Domenica 22 Ottobre 2017
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cinemalia Menù
HOME
Recensioni Novità
Anteprime Gratuite
I film che usciranno
Recensioni film
Recensioni dvd
Gli Inediti
Cult Movie
Sorridi con noi
Prossimamente
Luoghi Comuni
Articoli Cinema
Cinema & Curiosità
Il Cinema Asiatico
Libri & Cinema
Collabora con noi
Contattaci
Staff
Feed Rss
News & Rumors
Serie Tv
Recensioni Blu Ray
Cerca in Cinemalia
Pubblicità
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
Gli assalti alle panetterie
Bianca come la luna
Theodore Boone – Mistero in aula
Rashōmon
L’angelo della tempesta
Vento & Flipper
Guida cinica alla cellulite
I Sette Savi del Bosco di Bambù
Diario di Murasaki Shikibu
Moby Dick
Vita di un ragazzo di vita
Lost souls. Storie e miti del basket di strada
Grotesque
Il ventaglio di Lady Windermere
L'avvocato canaglia
La strana biblioteca
Radio Imagination
L’odore della notte
Theodore Boone – Il fuggitivo
Il gigante sepolto
Più gentile della solitudine
Prossimamente
Inside Man PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 2
ScarsoOttimo 
Scritto da Andrea D'addio   
lunedì 15 gennaio 2007

Inside Man
USA: 2006. Regia di: Spike Lee Genere: Drammatico Durata: 129'
Interpreti: Denzel Washington, Clive Owen, Jodie Foster, Willem Dafoe, Waris Ahluwalia, Ashlie Atkinson
Recensione di: Andrea D'Addio

Inside Man In quella che sembra una cella, un trasandato Clive Owen ci anticipa la visione del tentativo di rapina appena effettuato in una nota banca di a Wall Street e, citando l'Amleto di Shakespeare (qui parafrasato), afferma che fu sul "come" che nacque l'intoppo. Ad interferire col suo piano criminale infatti, due personaggi non proprio qualsiasi: i poliziotti Denzel Washington e Willem Dafoe, più la mediatrice d'affari Jodie Foster (ingaggiata dal proprietario della banca Cristopher Plummer). Gli interessi in gioco non sono solo pecuniari, ci sono importanti segreti che rischiano di essere svelati. Spike Lee dopo il mezzo flop (più di pubblico che di critica) di "Lei mi odia" ritorna sul grande schermo con un lavoro apparentemente più convenzionale e adatto al grande pubblico.

Insider man è un bel thriller che strizza l'occhio ai polizieschi degli anni 70 (nel film stesso si fa riferimento a due capolavori di Lumet "Serpico" e "Un pomeriggio di un giorno da cani").La storia si sviluppa con continui colpi di scena, alternando il montaggio serrato per le scene d'azione a lunghi piani sequenza per tutto ciò che accade lontano dalla banca.
Ma Lee non si limita a sfruttare il thrilling del soggetto di Russell Gewirtz e, come è nella sua vocazione, fa della storia una parabola per mostrarci le collusioni tra bene e male, dove nulla è come sembra e per scegliere di "fare la cosa giusta" si parte da presupposti affatto chiari. A livello spaziale Lee traduce questi concetti nella divisione tra i due ambienti principali della scena (l'interno della banca per i "cattivi", e la parte antistante l'agenzia per i "buoni") per poi mischiare le carte in tavola, quel che gli interessa è l'illusione... Non manca il solito humour salace (purtroppo il doppiaggio lo limita molto), le frecciatine sull'identità degli afroamericani rivolte agli stessi (il bambino nero amante di 50 Cent che alla PlayStation si identifica con un delinquente) e le panoramiche di NewYork (con tanto di bis della scena della panchina di "La 25° ora").

Spike Lee ha costruito la sua carriera artistica su questi temi, non poteva nascondersi più di tanto. Ottimo il cast: Denzel Washington (era dai tempi di "He got game" che non lavorava col regista newyorkese, la prima fu "Mo' better blues" nel 1990, poi altri tre film), sempre illuminante il volto di Jodie Foster ed ulteriore conferma per il talento di Clive Owen, l'altro anno ingiustamente ignorato agli Oscar per la sua interpretazione in "Closer".

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png mail_logo.png



Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere