Domenica 29 Gennaio 2023
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
News
10_giorni_senza_mamma_banner_160x600.png
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
Prima Persona Singolare NEWS
L’ombra del sicomoro
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
gemini_man_banner_728x140.jpeg
Le ricette della Signora Toku PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 32
ScarsoOttimo 
Scritto da Domenico Astuti   
venerdì 18 dicembre 2015

Titolo: Le ricette della Signora Toku
Titolo originale: An
Giappone 2015 Regia di: Naomi Kawase Genere: Drammatico Durata: 113'
Interpreti: Kirin Kiki, Kyara Uchida, Miki Mizuno, Masatoshi Nagase, Miyoko Asada, Etsuko Ichihara
Sito web ufficiale:
Sito web italiano:
Nelle sale dal: 10/12/2015
Voto: 7
Recensione di: Domenico Astuti
L'aggettivo ideale: Delicato
Scarica il Pressbook del film
Le ricette della Signora Toku su Facebook

le_ricette_della_signora_toku_leggero.pngUna delle tante differenze tra noi e i giapponesi è che per noi oramai non esistono gli altri, loro non esistono che per gli altri. Individualismo contro condizionamento. Questo ribaltamento ci pone davanti a due modi differenti di vedere e vivere.
E’ così per i film, vederne uno è come entrare in un altro mondo che per alcuni può apparire angosciante e vuoto e per altri delicato e necessario.

Partiamo dal titolo originario An, è una pasta di fagioli rossi che serve come imbottitura a dei dolci tradizionali, i dorayakis; ancora una volta ( per dei film asiatici ) si racconta il cibo che in realtà è una metafora della vita.
La regista quarantenne Naomi Kawase ( anche sceneggiatrice, montatrice, direttrice della fotografia e produttrice ) è quasi un icona del Cinema giapponese, un po’ come lo è Banana Yoshimoto per la letteratura del suo Paese; dopo molti documentari di carattere autobiografico negli Anni Novanta, gira il suo primo film Mo noe Suzaku, seguito da Hotaru ( del 2000 ).

Ma è solo nel 2003 che viene conosciuta in Europa con il film Shara con cui partecipa in concorso al Festival di Cannes. Con il raffinato e privo di drammaticità Mogari no mori ( letteralmente: la foresta del lutto ) vince il Gran Prix speciale della Giuria a Cannes nel 2007. Dopo realizza altri due film Hanezu ( del 2011 ) e Still the Watere ( del 2014 ). Naomi Kawase continua a essere poco conosciuta dal pubblico italiano ( nonostante l’Infinity Film Festival di Alba le abbia dedicato una retrospettiva completa ), forse perché il suo cinema è fatto di dettagli, piccoli gesti, quasi come se volesse accarezzare i sentimenti e le storie piuttosto che raccontarle, forse perché la cifra stilistica non è mai appariscente, retorica, roboante ed evita il contrasto ( insito nel giapponese medio ); i suoi personaggi più che simpatici sono empatici, più che richiedere una solidarietà e un’identificazione chiedono solo rispetto senza mai pretenderlo ed il loro destino non ha mai un ipocrita happy and all’Occidentale.
Anche in questo film i tre protagonisti non potrebbero essere più differenti tra loro, un ex carcerato solitario che non manifesta verbalmente la sua inquietudine del vivere, un’anziana donna che ha vissuto sulla pelle da sempre la fine della Seconda Guerra Mondiale e risiede in una specie d’ospedale, una ragazzina che riversa il suo amore nei confronti di un canarino che più giallo non può essere, il collante dei loro incontri è un chiosco-pasticceria in cui si cucinano i dorayakis.
Tra la preparazione dei fagioli rossi che quasi parlano all’anziana Toku, il cucinare la pasta per i dolcetti fatta dal trentenne Sentaro e la comparsa della giovane Wakana che viene a mangiarli anche quando quasi più nessuno li vuole si sviluppa una storia di sentimenti e gesti delicati tra i tre esseri solitari e silenti anche se il cambiamento di gestione del locale, l’ammalarsi di Toku li porterà a dividersi senza tuttavia dimenticarsi.

Tratto dal romanzo An di Durian Sukegawa, Naomi Kawase ci racconta in modo controllatissimo una piccola storia marginale ma dal profondo impatto sentimentale in cui l’attenzione della cottura dei fagioli rossi sembra quasi un assunto morale sul gusto di un passato, fatto di attenzione, cura e rispetto per le cose a differenza della modernità che rende tutto piatto e uguale. L’importanza della tradizione, dell’esperienza, dell’amore per la vita nonostante il dolore che può procurare contro un tipo di vita ( rappresentato dalla superficiale proprietaria e da suo nipote ) fatto di genericità e superficialità che tuttavia prenderà il sopravvento.

Trailer



 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
Il giorno sbagliato
Quando l'amore brucia l'anima. Walk The Line
7 ore per farti innamorare
Donnie Brasco
La forma dell'acqua - The Shape of Water
Re per una notte
Il re di Staten Island
La casa dalle finestre che ridono
È per il tuo bene
La gente che sta bene
Festival
Il primo Natale
Odio l'estate
Empire State
La ragazza che sapeva troppo
The vast of night
Dark Places. Nei luoghi oscuri
Honey boy
I miserabili
Quadrophenia
Parasite
La dea fortuna
Bombshell. La voce dello scandalo
D.N.A. decisamente non adatti
The gambler
Runner, runner
Il fuoco della vendetta
Death sentence – sentenza di morte
L’uomo invisibile
La Notte ha Divorato il Mondo
Ora non ricordo il nome
Cattive acque
Animali notturni
Rosso mille miglia
Gioco d'amore
All eyez on me
Gli anni più belli
Lontano lontano
L'uomo dei sogni
Rocketman
RICERCA AVANZATA
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere