HOME arrow Recensioni film arrow Drammatico1 arrow Una pura formalità
Mercoledì 17 Gennaio 2018
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cinemalia Menù
HOME
Recensioni Novità
Anteprime Gratuite
I film che usciranno
Recensioni film
Recensioni dvd
Gli Inediti
Cult Movie
Sorridi con noi
Prossimamente
Luoghi Comuni
Articoli Cinema
Cinema & Curiosità
Il Cinema Asiatico
Libri & Cinema
Collabora con noi
Contattaci
Staff
Feed Rss
News & Rumors
Serie Tv
Recensioni Blu Ray
Cerca in Cinemalia
Pubblicità
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
Gli assalti alle panetterie
Bianca come la luna
Theodore Boone – Mistero in aula
Rashōmon
L’angelo della tempesta
Vento & Flipper
Guida cinica alla cellulite
I Sette Savi del Bosco di Bambù
Diario di Murasaki Shikibu
Moby Dick
Vita di un ragazzo di vita
Lost souls. Storie e miti del basket di strada
Grotesque
Il ventaglio di Lady Windermere
L'avvocato canaglia
La strana biblioteca
Radio Imagination
L’odore della notte
Theodore Boone – Il fuggitivo
Il gigante sepolto
Più gentile della solitudine
Prossimamente
Una pura formalità PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 14
ScarsoOttimo 
Scritto da Ciro Andreotti   
mercoledì 14 gennaio 2015

Titolo: Una pura formalità
Titolo originale: Una pura formalità
Italia: 1994. Regia di: Giuseppe Tornatore Genere: Drammatico Durata: 108'
Interpreti: Gérard Depardieu, Roman Polanski, Nicola Di Pinto, Sergio Rubini, Paolo Lombardi, Tano Cimarosa, Maria Rosa Spagnolo, Alberto Sironi, Giovanni Morricone, Mahdi Kraiem, Massimo Vanni, Sebastiano Filocamo, Timothy Martin
Sito web ufficiale:
Sito web italiano:
Nelle sale dal: 1994
Voto: 8
Trailer
Recensione di: Ciro Andreotti
L'aggettivo ideale: Arguto
Scarica il Pressbook del film
Una pura formalità su Facebook

una_pura_formalita_leggero.pngDurante una notte piovosa, un uomo viene fermato dalla polizia perché sprovvisto di documenti, mentre si aggira nella campagna.
Una volta raggiunto il commissariato l’uomo afferma di essere il celebre scrittore Onoff, del quale il commissario è un grande ammiratore; al tempo stesso di fronte alle domande del commissario lo scrittore pare non ricordare nulla delle ultime ore che hanno preceduto il suo arresto.

Un dramma psicologico consumato nel buio di una notte fatta di lampi e domande bizzarre.
Un uomo con le fattezze ben differenti dallo scrittore che tutti ammirano, e che per l’occasione ha quelle di Gerard Depardieu, pare non rammentare cosa l’abbia spinto nel centro del nulla, ove un commissariato fatiscente e con l’acqua che cola dal soffitto accoglie le domande che inizialmente non trovano risposta.

Domande e risposte che lentamente dipanano una matassa fatta di ricordi, di momenti di sospensione, di violenza, di atti di pazzia, di dubbi e incertezze di un uomo che a ogni fase dell’interrogatorio pare, almeno sembra, non rammentare qualche particolare, modificando ogni volta versione, lasciando sempre lo spettatore, debitamente incollato la sedia, con il dubbio se menta o davvero non ricordi.

Una pellicola dove la figura di Depardieu troneggia davanti a quella di Polansky, quest’ultimo molto bravo davanti la macchina da presa così come lo è alle sue spalle.
Dove un giovane Sergio Rubini caratterizza l’ufficiale verbalizzante con grande savoir-faire e tatto, dove il dramma si consuma lento ma veloce al tempo stesso, abilissimo Tornatore ha enfatizzare i profili umani e psicologici dei due protagonisti e dove ogni momento della trama trova il proprio naturale compimento solamente nelle ultime impervie curve.

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png mail_logo.png



Morto Stalin, se ne fa un altro
Star Wars: Gli Ultimi Jedi
Tutti i Soldi del Mondo
Prima di domani
Smetto quando voglio - ad honorem
Wonder
Suburbicon
Loveless
Due sotto il burqa
L'Insulto
Happy End
American Assassin
Daguerrotype Inedito
La Ruota Delle Meraviglie
The Place
Il mio Godard
Una questione privata
The Square
The Handmaid's Tale
Mindhunter
Auguri per la tua morte
La ragazza nella nebbia
IT
La signora dello zoo di Varsavia
Mistero a Crooked House
Mr. Ove
Blade Runner 2049
Spring
Manifesto
La battaglia dei sessi
L'altra metà della storia
Chi m'ha visto
Renegades: Commando d'assalto
Ritorno in Borgogna
L'inganno
Glory - Non c'è tempo per gli onesti
Noi Siamo Tutto
Cuori Puri
Gold – La grande truffa
Il colore nascosto delle cose
Professore per amore
Presagio Finale
McFarland, USA
Atomica Bionda
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere