HOME arrow RECENSIONI: arrow La vita di Adele
Sabato 1 Ottobre 2022
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
News
10_giorni_senza_mamma_banner_160x600.png
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
Prima Persona Singolare NEWS
L’ombra del sicomoro
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
gemini_man_banner_728x140.jpeg
La vita di Adele PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 16
ScarsoOttimo 
Scritto da David Di Benedetti   
lunedì 21 ottobre 2013

Titolo: La vita di Adele
Titolo originale: La vie d'Adele
Francia, Spagna, Belgio: 2012. Regia di: Abdellatif Kechiche Genere: Drammatico Durata: 179'
Interpreti: Adèle Exarchopoulos, Léa Seydoux, Jeremie Laheurte, Catherine Salée, Aurélien Recoing, Sandor Funtek, Aurelie Lemanceau, Baya Rehaz, Karim Saidi
Sito web ufficiale:
Sito web italiano: www.luckyred.it/la-vita-di-adele
Nelle sale dal: 24/10/2013
Voto: 9
Trailer
Recensione di: David Di Benedetti
L'aggettivo ideale: Intenso
Scarica il Pressbook del film
La vita di Adele su Facebook

laviedadele_leggero.pngCome si racconta una vita? Come si fa a trasmettere l’intensità delle passioni, la forza dei sentimenti, l’energia degli amori, delle gioie, la delusione e la soddisfazione? Chiedetelo al regista franco-tunisino Abdellatif Kechiche, che con il suo “La Vita di Adele” sembra finalmente aver trovato il modo.

Vincitore della Palma d’Oro all’ultimo Festival di Cannes, “La vita di Adele” è la storia di una giovane adolescente alla ricerca della propria identità. Adele (Adele Exarchopoulos) ama la letteratura, i libri, e da grande vorrebbe fare l’educatrice.
Eppure, qualcosa sembra mancarle. Un giorno d’autunno, il caso vuole che il suo sguardo incroci quello di Emma (Lea Seyodoux), una misteriosa ragazza dai capelli blu. In Adele si fa strada, allora, la consapevolezza della propria omosessualità.
Una sera, le due si incontrano per caso in un gay bar: sarà l’inizio di una storia d’amore coinvolgente, passionale, intensa. Ma la vita non è un film, le cose spesso non vanno come vorremmo, e Adele lo scoprirà a proprie spese.

Il film è tratto da “Il blu è un colore caldo”, fumetto dell’illustratrice Julie Maroh, scelto dal regista perché combaciava con gli intenti manifestati in parte già in “La schivata”: realizzare una storia che raccontasse di una giovane donna decisa a diventare un’insegnante. Ma “La Vita di Adele” è molto di più: è un film dalla lunghezza imponente, una pellicola di tre ore che si avvinghia al corpo, fatta di immagini che entrano nella carne e la scuotono dall’interno. La chiave del film è la forza vitale - e l’aggettivo non è casuale - che scaturisce da ogni inquadratura (abbondano primi piani e dettagli), trasmessa dalle sorprendenti interpretazioni delle due attrici protagoniste, realizzate grazie a una grande sintonia sul set. Persino le scene di sesso, fortemente criticate in alcuni Paesi, acquistano nel film un’importante e fondamentale valenza narrativa, perché raccontano e mostrano l’amore senza nessun velo di ipocrisia e morale. “La vita di Adele” racconta, appunto, la vita, la vita senza privazioni e in tutta la sua naturale corporeità.
Adele è una ragazza affamata di esperienze e vitalità (la metafora è meravigliosamente mostrata nelle scene conviviali), una giovane donna che si lascia travolgere, sconvolgere, entusiasmare. Una giovane anima alla scoperta di se stessa che si lascia guidare dalla figura di Emma, una maieuta che aiuta la protagonista ad andare oltre i propri limiti ed esprimere così se stessa, in un binomio esistenziale che travolge, e avvolge, lo spettatore.

Il film è anche riflessione disincantata sul caso, sull’importanza della fatalità degli eventi, e su quelle differenze sociali che inevitabilmente modificano i rapporti. Kechiche mette a confronto le famiglie delle protagoniste attraverso sottili situazioni e intelligenti dialoghi che dimostrano i differenti approcci alla vita delle stesse, mostrando quanto l’estrazione sociale modifichi la percezione che ogni essere umano ha dell’esistenza, dei suoi valori e dei suoi scopi.
Ma “La vita di Adele” è, soprattutto, un meraviglioso omaggio alla vita, all’amore, alla passione, alla solitudine, alla cultura.
A tutto quello che rende la vita tale di essere vissuta, a tutto quello che, nel bene e nel male, ci rende esseri umani.
La vita di Adele è la vita di ognuno di noi.

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
Il giorno sbagliato
Quando l'amore brucia l'anima. Walk The Line
7 ore per farti innamorare
Donnie Brasco
La forma dell'acqua - The Shape of Water
Re per una notte
Il re di Staten Island
La casa dalle finestre che ridono
È per il tuo bene
La gente che sta bene
Festival
Il primo Natale
Odio l'estate
Empire State
La ragazza che sapeva troppo
The vast of night
Dark Places. Nei luoghi oscuri
Honey boy
I miserabili
Quadrophenia
Parasite
La dea fortuna
Bombshell. La voce dello scandalo
D.N.A. decisamente non adatti
The gambler
Runner, runner
Il fuoco della vendetta
Death sentence – sentenza di morte
L’uomo invisibile
La Notte ha Divorato il Mondo
Ora non ricordo il nome
Cattive acque
Animali notturni
Rosso mille miglia
Gioco d'amore
All eyez on me
Gli anni più belli
Lontano lontano
L'uomo dei sogni
Rocketman
RICERCA AVANZATA
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere