Lunedì 26 Settembre 2022
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
News
10_giorni_senza_mamma_banner_160x600.png
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
Prima Persona Singolare NEWS
L’ombra del sicomoro
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
gemini_man_banner_728x140.jpeg
Razzabastarda PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 11
ScarsoOttimo 
Scritto da Ilaria Mutti   
domenica 18 novembre 2012

Titolo: Razzabastarda
Titolo originale: Razzabastarda
Italia: 2012. Regia di: Alessandro Gassman Genere: Drammatico Durata: 95'
Interpreti: Alessandro Gassman, Giovanni Anzaldo, Manrico Giammarota, Sergio Meogrossi, Matteo Taranto, Madalina Ghenea, Michele Placido
Sito web ufficiale:
Sito web italiano:
Nelle sale dal: 18/04/2013
Voto: 6
Trailer
Recensione di: Ilaria Mutti
L'aggettivo ideale: Vitale
Scarica il Pressbook del film
Razzabastarda su Facebook

“Razzabastarda”: l’esordio alla regia di Alessandro Gassman al Festival del Film di Roma

razzabastarda1_leggero.pngE’ la storia di una difficile immigrazione ambientata nelle degradate periferie di Roma,ormai tutte baracche, camper e stracci appesi. Roman, è un rumeno che si è trasferito in Italia da circa trent’anni e ha sempre vissuto spacciando droga.
Ha un figlio adolescente Nicu, che ha cresciuto da solo, dopo che la moglie lo ha abbandonato, per il quale spera in un futuro migliore.
Ma il naturale contrasto generazionale qui si carica di tutti le valenze negative della miseria e di un’impossibile integrazione, che porteranno il giovane Nicu proprio su quella strada della droga da cui suo padre lo voleva tenere lontano.

Un riscatto e una vita migliore per Nicu, potranno avvenire solo con la scoperta di valori diversi. Viene da lontano questo lungometraggio con cui Gassman ha esordito nella regia. Nel 1986, Robert De Niro portò in scena, nell’Off Broadway, “Cuba e il suo Teddy Bear.” Scritto da Reinaldo Povod la piece teatrale trattava della difficile situazione degli immigrati ispanici negli Usa e della loro sopravvivenza con lo spaccio della droga.

In Italia Gassman l’ha scoperto alcuni anni fa e con la rielaborazione di Edoardo Erba dal titolo “Roman e il suo cucciolo” ne ha fatto, per diverse stagioni,il suo cavallo di battaglia in teatro ricevendo, anche il premio UBU per il “miglior lavoro teatrale del 2010”.
Oggi il film, che ne è stato realizzato, è un’opera in bianco e nero di un’assoluta bellezza visiva, che alcuni hanno paragonato ai film di Pasolini sulle borgate romane.
C’è infatti una raffinatezza formale, un’attenta cura dei particolari e l’uso di un bianco sporco che è il veicolo di più sicuro impatto per entrare nello svilito mondo di Roman e Nicu. Tuttavia l’origine teatrale dell’opera ha sicuramente influito sulla recitazione dei personaggi che si sarebbe preferita più dimessa e spontanea.

Qui invece si sente qualcosa sopra le righe che, nel desiderio di accentuare il carattere dei personaggi e la loro origine straniera, rischia di dar loro un senso di falsità e di posticcio.
Questo della recitazione un po’ enfatica è ciò che meno convince di un’opera per molti versi apprezzabile,soprattutto per il coraggio e i modi con cui ha affrontato queste nuove realtà, in cui sempre più difficile, sembra, riuscire a trovare punti di convergenza e d’incontro fra le diverse nazionalità che vengono a confronto.
Al Festival il film ha ricevuto una “Speciale menzione “ da parte della giuria presieduta da Gordon Douglas.

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
Il giorno sbagliato
Quando l'amore brucia l'anima. Walk The Line
7 ore per farti innamorare
Donnie Brasco
La forma dell'acqua - The Shape of Water
Re per una notte
Il re di Staten Island
La casa dalle finestre che ridono
È per il tuo bene
La gente che sta bene
Festival
Il primo Natale
Odio l'estate
Empire State
La ragazza che sapeva troppo
The vast of night
Dark Places. Nei luoghi oscuri
Honey boy
I miserabili
Quadrophenia
Parasite
La dea fortuna
Bombshell. La voce dello scandalo
D.N.A. decisamente non adatti
The gambler
Runner, runner
Il fuoco della vendetta
Death sentence – sentenza di morte
L’uomo invisibile
La Notte ha Divorato il Mondo
Ora non ricordo il nome
Cattive acque
Animali notturni
Rosso mille miglia
Gioco d'amore
All eyez on me
Gli anni più belli
Lontano lontano
L'uomo dei sogni
Rocketman
RICERCA AVANZATA
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere