HOME arrow Recensioni film arrow Drammatico1 arrow L'altro volto della speranza
Domenica 22 Ottobre 2017
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cinemalia Menù
HOME
Recensioni Novità
Anteprime Gratuite
I film che usciranno
Recensioni film
Recensioni dvd
Gli Inediti
Cult Movie
Sorridi con noi
Prossimamente
Luoghi Comuni
Articoli Cinema
Cinema & Curiosità
Il Cinema Asiatico
Libri & Cinema
Collabora con noi
Contattaci
Staff
Feed Rss
News & Rumors
Serie Tv
Recensioni Blu Ray
Cerca in Cinemalia
Pubblicità
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
Gli assalti alle panetterie
Bianca come la luna
Theodore Boone – Mistero in aula
Rashōmon
L’angelo della tempesta
Vento & Flipper
Guida cinica alla cellulite
I Sette Savi del Bosco di Bambù
Diario di Murasaki Shikibu
Moby Dick
Vita di un ragazzo di vita
Lost souls. Storie e miti del basket di strada
Grotesque
Il ventaglio di Lady Windermere
L'avvocato canaglia
La strana biblioteca
Radio Imagination
L’odore della notte
Theodore Boone – Il fuggitivo
Il gigante sepolto
Più gentile della solitudine
Prossimamente
L'altro volto della speranza PDF Stampa E-mail
Scritto da Domenico Astuti   
lunedì 10 aprile 2017

Titolo: L'altro volto della speranza
Titolo originale: Toivon tuolla puolen
Finlandia 2017 Regia di: Aki Kaurismäki Genere: Drammatico Durata: 98'
Interpreti: Sherwan Haji, Sakari Kuosmanen, Ilkka Koivula, Janne Hyytiäinen, Nuppu Koivu, Kaija Pakarinen, Niroz Haji, Simon Hussein Al- Bazoon
Sito web ufficiale:
Sito web italiano:
Nelle sale dal: 06/04/2017
Voto: 6,5
Recensione di: Domenico Astuti
L'aggettivo ideale: Stilizzato
Scarica il Pressbook del film
L'altro volto della speranza su Facebook

laltrovololtodellasperanza_leggero.pngVedendo questo film ci viene in mente una famosa frase detta dal grande Eduardo de Filippo Chi trova lo stile, trova la morte. Certo può sembrare strano appioppare una definizione così forte a uno dei maggiori registi europei, eppure - nonostante l’arguzia, l’ironia, un rigore formale e minimale – quest’Opera ci lascia un po’ d’amaro in bocca.
Perché tranne uno stile tipico e originale per questi tempi dell’autore finlandese, la storia invece ricade in una serie di convenzioni che rendono il film in fondo lento, prevedibile ( gli skinhead sono fiacchi e assai banali, la generosità del proprietario del ristorante è data per data ) e in fondo poco ‘ poetica ‘.

Cosa che invece era efficace e risaltava nel precedente film Miracolo a Le Havre, dalle stesse tematiche ( raccontare gli ultimi e l’insensatezza del mondo ) ma con una specie di realismo-magico che in questa storia in fondo manca.
Chi segue il mondo poetico di Kaurismaki con affetto e con una giusta attesa, questa volta resta in parte insoddisfatto, tra episodi che risultano gag, da quella elegante e intelligente, a quella un po’ troppo facile ( la scatola di sardine semiaperta con due patate lesse come pietanza del ristorante ) ad un’altra poco efficace ( i giapponesi che escono silenziosi dal ristorante dopo avere ordinato sushi ) la storia si sviluppa anche in modo lento se non spento in alcuni passaggi, per giungere ad una fine assai generica che la dedica finale non spiegata rende amara e mesta.

Secondo episodio ( di un possibile trittico, come annunciato dal regista ), Kaurismaki imposta la sua ultima tragicommedia sempre nel mondo degli ultimi e ci racconta l’incontro tra Khaled ( scrittore, regista e attore nato in Siria, Sherwan Haji ) un giovane siriano di Aleppo che dopo un sofferto viaggio della speranza si ritrova a chiedere un permesso di soggiorno in Finlandia e un modesto commesso viaggiatore ( Sakari Kuosmanen, attore di tanti film di Kaurismaki ) quasi da pensione che vende camicie e ha deciso di cambiare del tutto vita, lasciando moglie, lavoro, e, dopo una partita a carte assai fortunata, rileva un modestissimo ristorante compreso di tre camerieri del tutto beckettiani.

Il film inizia con l’abbandono silenzioso dell’uomo della moglie e della casa che hanno insieme, lascia la sua fede nunziale e prende tutte le sue cose, camicie per lo più, e chiude la porta alle spalle. Il giovane Khaled invece emerge da un carico di carbone di una nave finlandese, riesce a scendere senza essere visto, va a lavarsi in un bagno pubblico e inizia la dolorosa quotidianità del migrante che chiede asilo senza però cedere in dignità e contemporaneamente si attiva per ritrovare l’amata sorella che ha perduto di vista durante il lungo viaggio e unica superstite della famiglia massacrata durante la guerra.
I due uomini si incontrano e dopo un buffo scontro alla Buster Keaton in cui si danno un pugno reciproco presso i cassonetti del ristorante, il giovane viene aiutato con un lavoro dall’uomo e assunto e regolarizzato con un falso permesso di soggiorno. I due uomini non hanno nulla da dirsi ma entrambi con stralunato disincanto si danno una mano a vicenda nonostante la Finlandia, paese abbastanza immobile, abbia in sé i pericoli e le contraddizioni del resto dell’Europa.

Il film ha ottenuto l’Orso d’argento per il miglior regista alla Berlinale del 2017, ma Kaurismaki, per protesta ad un premio che ha ritenuto minore, non è andato a ritirarlo.

Trailer

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png mail_logo.png



Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere