Recensione di: Domenico Astuti
L'aggettivo ideale: Modesto
Scarica il Pressbook del film
Il sentiero su Facebook
Mi piaceCondividi questo articolo su Facebook

ilsentiero_leggero.pngQuante coppie si separano per i motivi più strani o banali, c’è anche chi si è separato perché il partner era ingrassato di trenta chili o perché il marito non voleva un figlio e, in tempi non molto lontani, qualcuno ha divorziato perché la compagna aveva cambiato posizioni politiche o estetiche. Insomma una coppia deve crescere insieme, anche se solo in parallelo; se una delle due parti prende un’altra direzione, qualunque direzione, non necessariamente negativa, non c’è molta speranza di restare uniti.
In questo film incontriamo una donna che è innamorata ma lascia il suo lui perché è diventato un fervente religioso, anche se in fondo questa sua trasformazione lo ha anche in parte migliorato: non beve più, è più presente, è anche più gentile; anche se poi la mattina prega e i rapporti sessuali li vorrà avere solo dopo che si saranno
sposati con rito mussulmano.

Certo non è solo questo il film, ma una regia impiegatizia e con poca personalità, una sceneggiatura modesta che resta sempre in superficie e ritorna spesso sui suoi passi, oltre ad un inizio con scene raddoppiate ( sesso, morte, solitudine ), rendono un mediocre servizio ad un
soggetto potenzialmente interessante, con possibilità profonde e con un retroterra di tragedia che non può restare così nell’ombra.  In Bosnia, Il bilancio sui morti della guerra non è ancora certo, ne sono stati accertati dal Centro di documentazione fino al 2005, circa 94.000 tra Bosniaci, Serbi, Croati e Jugoslavi; ma anche i due protagonisti hanno avuto i genitori uccisi, lui anche il fratello ed ha combattuto come militare etnico.

Nella Sarajevo di oggi, città multietnica e piena di vita, vivono Luna e Amar. Una coppia di trentenni innamorati e con buoni lavori: lei è hostess sugli aerei, lui uomo-radar all’aeroporto. Hanno una graziosa casa, degli amici con cui vanno in discoteca e in giro.  E vogliono un figlio che purtroppo tarda a venire. Insomma due normali giovani di oggi in Occidente, forse anche fortunati tenendo presente i tempi. Ma in Amar c’è qualcosa di sofferente – vecchi dolori che si trascina dalla guerra - che lui annega nell’alcool, e beve anche in servizio; quando un collega lo scopre viene sospeso dal lavoro per sei mesi e deve fare un corso di recupero.
In aspettativa sul lavoro, beve ancora di più e rischia di cadere in depressione, nonostante Luna lo riempia di attenzioni e di amore.  Un giorno per un banale incidente incontra un suo vecchio amico commilitone Barhja che è divenuto musulmano ortodosso salafita, gli offre un lavoro lontano da casa e dopo qualche giorno lui accetta nonostante Stella non voglia.
Lei aspetta sue notizie per giorni fino a quando non riceve una telefonata in cui una donna la invita a raggiungere il marito; nonostante l’amica glielo sconsigli lei si mette in viaggio e giunge, dopo un percorso in treno, un lungo tragitto in auto
e un’attraversata di un lago, in una ‘ comune ‘ di integralisti islamici.
Sono tutti gentili e tranquilli ma vivono in stretta osservanza delle regole islamiche: senza alcool e fumo, senza televisione e cellulari; dove le donne sono rigidamente separate dagli uomini ( niente di nuovo o particolare, pensate agli Amish negli Usa o agli ebrei Hassidici in Israele, tanto per dirne due a casaccio ).
Luna è preoccupata e infastidita da questo modo di vivere e quando la sera incontra Amar lo trova  cambiato.  Si amano ancora, non c’è ancora un vero ‘ scontro ‘ di civiltà e lei spera di farlo tornare alle vecchie abitudini.
Lei ritorna a Serajevo preoccupata, Amar ritorna dopo qualche giorno ma niente è come prima. Lui è più gentile  e attento ma è anche un osservante rigido che tuttavia non cerca con l’imposizione ma solo con le parole di cambiare le abitudini di lei ( i vari passaggi emotivi e religiosi sono in alcuni punti evanescenti o ondivaghi ).

Di questa sofferenza che prova Luna, l’unico fatto positivo è che dopo tanti anni torna a vedere la casa in cui era nata e nella quale le erano stati uccisi i genitori oltre che occupata da serbi; e la carezza che fa a una ragazzina che adesso vive lì sembra mostrare il suo modo di superare il trauma della guerra definitivamente e in modo totalmente differente da quello di Amar.
E questo viaggio nel dolore così differente separerà la coppia. Luna è interpretata da una convincente Zrinca Cvitešić ( attrice del Teatro nazionale croato, e interprete dei film  “  I love you “  (2005) e “ What is a man without a moustache “ (2005) ), Leon è interpretato  da Leon Lucev ( Un attore famosissimo in Croazia premiato come Miglior Attore Non Protagonista al Festival del Cinema di Pola, con il film del 2008  “ A woman with a body “, e vincitore come Miglior Attore al Festival di Sarajevo con il film “ Buick Riviera “, sempre nel 2008 ).  La regista Jasmila Zbanic è al suo secondo film, con il primo “ Il segreto di Esma “ ha vinto l’Orso d’oro a Berlino nel 2006. 

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
Il giorno sbagliato
Quando l'amore brucia l'anima. Walk The Line
7 ore per farti innamorare
Donnie Brasco
La forma dell'acqua - The Shape of Water
Re per una notte
Il re di Staten Island
La casa dalle finestre che ridono
È per il tuo bene
La gente che sta bene
Festival
Il primo Natale
Odio l'estate
Empire State
La ragazza che sapeva troppo
The vast of night
Dark Places. Nei luoghi oscuri
Honey boy
I miserabili
Quadrophenia
Parasite
La dea fortuna
Bombshell. La voce dello scandalo
D.N.A. decisamente non adatti
The gambler
Runner, runner
Il fuoco della vendetta
Death sentence – sentenza di morte
L’uomo invisibile
La Notte ha Divorato il Mondo
Ora non ricordo il nome
Cattive acque
Animali notturni
Rosso mille miglia
Gioco d'amore
All eyez on me
Gli anni più belli
Lontano lontano
L'uomo dei sogni
Rocketman
RICERCA AVANZATA
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere