Venerdì 9 Dicembre 2022
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
News
10_giorni_senza_mamma_banner_160x600.png
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
Prima Persona Singolare NEWS
L’ombra del sicomoro
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
gemini_man_banner_728x140.jpeg
L'arte di vincere PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 2
ScarsoOttimo 
Scritto da Marco Fiorillo   
martedì 31 gennaio 2012

L'arte di vincere
Titolo originale: Moneyball
USA: 2011. Regia di: Bennett Miller Genere: Drammatico Durata: 126'
Interpreti: Brad Pitt, Jonah Hill, Robin Wright, Philip Seymour Hoffman, Chris Pratt, Kerris Dorsey, Kathryn Morris, Stephen Bishop, Ari Zagaris, Sergio Garcia, Olivia Dudley, Erich Hover
Sito web ufficiale: www.moneyball-movie.com
Sito web italiano:
Nelle sale dal: 27/01/2012
Voto: 8
Trailer
Recensione di: Marco Fiorillo
L'aggettivo ideale: Sontuoso
Scarica il Pressbook del film
L'arte di vincere su Facebook
Mi piaceCondividi questo articolo su Facebook

moneyball_leggero.png1979. Billy Beane (Brad Pitt), già stella del baseball scolastico e promettente talento del circuito professionistico, è chiamato a scegliere tra la carriera sportiva e il proseguimento degli studi all’Università di Stanford.
2001. Molte partite dopo, Billy Beane, ormai General Manager degli Oakland Athletics, si prepara ad affrontare una nuova stagione, dopo aver perso i tre giocatori migliori.
Con un budget da media classifica, decide di affidarsi a Peter Brand (Jonah Hill), giovane economista della Yale e teorico d’una nuova filosofia del baseball: costruire una squadra senza dar conto a nomi e cartellini ma valutando solo gli standard di rendimento dei giocatori. Dopo aver concesso metà della sua vita al baseball, Beane affronta l’ennesima sfida.

Dopo la riduzione su celluloide del suo “The Blind Side: Evolution of a Game” nella quasi omonima pellicola del 2009 “The Blind Side”, il saggista e giornalista statunitense Michael Lewis regala una nuova storia al Grande Schermo, il suo ultimo romanzo “Moneyball: The Art of Winning an Unfair Game”.
Trasformato in “Moneyball” (questo il titolo originale) dal regista Bennet Miller, quella che ci si para davanti ad una prima occhiata è la classica storia sportiva americana, in cui a vincere sono gli sfavoriti, quelli con tanto cuore e pochi soldi per intenderci. Niente di più sbagliato, dal momento che “Moneyball” è prima di tutto la parabola di un uomo, Billy Beane. Sarebbe meglio dire di tre uomini che hanno dedicato la propria vita al baseball: è la storia di un giovanotto che vede nascere e morire il proprio sogno di successo, che vede sfiorire col passare degli anni il proprio talento; è la storia di un General Manager cinico e spocchioso, convinto e deciso a vincere ciò che il campo non gli ha concesso; è la storia di un uomo che del baseball è ancora innamorato, quello che festeggia in una palestra vuota, che scappa dallo stadio perché convinto di non portar fortuna alla squadra, dell’uomo che riesce ancora a dire “Difficile non fare i sentimentali col baseball”.
È la storia di un uomo che, ancora prima della sport, ha fatto della vittoria l’unica ragione della propria vita.

Parlare di capolavoro sembra più che doveroso, considerate le sei nominations agli Oscar, ricevute proprio la scorsa settimana.
Protagonista e perno del girato Brad Pitt, ormai maturo e serioso, si lascia scrutare dalla cinepresa più interiormente di quanto non abbia mai fatto: gli sguardi, i gesti e qualche nuova ruga non fanno che esaltare un talento non più esclusivamente muscolare ma più vicino al cuore. Gli fa da spalla Jonah Hill in un’inedita veste seriosa: fa sfoggio di un’ottima interpretazione legandosi perfettamente al senatore che affianca. Meno spazio viene concesso, invece, a Philip Seymour Hoffman, “relegato” ad un ruolo marginale.

Al suo terzo lungometraggio Miller si affida agli ottimi sceneggiatori Steven Zaillian e Aaron Sorkin, espertissimi nella riduzione cinematografica di storie cartacee: vincitore dell’Oscar nel 1994 per “Schinder’s List”, il primo, fresco di statuetta con “The Social Network”, il secondo. A completare il ricchissimo entourage Wally Pfister,magistrale direttore della Fotografia, e Christopher Tellefsen, addetto al Montaggio.
Se le nominations a Miglior Attore, Miglior Attore non Protagonista, Miglior Sceneggiatura non Originale, Miglior Montaggio e Miglior Missaggio Sonoro sottolineano lo spessore tecnico dei singoli, la candidature a Miglior Film ne consacra definitivamente la fattura eccellente.
Se le vicende sportive mirano spesso al dramma,  “Moneyball” emozione come poche.

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
Il giorno sbagliato
Quando l'amore brucia l'anima. Walk The Line
7 ore per farti innamorare
Donnie Brasco
La forma dell'acqua - The Shape of Water
Re per una notte
Il re di Staten Island
La casa dalle finestre che ridono
È per il tuo bene
La gente che sta bene
Festival
Il primo Natale
Odio l'estate
Empire State
La ragazza che sapeva troppo
The vast of night
Dark Places. Nei luoghi oscuri
Honey boy
I miserabili
Quadrophenia
Parasite
La dea fortuna
Bombshell. La voce dello scandalo
D.N.A. decisamente non adatti
The gambler
Runner, runner
Il fuoco della vendetta
Death sentence – sentenza di morte
L’uomo invisibile
La Notte ha Divorato il Mondo
Ora non ricordo il nome
Cattive acque
Animali notturni
Rosso mille miglia
Gioco d'amore
All eyez on me
Gli anni più belli
Lontano lontano
L'uomo dei sogni
Rocketman
RICERCA AVANZATA
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere