Venerdì 28 Gennaio 2022
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
CONTATTI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
News
uomo-invisibile-160x600.png
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
Prima Persona Singolare NEWS
L’ombra del sicomoro
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
richard_jewell_banner.png
Le idi di Marzo PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 34
ScarsoOttimo 
Scritto da Daria Castelfranchi   
giovedì 15 dicembre 2011

Le idi di Marzo
Titolo originale: The Ides of March
USA: 2011. Regia di: George Clooney Genere: Drammatico Durata: 98'
Interpreti: George Clooney, Ryan Gosling, Marisa Tomei, Evan Rachel Wood, Philip Seymour Hoffman, Paul Giamatti, Jeffrey Wright, Max Minghella, Danny Mooney, Lauren Mae Shafer, Wendy Aaron, Hayley Madison
Sito web ufficiale: www.theidesofmarch.com
Sito web italiano: www.ididimarzoilfilm.it
Nelle sale dal: 16/12/2011
Voto: 8
Trailer
Recensione di: Daria Castelfranchi
L'aggettivo ideale: Cinico
Scarica il Pressbook del film
Le idi di Marzo su Facebook
Mi piaceCondividi questo articolo su Facebook

leididimarzo_leggero.pngDiciamocelo: George Clooney ha stoffa. E’ un bravo attore e con Le idi di Marzo, quarto lungometraggio dietro la macchina da presa, ha dimostrato di essere anche un valido regista.
Il suo è un film molto intenso, che racconta le dinamiche delle campagne elettorali americane, con tutti i loschi retroscena, gli intrighi, i ricatti, i compromessi del caso.
Per il ruolo di protagonista Clooney si affida a quello che può essere considerato il suo erede – non a caso gli somiglia moltissimo: Ryan Gosling, trentunenne americano, apprezzato nel recente Drive.

Se il ritmo sembra a tratti rallentare, i frequenti primi piani e i dettagli raccontano più di mille parole: dolore, rabbia, solitudine, vendetta. Stati d’animo che si percepiscono attraverso volti e sguardi, in un film attuale, autentico, cinico, che non risparmia nessuno.
Dal responsabile della campagna elettorale che pensa al proprio tornaconto, al politico influente che pretende un ministero in cambio del voto, fino allo stesso governatore Morris, interpretato da George Clooney, che ha avuto rapporti sessuali con la stagista minorenne Molly (Evan Rachel Wood) ed è pronto a tutto pur di tenere nascosto quanto accaduto.
Ottima l’interpretazione di Ryan Gosling, circondato da attori noti e altrettanto eccellenti quali Philiph Seymour Hoffman, Marisa Tomei e Paul Giamatti. Lo stesso Clooney si cala alla perfezione nelle vesti inusuali di politico dalle idee giuste e innovative, che tuttavia non ha resistito alla bella ventenne.

Inganni e corruzione coinvolgono suo malgrado il giovane protagonista: combattuto tra lealtà e ritorsione, conteso tra i due candidati, Stephen è solo un trentenne ambizioso ed impulsivo che cede al clima di ricatti e compromessi di cui è pregno l’ambiente politico per tenere in pugno il governatore e vendicare la giovane Molly.

Le idi di Marzo: la congiura che portò all’assassinio di Giulio Cesare. Un fatto storico che qui rivive sottoforma di metafora. Perché il mondo politico sembra essere proprio questo: una congiura ai danni dei cittadini, un mondo fatto di corruzione e sotterfugi dal quale è meglio rimanere lontani.
Il tradimento è sempre in agguato, come nel caso di Stephen che tradisce la sua squadra, del suo capo ufficio stampa Paul, che lo tradisce a sua volta rivelando fatti scomodi alla giornalista Ida (Marisa Tomei).
Un intrigo ben congegnato quello che racconta Clooney: sesso, politica, ricatti. Vero quanto attuale.

Buona la colonna sonora che sottolinea il crescendo drammatico della vicenda; ottima la fotografia che, con intensi giochi di luci e ombre, cattura le emozioni dei protagonisti. Molto suggestiva a questo proposito l’immagine di Gosling in controluce con un’enorme bandiera degli Stati Uniti sullo sfondo: solo contro il suo controverso paese.

 

Commenti  

 
0 #5 Virginia Toledo 2012-01-10 09:50
Mi e' piaciuto. George Clooney e' veramente un bravo attore.
Citazione
 
 
+1 #4 claudio 2012-01-06 16:48
film interessante e ben interpretato...vale almeno un 7+... e se Lalla scrive "ho" senza H dovrebbe andare alle elementari a studiare prima di parlare ( o scrivere ) eh eh !!
Citazione
 
 
+3 #3 ertz 2012-01-06 11:19
....ottimo film..... Ferruccio ha già detto tutto..... e lalla dovrebbe dare una ripassata alla grammatica italiana: HO visto!
Citazione
 
 
-7 #2 lalla 2012-01-02 17:49
ma quando mai bruttissimo film mi sono addormentata
ne o visto dei migliori a natale
Citazione
 
 
+2 #1 Ferruccio 2011-12-26 17:15
Forse l'unico vero film buono della settimana, sicuramente uno dei migliori di Natale. Attori strepitosi, regia vecchia scuola, molto semplice ma d'effetto, battute taglienti...unica pecca la metafora finale, forse un po semplicistica...ma per il resto un filmone da vedere!
Citazione
 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
Il giorno sbagliato
Quando l'amore brucia l'anima. Walk The Line
7 ore per farti innamorare
Donnie Brasco
La forma dell'acqua - The Shape of Water
Re per una notte
Il re di Staten Island
La casa dalle finestre che ridono
È per il tuo bene
La gente che sta bene
Festival
Il primo Natale
Odio l'estate
Empire State
La ragazza che sapeva troppo
The vast of night
Dark Places. Nei luoghi oscuri
Honey boy
I miserabili
Quadrophenia
Parasite
La dea fortuna
Bombshell. La voce dello scandalo
D.N.A. decisamente non adatti
The gambler
Runner, runner
Il fuoco della vendetta
Death sentence – sentenza di morte
L’uomo invisibile
La Notte ha Divorato il Mondo
Ora non ricordo il nome
Cattive acque
Animali notturni
Rosso mille miglia
Gioco d'amore
All eyez on me
Gli anni più belli
Lontano lontano
L'uomo dei sogni
Rocketman
RICERCA AVANZATA
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere