Domenica 29 Gennaio 2023
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
News
10_giorni_senza_mamma_banner_160x600.png
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
Prima Persona Singolare NEWS
L’ombra del sicomoro
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
gemini_man_banner_728x140.jpeg
La macchinazione PDF Stampa E-mail
Scritto da Davide Sorghini   
mercoledì 23 marzo 2016

Titolo: La macchinazione
Titolo originale: La macchinazione
Italia 2014 Regia di: David Grieco Genere: Drammatico Durata: 100'
Interpreti: Massimo Ranieri, Libero de Rienzo, Roberto Citran, Milena Vukotic, Matteo Taranto, François-Xavier Demaison, Alessandro Sardelli, Tony Laudadio, Paolo Bonacelli, Catrinel Marlon
Sito web ufficiale: www.lamacchinazione.tumblr.com
Sito web italiano:
Nelle sale dal: 24/03/2016
Voto: 5,5
Recensione di: Davide Sorghini
L'aggettivo ideale: Strabordante
Scarica il Pressbook del film
La macchinazione su Facebook

lamacchinazione_leggero.png2 novembre del 1975. Pier Paolo Pasolini viene trovato morto alle ore 06:30 all'Idroscalo di Ostia dalla signora Lollobrigida, come riferito dal verbale di polizia, eppure la stampa da' la notizia del decesso del poeta alla stessa ora, proprio quella mattina.
Praticamente in tempo reale. Ma non c'era Internet all'epoca, così come non esistevano i telefonini cellulari.

Basterebbe partire da questo 'quantomeno singolare' episodio per capire quanto sia ancora oggi irrisolto ed avvolto nel mistero l'assassinio di Pasolini. 41 anni dopo è David Grieco, attore in Teorema ed assistente di Maria Callas per Medea, a ricollegare e far venire a galla quei pesanti indizi che trasformano la morte di Pasolini, suo amico e all'epoca confessata dal giovane Giuseppe Pelosi, in un'autentica 'macchinazione' di tipo statale.
Un complotto che unì neonata P2 e malavita capitolina, ancora oggi taciuto e pronto a sbarcare in sala a partire dal 24 marzo con Microcinema.

Un film molto atteso, questo di Grieco, perché in uscita un anno dopo la deludente 'visione pasoliniana' di Abel Ferrara, onestamente scialba e discutibile, tanto da portare lo stesso David a negare la propria collaborazione al regista americano. Questo perché Pasolini, per Grieco, è stato un amico di famiglia. Dal 1970 in poi Pier Paolo l'aveva scelto come intervistatore privilegiato, quando lavorava per l'Unità, mentre nel 1976 la famiglia Pasolini chiese proprio a David di scrivere la parte 'culturale' della memoria di parte civile firmata dall'avvocato Guido Calvi. Avendo seguito il processo Pasolini dal di dentro, Grieco ha accumulato materiale e indizi che ora, attraverso La macchinazione, si materializzano su grande schermo.
Prendendo anche spunto dal libro autobiografico Io so come hanno ucciso Pasolini, pubblicato nel 2011 da Pino Pelosi, in cui dopo 36 anni di menzogne quest'ultimo riconosce finalmente di non aver ammazzto da solo il poeta, Grieco ricostruisce gli ultimi tre mesi di Pier Paolo.

Nel farlo si è affidato a colui che lo stesso Pasolini, nel 1975, definì una sorta di suo 'sosia'. Massimo Ranieri, 46 anni fa David di Donatello al debutto con Metallo per poi finire nel dimenticatoio del cinema italiano. Inspiegabilmente. Perché Ranieri è un attore straordinario, credibile e dal grande impatto drammaturgico. La somiglianza con Pasolini, come riconosciuto a suo tempo proprio da Pier Paolo, è sbalorditiva. I lineamenti, gli zigomi, la mascella importante, le labbra sottili.
Inforcati gli occhiali, Ranieri è Pasolini, anche se fermo e limitato ad un aspetto fisico.
Perché a mancare sono le movenze del poeta, il suo tono di voce, la parlata emiliana. Scelte probabilmente volute che cozzano però con l'incredibile somiglianza tra i due, all'interno di un film che si srotola come se fosse un'inchiesta giornalistica, seminando dubbi e verità fino ad oggi poco conosciute. Ma in che modo, Grieco, ha messo insieme così tanto materiale?
Ed è qui che il regista, solo al suo secondo lungometraggio 12 anni dopo Evilenko, tende a sbandare, prendendo strade discutibili nella loro scelta stilistica e narrativa.

Dei 100 ultimi giorni pasoliniani a cui assistiamo scopriamo le verità su un rapporto, quello tra Pier Paolo e Pelosi, da mesi in piedi. I due si frequentavano da tempo, smentendo così quanto detto nel 1975, che voleva Pino aver conosciuto Pasolini la sera stessa della sua morte. Sono anni difficili per Pier Paolo, autore sul Corriere della Sera di editoriali che affrontano gli avvenimenti più tragici del nostro paese, vedi stragi, terrorimo, evasione, corruzione e collusione degli apparati dello Stato.
E' un personaggio sempre più scomodo, Pasolini, anche perché al lavoro su un romanzo di tipo giornalistico, Petrolio, che ruota quasi interamente attorno a Eugenio Cefis, all'epoca presidente dell'ENI e Montedison, nonché creatore, nel 1973, della loggia massonica deviata denominata Propaganda 2.
Aspetti fondamentali per provare a capire 'chi' si nascondesse dietro la sua morte, avvenuta non tanto per il pestaggio subito bensì a causa dell'Alfa GT che lo investì ripetutamente. La sua stessa auto guidata da Pelosi, si scrisse all'epoca. Mentendo, dice oggi Grieco, perché c'era una seconda Alfa GT, quella sera all'Idroscalo, e fu quella macchina ad uccidere Pasolini.
Ed è qui, nell'ansiogena parte finale che ricostruisce in maniera estremamente drammatica l'omicidio di Pier Paolo, grazie anche ad un montaggio che improvvisamente prende la strada dell'alternanza temporale, che La Macchinazione da' il meglio di se'.

Prima, tra stacchi di montaggio con discutibili colori seppiati, visionarie e nel suo caso profetiche interpretazioni della realtà, continui salti di scrittura tra vita privata, ansie lavorative legate allo storico furto dei negativi di Salò o le 100 giornate di Sodoma e tracce di malaffare politico da lui intuite e denunciate, il Pasolini di Grieco finisce per strabordare nei contenuti e nella sua messa in scena, sbracciando faticosamente in un'opera che utilizza i canoni e il ritmo del genere thriller senza però esimersi dallo strizzare l'occhio ad un tipo di cinema forzatamente d'autore.

Trailer

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
Il giorno sbagliato
Quando l'amore brucia l'anima. Walk The Line
7 ore per farti innamorare
Donnie Brasco
La forma dell'acqua - The Shape of Water
Re per una notte
Il re di Staten Island
La casa dalle finestre che ridono
È per il tuo bene
La gente che sta bene
Festival
Il primo Natale
Odio l'estate
Empire State
La ragazza che sapeva troppo
The vast of night
Dark Places. Nei luoghi oscuri
Honey boy
I miserabili
Quadrophenia
Parasite
La dea fortuna
Bombshell. La voce dello scandalo
D.N.A. decisamente non adatti
The gambler
Runner, runner
Il fuoco della vendetta
Death sentence – sentenza di morte
L’uomo invisibile
La Notte ha Divorato il Mondo
Ora non ricordo il nome
Cattive acque
Animali notturni
Rosso mille miglia
Gioco d'amore
All eyez on me
Gli anni più belli
Lontano lontano
L'uomo dei sogni
Rocketman
RICERCA AVANZATA
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere