HOME arrow LE NOSTRE RECENSIONI: arrow Drammatico1 arrow The Football Factory
Lunedì 25 Gennaio 2021
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
CONTATTI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
News
american-woman-banner.jpg
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
L’ombra del sicomoro NEWS
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
richard_jewell_banner.png
The Football Factory PDF Stampa E-mail
Scritto da Ciro Andreotti   
lunedì 04 gennaio 2021

The Football Factory (id.) UK 2004 Regia di: Nick Love Genere: Drammatico. Durata: 91'. Cast: Danny Dyer, Frank Harper, Neil Maskell, Roland Manookian, Jamie Foreman, Tamer Hassan.
Recensione di: Ciro Andreotti Voto: 6,5
L'aggettivo ideale: Calcistico...

A Londra Tommy Johnson e i suoi amici sono membri di un gruppo di hooligans che segue la squadra di calcio del Chelsea, fra una rissa e una birra tutti sfogano durante le partite e le gare di campionato la propria frustrazione per una vita che pare non poter loro riservare nulla di differente. the FootBall Factory.jpg

Se con Trainspotting Irvine Welsh, e il regista Danny Boyle, erano riusciti a spiegarci cosa significasse avere venti anni e vivere ai margini, avvolti dai fumi della droga nella Edimburgo di metà anni ’90.

Con questa pellicola basata sul romanzo omonimo scritto dall’ex hooligan John King, malato del blu cobalto del Chelsea e di risse con le tifoserie avversarie, si cerca d’ indagare le vicende e a suo modo le cause che possano portare un gruppo variegato di uomini a scazzottarsi con tifosi e pari età delle squadre avversarie.

La voce narrante di Danny Dyer, attore e presentatore d’oltre manica, c’introduce nel microcosmo di un manipolo di disadattati, con il pallone come pretesto e le risse come sfogo per settimane tutte uguali e vite che si trascinano da uno scontro al seguente.

Nick Love, autore inglese appassionato di calcio e che nello stesso Dyer ha incrociato il proprio attore feticcio, riesce, grazie a un montaggio sincopato e una colonna sonora punkrock che strizzano l’occhio nemmeno troppo velatamente alla pellicola di Boyle, a centrare il nocciolo della narrazione perdendo però il lato documentaristico per abbandonarsi a una storia comunque accattivante.

Il risultato finale è una narrazione che ci proietta nella middle class inglese appassionata di risse, ma non di calcio, che mai appare, neppure nelle chiacchiere da bar, dei riti iniziatici, dei rapporti gerarchici all’interno dello schieramento e della fedeltà alla causa del Chelsea, ma ancora prima al proprio gruppo, come se ci si trovasse perennemente in battaglia.

Mai doppiato per il mercato di casa nostra, la pellicola di Love è comunque da recuperare per ammirare uno spaccato realistico di una subcultura divenuta tristemente nota per i numerosi fatti di cronaca nera.

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
Il giorno sbagliato
Quando l'amore brucia l'anima. Walk The Line
7 ore per farti innamorare
Donnie Brasco
La forma dell'acqua - The Shape of Water
Re per una notte
Il re di Staten Island
La casa dalle finestre che ridono
È per il tuo bene
La gente che sta bene
Festival
Il primo Natale
Odio l'estate
Empire State
La ragazza che sapeva troppo
The vast of night
Dark Places. Nei luoghi oscuri
Honey boy
I miserabili
Quadrophenia
Parasite
La dea fortuna
Bombshell. La voce dello scandalo
D.N.A. decisamente non adatti
The gambler
Runner, runner
Il fuoco della vendetta
Death sentence – sentenza di morte
L’uomo invisibile
La Notte ha Divorato il Mondo
Ora non ricordo il nome
Cattive acque
Animali notturni
Rosso mille miglia
Gioco d'amore
All eyez on me
Gli anni più belli
Lontano lontano
L'uomo dei sogni
Rocketman
RICERCA AVANZATA
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere