Martedì 16 Agosto 2022
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
News
10_giorni_senza_mamma_banner_160x600.png
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
Prima Persona Singolare NEWS
L’ombra del sicomoro
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
nightmare-alley-728x140.jpg
Le regole del caos PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 3
ScarsoOttimo 
Scritto da Domenico Astuti   
giovedì 18 giugno 2015

Titolo: Le regole del caos
Titolo originale: A Little Chaos
Regno Unito 2014 Regia di: Alan Rickman Genere: Drammatico Durata: 116'
Interpreti: Kate Winslet, Stanley Tucci, Alan Rickman, Jennifer Ehle, Helen McCrory, Matthias Schoenaerts, Steven Waddington, Danny Webb, Pauline Moran, Adrian Scarborough, Alistair Petrie, Adam James, Guy Potter, Adrian Schiller
Sito web ufficiale: www.focusfeatures.com/film/a_little_chaos
Sito web italiano:
Nelle sale dal: 04/06/2015
Voto: 6
Recensione di: Domenico Astuti
L'aggettivo ideale: Ambizioso
Scarica il Pressbook del film
Le regole del caos su Facebook

leregoledelcaos_leggero.pngE’ un film che parte con delle buone intenzioni, ci vuole raccontare dall’interno la Francia di Luigi XIV°, con un re sole e la sua corte di nobili tenuta reclusa per essere sotto scacco ed evitare congiure e complotti, la costruzione dei giardini di Versailles non ancora reggia, il dramma segreto di una bella Sabine ( Kate Winslet ) che vive da sola ed è diventata una giardiniera proto-femminista che affronta tutte le ostilità dell’epoca.

E il tutto costruito intorno alla contrapposizione di idee sulla necessità di un po’ di caos contro la dittatura dell’ordine nella costruzione di giardini seicenteschi.
Naturalmente questa contrapposizione sarebbe dovuta essere da cornice per raccontare l’autenticità della bella e dialogante e forse caotica Sabine de Barra che è naturalmente contro le ipocrisie del potere e dei modesti nobili di corte. Buone intenzioni e probabilmente troppo profonde per il regista-attore Alan Rickman ( L’ospite d’inverno, 1997 ), più attento alla messa in scena, apparentemente impeccabile e forse stereotipata, che non all’approfondimento dei temi. Il suo passato, più da attore che da regista, lo rende attento nella conduzione della recitazione degli attori e nella descrizione di piccoli dettagli ma fa perdere in narrazione e in originalità il quadro d’assieme.

Quindi da un affresco politico ed esistenziale il film si trasforma ben presto in un period-movie, dal racconto british ( il re che dichiara che fa costruire Versailles perché è meglio per i figli vivere fuori città ormai caotica ) che però dovrebbe avere uno stile tout court francese. E quest’ultima contraddizione fa gridare all’orrore quegli esteti che nella versione originale english-speaking, provano spaesamento per la contraddizione nella fisicità degli attori, nel loro linguaggio corporeo, rispetto a quanto raccontato e messo in scena.
E viene d’obbligo far un confronto tra Le regole del caos e Les adieux à la reine del regista francese Benoît Jacquot. Pur essendoci un cast d’attori notevole che ingentilisce il racconto, ci sembrano per motivi vari fuori ruolo, improbabile lo stesso Alan Rickman nel ruolo del re, come quello del funambolico Stanley Tucci in quello del fratello gaio e dall’humor, poco francese, sempre pronto e il nuovo divo Matthias Schoenaerts ( simile nel ruolo romantico in Suite Francese e dall’espressione così contenuta e poco sfaccettata da ricordare un personaggio dei telefilm di Derrick ).

Una storia che parte in modo accurato e originale e che fa sperare in un Cinema dal racconto inconsueto e autentico ma la storia si slabbra dopo poco producendo una narrazione oltre che una drammaturgia routinaria e abbastanza banale ( bruttissima la ricostruzione della morte della figlie e del marito ); diventano quelle regole del caos solo una enunciazione di intenti non mantenuta. Siamo nel 1682, nella Parigi di corte. Il progettista di giardini Le Notre ( Matthias Schoenaerts ) deve scegliere un ‘ giardiniere ‘ per la costruzione del giardino della reggia di Versailles.
E nonostante un incontro-scontro sull’idea caos-ordine, nonostante sia una donna, sceglie come capo dei lavori la giardiniera De Barra ( Kate Winslet assai brava ma non più trentenne ).

Durante il duro lavoro di costruzione lei cerca di elaborare il lutto per una tragedia del passato mentre Le Notre è costretto a fare i conti con il presente, la sua nobile consorte lo tradisce per troppa possessività.
Naturalmente l’avvenenza e l’espressione malinconica di lui attrae Sabine, mentre la dolcezza ferma e la tenacia di lei, la avvicinano ad André. Il tutto tra complotti di corte, piccole e grandi gelosie umane e professionali che avvengono sotto lo sguardo austero e regale di Luigi XIV°.

Trailer



 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
Il giorno sbagliato
Quando l'amore brucia l'anima. Walk The Line
7 ore per farti innamorare
Donnie Brasco
La forma dell'acqua - The Shape of Water
Re per una notte
Il re di Staten Island
La casa dalle finestre che ridono
È per il tuo bene
La gente che sta bene
Festival
Il primo Natale
Odio l'estate
Empire State
La ragazza che sapeva troppo
The vast of night
Dark Places. Nei luoghi oscuri
Honey boy
I miserabili
Quadrophenia
Parasite
La dea fortuna
Bombshell. La voce dello scandalo
D.N.A. decisamente non adatti
The gambler
Runner, runner
Il fuoco della vendetta
Death sentence – sentenza di morte
L’uomo invisibile
La Notte ha Divorato il Mondo
Ora non ricordo il nome
Cattive acque
Animali notturni
Rosso mille miglia
Gioco d'amore
All eyez on me
Gli anni più belli
Lontano lontano
L'uomo dei sogni
Rocketman
RICERCA AVANZATA
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere