Domenica 21 Ottobre 2018
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
CONTATTI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
Recensioni Blu Ray
rampage_banner_160x600.jpeg
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
Prossimamente
J. Edgar PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 6
ScarsoOttimo 
Scritto da Marco Fiorillo   
lunedì 09 gennaio 2012

J. Edgar
Titolo originale: J. Edgar
USA: 2011. Regia di: Clint Eastwood Genere: Drammatico Durata: 137'
Interpreti: Leonardo DiCaprio, Armie Hammer, Naomi Watts, Judi Dench, Ed Westwick, Damon Herriman, Dylan Burns, Stephen Root, Jeffrey Donovan, Amanda Schull, Miles Fisher, Ryan McPartlin, Kaitlyn Dever, Michael Gladis
Sito web ufficiale: www.jedgarmovie.warnerbros.com
Sito web italiano: wwws.warnerbros.it
Nelle sale dal: 04/01/2012
Voto: 8
Trailer
Recensione di: Marco Fiorillo
L'aggettivo ideale: Armonico
Scarica il Pressbook del film
J. Edgar su Facebook
Mi piaceCondividi questo articolo su Facebook

jedgar_leggero.pngNel 1919 Edgar Hoover (Leonardo di Caprio) è poco più che un ventenne di stanza al dipartimento di giustizia, sotto il comando del direttore Mitchell Palmer.
L’arresto del capo del movimento radicale Emma Goldman proietta Edgar ai vertici del dipartimento e oltre, dinanzi alla scrivania del Generale Stone (Ken Howard), da cui riceve la conduzione del Federal Bureau of Investigation (FBI).
È l’inizio dell’impero di Hoover, riformatore del  Bureau, prima, e dell’intero sistema investigativo americano, poi. Per più di un cinquantennio Hoover vivrà per e con l’America, combattendo dalla sua scrivania tutti i suoi nemici.

“Una società indifferente e riluttante ad imparare dal passato non ha futuro. Non dobbiamo mai dimenticare la nostra storia. Non dobbiamo mai abbassare la guardia”. Queste parole, affidate dallo sceneggiatore Dustin Black all’Hoover di Leonardo di Caprio, basterebbero per capire l’uomo che per più di mezzo secolo ha accompagnato ed incarnato gli Stati Uniti. Fiero, duro e risoluto, Hoover ha dedicato tutta la sua vita alla bandiera a stelle e strisce.
Direttore dell’FBI dal 1924 al 1972, avversario giurato del comunismo e vincitore nella battaglia al gangsterismo. Uomo ossessivo ed ossessionato, sempre in bilico tra la paranoia e la sfiducia, incapace di un’interazione sana lavorativa e personale. Eroe e nemico. Amato ed odiato. Cuore pulsante di un America “nera”, tenuta insieme da segreti e complotti, mai pacificata ed in continua ricerca d’una lotta in cui impegnarsi.
Sempre coerente alla sua profondissima attenzione politica, il magistrale Clint Eastwood, regista de “J. Edgar”, tratteggia in maniera storicamente corretta la vicenda dell’Hoover “uomo pubblico”.
Ma ad Eastwood questo non basta. Trasforma la celebrazione storica in una storia di vita, la storia di un uomo fragile, incatenato alla propria carriera ed incapace di vivere le proprie emozioni.
L’estremo attaccamento alla madre, la velata vicinanza al collega ed amico Clyde Tolson, ed ancora i repentini cambi di registro sono solo alcuni degli artifizi usati dal regista per centrare la propria attenzione su Edgar e non su Hoover: non sembra un caso nemmeno la scelta del titolo.

Se a dirigere le telecamere troviamo uno dei senatori dell’olimpo hollywoodiano, il talento non sembra mancare al restante entourage. Eastwood si affianca il giovane sceneggiatore Dustin Lance Black, presentatosi al grande pubblico curando per tre lunghi anni il lungometraggio biografico “Milk” che gli valse l’Oscar alla miglior sceneggiatura nel 2009.
A vestire perfettamente gli eleganti doppiopetto di Hoover è Leonardo di Caprio, capace di anteporre davanti alla cinepresa entrambe le anime del suo personaggio. Al suo fianco, Armie Hammer e Naomi Watts, sostituita di Charlize Theron, cui si aggiunge un cast ricco e numeroso tra cui spiccano Ed Westwick, beniamino della famosa serie tv “Gossipgirl”, Lea Thompson, meglio nota con lo pseudonimo di Lorraine Baines McFly, e la madrina d’onore Judi Dench.

Vicende private e carriera politica, storia di un paese e parabola di vita, tutto si condensa con splendida armonia narrativa ed interpretativa nell’ennesimo capolavoro di Eastwood.

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png  
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere