Domenica 14 Agosto 2022
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
News
10_giorni_senza_mamma_banner_160x600.png
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
Prima Persona Singolare NEWS
L’ombra del sicomoro
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
nightmare-alley-728x140.jpg
The Master PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 27
ScarsoOttimo 
Scritto da Daria Castelfranchi   
martedì 01 gennaio 2013

Titolo: The Master
Titolo originale: The Master
USA: 2012. Regia di: Paul Thomas Anderson Genere: Drammatico Durata: 137'
Interpreti: Philip Seymour Hoffman, Amy Adams, Joaquin Phoenix, Laura Dern, Jesse Plemons, Rami Malek, Jillian Bell, W. Earl Brown, Kevin J. O'Connor
Sito web ufficiale: www.themasterfilm.com
Sito web italiano: www.themasterilfilm.it
Nelle sale dal: 03/01/2013
Voto: 6,5
Trailer
Recensione di: Daria Castelfranchi
L'aggettivo ideale: Farraginoso
Scarica il Pressbook del film
The Master su Facebook

themaster_leggero.pngPaul Thomas Anderson torna al cinema a cinque anni dal Petroliere e lo fa con un film, The Master, che non convince del tutto. Lontano dalla verve di Boogie Nights e di Magnolia, questa volta il regista californiano ha approfondito l’aspetto umano di due uomini alla deriva negli Stati Uniti del dopoguerra: Anderson, autore anche della sceneggiatura, ha messo a nudo la vulnerabilità del protagonista, Freddie, e l’arroganza del maestro Lancaster Dodd, capo di una setta semi religiosa dedita a dubbie disquisizioni sulla supremazia della razza umana e ad altrettanto inattendibili sedute a metà tra l’ipnosi e i viaggi nel tempo.

Joaquin Phoenix e Philip Seymour Hoffman: vincitori della Coppa Volpi ex aequo, candidati ai Golden Globe come Migliore Attore Protagonista in un film drammatico e come Migliore Attore non Protagonista, potenziali candidati ai prossimi Oscar. Non è un caso che gli attori, più che il film, abbiano ricevuto riconoscimenti e nomination. The Master è infatti la classica opera ridondante in cui più della storia in sé, convincono le performance.

Pomposo Hoffman nei panni del maestro di una congregazione che rivendica la superiorità dell’uomo nei confronti delle bestie, instabile e frustrato Phoenix nel ruolo di ex marine che cerca invano di rifarsi una vita. Sono loro, insieme all’altrettanto brava Amy Adams – anche lei nominata ai Golden Globe come Migliore Attrice non protagonista – a portare avanti il film che incede lentamente, aggrovigliandosi in una ripetitiva e infinita sequela di drammi personali. Dei 137 minuti di film, 30 potevano essere serenamente eliminati, favorendo una maggiore fluidità della narrazione.

Il regista ha osato e, nonostante la fotografia davvero superba, ha privilegiato l’estetica a discapito del ritmo. Come se il suo fosse unicamente un esercizio di stile, suffragato per altro dalla splendida interpretazione dei due protagonisti. Il soggetto è valido e il nobile intento è encomiabile ma quello che risulta dopo oltre due ore di viaggi alla scoperta di sé, è un racconto farraginoso. Ed è un vero peccato, perché sviluppato in maniera più consona, avrebbe potuto essere un gran film, magari uno dei candidati ai prossimi Golden Globe che, come tutti sanno, sono il trampolino di lancio per gli Oscar.

Joaquin Phoenix, che già diede ottima prova in Walk the line, merita decisamente l’ambita statuetta, quella che, nel 2005, gli soffiò proprio Philip Seymour Hoffman con Capote.

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
Il giorno sbagliato
Quando l'amore brucia l'anima. Walk The Line
7 ore per farti innamorare
Donnie Brasco
La forma dell'acqua - The Shape of Water
Re per una notte
Il re di Staten Island
La casa dalle finestre che ridono
È per il tuo bene
La gente che sta bene
Festival
Il primo Natale
Odio l'estate
Empire State
La ragazza che sapeva troppo
The vast of night
Dark Places. Nei luoghi oscuri
Honey boy
I miserabili
Quadrophenia
Parasite
La dea fortuna
Bombshell. La voce dello scandalo
D.N.A. decisamente non adatti
The gambler
Runner, runner
Il fuoco della vendetta
Death sentence – sentenza di morte
L’uomo invisibile
La Notte ha Divorato il Mondo
Ora non ricordo il nome
Cattive acque
Animali notturni
Rosso mille miglia
Gioco d'amore
All eyez on me
Gli anni più belli
Lontano lontano
L'uomo dei sogni
Rocketman
RICERCA AVANZATA
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere