Sabato 30 Maggio 2020
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
CONTATTI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
Recensioni Blu Ray
crawl_banner.jpg
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
L’ombra del sicomoro NEWS
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
luomo_invisibile_banner.jpg
Monster PDF Stampa E-mail
Scritto da Ciro Andreotti   
mercoledì 03 luglio 2019

Titolo: Monster 
Titolo originale: Monster
USA 2003 Regia di: Patty Jenkins Genere: Drammatico Durata: 112'
Interpreti: Charlize Theron, Christina Ricci, Bruce Dern, Scott Wilson, Lee Tergesen, Pruitt Taylor Vince
Sito web ufficiale:
Sito web italiano:
Nelle sale dal: 30/04/2004
Voto: 6
Recensione di: Ciro Andreotti
L'aggettivo ideale: Duro...
Scarica il Pressbook del film
Monster su Facebook

monster.jpgPrima del Ted Bundy portato di recente al cinema da Zac Efron fu Charlize Theron nel 2003 a gettarci in faccia il dramma di una delle più tristemente celebri serial killer di sesso femminile della storia impersonando Aileen Wuornos, la cui vita fece vacillare perfino le granitiche certezze a stelle e strisce riguardanti la pena capitale, a causa della chiara drammaticità nella quale vennero perpetrati i suoi omicidi.

La Wuornos, descritta dalla regista e sceneggiatrice Patty Jenkins, qui alla sua prima pellicola, è una malcapitata sfuggita a una famiglia perversa e manesca e vittima di numerosi stupri favoriti da una disinibizione che celava il perenne desiderio di essere accettata e che lentamente l’avrebbe trascinata nel vortice della prostituzione.
Solo l’incontro con una ragazza altrettanto problematica di nome Selby, e impersonata da Christina Ricci, seppero donare alla Wuornos un minimo di pace interiore quasi subito accantonata per dare libero sfogo a una scia di violenza nei confronti di uomini maneschi e depravati.

Quindici chili di troppo e una protesi dentale sono stati sufficienti sia per cancellare le sembianze della modella Sudafricana, e catapultarla verso la statuetta degli Oscar, ma anche per trascinare gli spettatori lungo le polverose strade della provincia americana e portare al tempo stesso al cinema una storia fatta di sesso e botte, di prevaricazioni e ubriacature clamorose e di molti omicidi nati sull’onda di una vendetta nei confronti di un mondo maschile incapace di accettare la protagonista, improvvisamente passata dal ruolo di vittima a quello di carnefice e per il quale è inevitabile provare una sorta di comprensione. Film duro e che non lascia veramente nulla alla spettacolarizzazione.

La Theron, anche nel ruolo di produttrice, si trasforma in una Aileen Wuornos ben più credibile dell’originale e forse è proprio in questo, e a visione ultimata, che ci si accorge di quanto la narrazione poggi il proprio successo e interesse quasi esclusivamente sulle spalle della protagonista e molto meno nelle pieghe di una storia comunque molto particolare.

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere